Zhelensky: “Infliggiamo così tanti danni al nemico che non sa dove cercare aiuto. È patetico”.

Il 19° giorno del conflitto, che ha ucciso migliaia di compagni, il presidente ucraino Volodymyr Zhelensky ha dichiarato: “Stiamo infliggendo pesanti perdite al nemico e lui non sa dove trovare aiuto.

Il Presidente ha rilasciato queste dichiarazioni davanti a loroColloqui del 4° round Lunedì 14 marzo aggiornato a martedì.

Zhelensky ha affermato in un video pubblicato sul canale britannico Facebook che gli aggressori russi sono stati “patetici” per non essere riusciti a catturare l’Ucraina anche dopo 10 anni di preparazione alla guerra.

“Il 19° giorno della nostra lotta. Le forze armate ucraine sono forti e creative. Infliggiamo così tante perdite al nemico che gli invasori non sanno dove stare, dove aiutare, dove aiutarli. È patetico. Ma non abbiamo tempo per riposarci. La Russia si sta preparando per questa guerra da decenni. Hanno accumulato notevoli risorse militari per impadronirsi dei loro vicini e distruggere l’Ucraina e l’Europa.

Per questo dobbiamo essere forti e lottare per una pace degna degli ucraini, una pace onesta con garanzie di sicurezza per il nostro Stato e il nostro popolo, che sarà messa sulla carta.. “- Ha detto il presidente dell’Ucraina.

Zhelensky parlerà al parlamento canadese

Selensky parlerà martedì di un video del parlamento canadese di circa 1,5 milioni di persone di origine ucraina, secondo l’EFE, Agerpres.

Su invito del Primo Ministro canadese Justin Trudeau, il Presidente di Kiev parlerà in una seduta speciale congiunta delle due camere riconvocate del Parlamento canadese.

I liberali di Trudeau hanno affermato che il discorso di Zhelensky è stata “un’opportunità per i canadesi di ascoltare direttamente quanto sia urgente e seria l’Ucraina”.

READ  Il presidente Volodymyr Zhelensky ha un nuovo messaggio per gli ucraini: Resistere! Scendi in strada e scaccia il male!

Circa 1,5 milioni di persone si dichiarano di origine ucraina, con il Canada che ha la seconda comunità di ucraini più grande dopo la Russia. La prima ondata di immigrazione ucraina in Canada Prima della prima guerra mondiale, circa 200.000 ucraini si stabilirono in quel paese.

Il vice primo ministro canadese Christiana Freeland è di origine ucraina e ha studiato all’Università di Kiev alla fine degli anni ’80.

Il Canada è diventato un alleato chiave dei governi di Kiev dalla rivoluzione del 2014 che ha estromesso il presidente filo-russo Viktor Yanukovich. Dopo l’invasione russa del 24 febbraio, il primo ministro Trudeau è emerso come uno dei più convinti sostenitori delle sanzioni russe.

Il discorso di martedì fa parte di una serie di interventi di Zhelensky pronunciati in videoconferenza in varie legislature. Si era già rivolto ai parlamenti europeo e britannico, aveva promesso che il suo paese non si sarebbe arreso all’invasione russa e aveva paragonato la situazione in Ucraina all’opposizione della Gran Bretagna alla Germania nazista durante la seconda guerra mondiale. Zhelensky parlerà anche al Congresso degli Stati Uniti mercoledì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.