Xi Jinping al Forum di Davos: il conflitto globale “porta solo a conseguenze catastrofiche”

Nel suo discorso di apertura del Forum economico mondiale a Davos, in Svizzera, quest’anno in forma virtuale, lunedì il presidente cinese Xi Jinping ha avvertito che il conflitto globale tra le maggiori potenze potrebbe avere “conseguenze catastrofiche”.

Il Forum di Davos, considerato l’ultimo luogo di incontro per uomini d’affari e politici o rappresentanti della società civile, si sta svolgendo online a causa dell’epidemia di Kovit-19.

Nel 2017 il leader cinese ha richiamato l’attenzione su Davos, dove ha elogiato inaspettatamente il libero scambio e la globalizzazione perché l’ascesa di Donald Trump negli Stati Uniti ha sollevato i timori di un ritorno al protezionismo.

Lunedì, Xi Jinping si è espresso nuovamente a sostegno del pluralismo e ha richiamato l’attenzione sulle tensioni globali.

“La storia ha dimostrato più e più volte che il conflitto non risolve i problemi. Porta solo a conseguenze catastrofiche “, ha affermato il presidente cinese dall’AFP, citato da Agerpres in una dichiarazione ufficiale.

Tuttavia, Xi Jinping non ha menzionato gli Stati Uniti, il più grande rivale della Cina.

“Oggi il nostro mondo non è pacifico. Si parla molto che abusa dell’odio e del pregiudizio”, ha detto il forte leader di Pechino senza entrare nei dettagli.

La Cina, la più grande potenza commerciale del mondo, promette nuovi accordi di libero scambio regionali e introduce “nuove vie della seta” intorno al continente eurasiatico.

Tuttavia, la Cina è stata accusata dai suoi due principali partner commerciali, l’Unione Europea e gli Stati Uniti, di imporre sanzioni alle merci importate e di limitare l’accesso alle società straniere.

Autore: B.P.

READ  Mircea Geoana: Siamo tornati nell'era della lotta tra le superpotenze e le due organizzazioni: mobilitiamoci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.