Washington minaccia l’Iran dopo che le autorità di Teheran hanno imposto sanzioni a 50 americani come rappresaglia per la morte del generale Suleiman.

Il giorno dopo che Teheran aveva annunciato sanzioni contro circa 50 americani, Washington domenica ha minacciato “gravi conseguenze” se l’Iran avesse “attaccato” i suoi cittadini, ha riferito l’AFP.

Le nuove sanzioni arrivano due anni dopo l’assassinio del generale iraniano Qasim Suleimani, ucciso in un attacco aereo statunitense a Baghdad all’inizio del 2020 per volere dell’allora presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

Il consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti Jake Sullivan ha dichiarato in una dichiarazione che “se una qualsiasi delle 52 persone nominate ieri attaccasse i nostri cittadini iraniani, potrebbe avere gravi conseguenze”.

“Gli Stati Uniti proteggeranno e difenderanno i suoi cittadini, compresi quelli che servono gli Stati Uniti oggi e quelli che hanno servito in passato”, afferma la dichiarazione.

Sabato, Teheran ha aggiunto più di 50 cittadini statunitensi alla sua lista di quelli accusati di complottare per rovesciare il generale Suleiman o in qualche modo coinvolti nell’organizzazione.

Questi nomi includono il capo di stato maggiore degli Stati Uniti Mark Millie e l’ex ambasciatore degli Stati Uniti presso le Nazioni Unite Nicki Haley.

La signora Haley ha scritto scherzosamente su Twitter domenica: “Sembra che devo cancellare la mia vacanza in Iran.

Lunedì, il presidente iraniano Ibrahim Raisi ha minacciato di vendicarsi contro gli ex leader statunitensi, tra cui Donald Trump, in una manifestazione a Teheran per commemorare il generale.

L’Iran ha affermato qualche giorno fa che l’attuale amministrazione statunitense, guidata da Joe Biden, era “responsabile” della decisione di Trump di rimuovere Salomone.

Il 3 gennaio 2020, un veicolo aereo senza pilota (UAV) ha spruzzato il veicolo che trasportava Qasim Suleiman, il progettista della strategia iraniana per il Medio Oriente.

READ  Emmanuel Macron ha detto di voler "irritare" i francesi non vaccinati: "Ho i miei rapporti"

L’attacco notturno a una strada vicino all’aeroporto internazionale di Baghdad ha sollevato i timori di una guerra aperta tra due nemici storici, Teheran e Washington.

Fonte: Agerpres.ro, Fonte foto: Video Capture

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *