War Research Institute: truppe russe catturate vicino a Kiev e Mariupol, sparate a est senza interruzione per il salvataggio / un attacco importante e impossibile

Le forze russe continuano la loro offensiva con una serie di asce, anche se hanno finito per spostare le loro truppe ritirate vicino a Kiev a est, secondo l’Istituto per gli studi sulla guerra, che sta ristabilindo le forze a nord di Mariupol (ISW) nell’analisi pubblicata Da sabato sera a domenica.

Il carro armato è stato distrutto in UcrainaFoto: Twitter

I russi non si sono presi il tempo di ricostruire le truppe sfollate da Kiev o Mariupol prima di riprendere le operazioni.

Non si fermano nelle operazioni offensive finché non hanno accumulato un’immensa forza combattente e non sembrano raggruppare le loro forze su diversi assi di avanzamento decisivi.

Le truppe d’invasione continuano lo schema operativo seguito durante la guerra: il coinvolgimento di unità di piccola serie in attacchi altamente dispersi su più assi e il rifiuto di accettare le sospensioni operative necessarie per stabilire le condizioni per un’azione decisiva.

Un grande, impossibile attacco russo

Le forze russe hanno finora schierato alcuni gruppi tattici di battaglione (BTG) nei loro vari campi di operazioni e sono ancora in grado di lanciare una grande offensiva.

Dati i metodi osservati nelle truppe che hanno subito pesanti perdite in combattimento e le limitazioni intrinseche dell’effettiva capacità di combattimento e le sfide osservate in termini di comando e controllo, riteniamo che tale azione non sia fattibile. Reggimento e Divisione.

I russi potrebbero tentare di risolvere alcuni di questi problemi o lanciare presto un attacco in una forma nuova e meglio integrata, ma ciò non è possibile.

Non è chiaro cosa vogliano fare le truppe d’invasione sull’asse Izium-Donetsk.

I motivi dell’attacco russo all’asse Izium-Donetsk non sono chiari. Le forze ucraine e le loro forze cercheranno di raggiungere la strada Izium-Debaltseve attraverso due o più assi per circondare una grande concentrazione di aree popolate.

READ  La polizia israeliana attacca la bara del giornalista ucciso Shreen Abu Agle in Cisgiordania

Le autorità ucraine il 23 aprile hanno suggerito che le forze russe vicino a Rubisne e Bopasna potrebbero tentare di circondare l’area di Severodonetsk-Lysychansk senza continuare un profondo assedio.

È troppo presto per valutare la fattibilità di questa mossa russa o il suo potenziale di successo.

Risultati chiave dell’analisi del War Research Institute:

  • Le forze russe continuano a esercitare pressioni sullo stabilimento Azovstal di Mariupol.
  • Le truppe ritirate vicino a Kiev stanno combattendo di nuovo nell’Ucraina orientale.
  • Le forze russe intorno a Mariupol furono ridistribuite vicino alla città di Donetsk e presto potrebbero tornare in guerra senza riposo o soccorso.
  • La Russia ha continuato a effettuare attacchi di terra su piccola scala su diversi fronti, dall’ISIS alla regione di Zaporozhye.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.