Wall Street si sta avvicinando a un mercato ribassista alla fine di una settimana contusa

New York (AFP) – Un altro calo delle azioni venerdì ha spinto l’indice S&P 500 del 20% al di sotto del picco fissato all’inizio di quest’anno.

Il benchmark è in calo del 2% nel corso della giornata nel primo pomeriggio ed è sulla buona strada per la sua settima settimana consecutiva di perdite.

alti tassi di interessealta inflazioneLa guerra in Ucrainarallentamento dell’economia cinese Tutti puniscono le azioni e sollevano preoccupazioni per una possibile recessione negli Stati Uniti.

Se l’S&P 500 chiude la giornata del 20% o più al di sotto del record, entrerà in quello che Wall Street chiama un “mercato ribassista”. Il più recente è stato all’inizio del 2020 all’inizio della pandemia, un pullback insolitamente breve che ha tagliato il 34% dell’indice S&P 500.

Il mercato azionario rimane bloccato in stasi tra le preoccupazioni su come l’inflazione influenzerà le imprese e i consumatori. Gli investitori sono anche preoccupati per l’aggressivo piano di rialzo dei tassi della Federal Reserve e se aiuterà a mitigare l’impatto dell’inflazione o potenzialmente a spingere l’economia verso la deflazione.

“La volatilità del mercato è stata certamente guidata dai timori degli investitori che la Fed inasprisse troppo la politica e ci metterà in recessione”, ha affermato Michael Aaron, capo analista degli investimenti di State Street Global Advisors.

L’S&P 500 è sceso del 2,1% alle 13:39 ET. Il Dow Jones Industrial Average è sceso di 569 punti, o dell’1,8%, a 30.683 punti, e il Nasdaq è sceso del 2,9%. Tutti e tre sono diretti verso un calo del 4% o più per la settimana.

I rendimenti obbligazionari sono diminuiti poiché gli investitori hanno spostato i loro soldi verso investimenti a basso rischio. Il rendimento del Tesoro a 10 anni, che aiuta a determinare i tassi ipotecari, è sceso al 2,78% dal 2,85% alla fine di giovedì.

READ  L'aggravamento della crisi ucraina destabilizza le scorte, porta a un aumento dei prezzi del petrolio

Le preoccupazioni per l’inflazione sono aumentate con l’invasione russa dell’Ucraina che ha fatto salire i prezzi dell’energia e di alcuni prodotti alimentari chiave. La Cina, la seconda economia più grande del mondo, è stata colpita da un nuovo colpo a causa dei blocchi nelle principali città a causa dei casi di COVID-19, ma l’improvviso taglio dei tassi di interesse da parte del governo cinese ha alleviato parte dell’ansia almeno temporaneamente.

Wall Street ha assorbito gli utili al dettaglio di questa settimana. Il settore è al centro dell’attenzione poiché gli investitori cercano di valutare quanto l’inflazione stia danneggiando le operazioni dell’azienda e se gli aumenti dei prezzi su qualsiasi cosa, dal cibo all’abbigliamento, stiano inducendo i consumatori a spendere di più.

Obiettivo dei colossi della vendita al dettaglio Walmart Entrambi hanno avuto avvertimenti questa settimana sull’abbassamento dell’inflazione. Il rivenditore Ross Stores è sceso del 24% venerdì dopo aver ridotto le sue previsioni di profitto e citato l’aumento dell’inflazione come fattore.

“Gli ultimi guadagni delle società di vendita al dettaglio hanno finalmente indicato che i consumatori e le imprese statunitensi sono influenzati negativamente dall’inflazione”, ha affermato Aaron.

Gli investitori continuano a monitorare la Federal Reserve alla ricerca di indizi di ulteriori aumenti dei tassi per raffreddare l’inflazione che è ai massimi degli ultimi quattro decenni. Il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha affermato questa settimana che la banca centrale statunitense potrebbe intraprendere un’azione più aggressiva se le pressioni sui prezzi non si allentano.

I titoli tecnologici sono scesi ampiamente e hanno pesato sul mercato. Applied Materials, che produce apparecchiature per la produzione di chip, è scesa del 7,7%. Il settore tecnologico è stato particolarmente volatile e ha determinato diverse oscillazioni significative del mercato durante la settimana.

READ  Le azioni statunitensi salgono, estendendo i guadagni della scorsa settimana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.