Video L’esercito russo ha rimosso dal deposito altri cannoni semoventi 2S7 “Peon”: “forse possono essere rimossi”

Un nuovo video apparso sui social media mostra le forze armate russe che rimuovono i vecchi cannoni semoventi 2S7 “Pion” di fabbricazione sovietica dal deposito.

Pistole semoventi 2S7 “Peon”Foto: cattura su Twitter

Il filmato è stato ottenuto dagli amministratori della pagina tecnica OSINT un giorno dopo che Benjamin Pittet, un analista indipendente specializzato nel monitoraggio delle immagini satellitari, ha notato che la Russia aveva ritirato i cannoni semoventi 2S7 da un magazzino militare nella città di Omsk.

Le immagini satellitari mostrano che 110 pezzi di artiglieria “Bion” sono stati immagazzinati a Omsk entro il 18 luglio.

Secondo una stima pubblicata quest’anno dal think tank con sede nel Regno Unito International Institute for Strategic Studies, le forze armate russe avevano 60 cannoni 2S7 in servizio attivo e 260 in riserva prima dello scoppio della guerra.

Entrato in servizio attivo nel 1975, solo 8 paesi al mondo hanno ancora pezzi di artiglieria pesante da 203 mm: Angola, Azerbaigian, Bielorussia, Georgia, Corea del Nord, Russia, Ucraina e Uzbekistan.

Gli ucraini hanno rimosso 99 cannoni semoventi 2S7 “Peon” dal deposito dopo lo scoppio della guerra nelle condizioni vissute dalle forze armate russe. grande superiorità Basato su artiglieria convenzionale.

I cannoni semoventi “Peon” sono così pesanti che richiedono un equipaggio di 14 persone per azionarli e 7 soldati viaggiano con loro in un veicolo di supporto quando sono in prima linea.

READ  Renault vende lo stabilimento di Mioveni?

La registrazione video è stata commentata da diversi utenti della rete con una nota contraddittoria, uno dei quali ha chiesto se i treni che trasportavano i cannoni “Bion” stavano andando o provenendo dal deposito di rottami.

I russi ritirarono anche i vecchi carri armati T-62

Anche altri video apparsi sui social media a fine mese hanno mostrato come la Russia Il T-62 ha inviato i carri armati al fronteEntrato in servizio con le forze armate sovietiche nel 1961, un modello obsoleto a tutti gli effetti.

I carri armati T-62 hanno una piccola pistola, un’armatura sottile, nessun caricatore automatico, sistemi radio e controllo del fuoco obsoleti, mancanza di capacità di combattimento notturno, bassa velocità e bassa cadenza di fuoco.

A metà luglio, le petroliere russe hanno condiviso un video che le mostrava Come avrebbero sparato dall’interno di un tale carro armato?Mirini che catturano il potente rinculo del cannone principale.

Le immagini degli interni dei carri armati russi, in particolare dell’interno del T-62 di fabbricazione sovietica, sono estremamente rare e anche le poche che appaiono sono distribuite esclusivamente dal Ministero della Difesa di Mosca.

Stranamente, i soldati russi cantavano “Allahu Akbar!” Prima di sparare il cannone, ha portato molti commentatori a suggerire ipocritamente che il presidente Vladimir Putin, l’autoproclamato protettore della cristianità, avesse inviato altri soldati musulmani a combattere in Ucraina.

Il post è apparso sui social media pochi giorni dopo l’annuncio del leader ceceno Ramzan Kadyrov I suoi soldati sono tornati Casa dopo la “liberazione” della Repubblica popolare di Luhansk.

Segui gli ultimi sviluppi da qui 153° giorno di guerra in Ucraina in diretta su HOTNEWS.RO.

READ  La Russia chiede spiegazioni alla Romania Il motivo è stato annunciato dall'ambasciatore Valerie Guzmin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.