Video. Il momento in cui gli ucraini attaccano il cosiddetto centro di comando russo Izium Valery Kerasimov

Sono emerse immagini dell’esercito ucraino che lancia razzi contro il quartier generale dell’esercito di occupazione russo di stanza vicino alla città orientale di Isiam. Secondo quanto riferito, venti funzionari russi sono stati uccisi nell’attacco lo scorso fine settimana. L’obiettivo più importante degli ucraini, Valery Kerasimov, il capo del servizio civile militare russo, sembra essere venuto personalmente a coordinare i piani di guerra. La stampa ucraina ha riportato notizie non confermate secondo cui lo stesso Valery Kerasimov era rimasto ferito nell’attacco.

Durante l’attacco, il generale Valery Gerasimov convocò 40 ufficiali di alto rango al centro di comando. Gli ucraini affermano che la metà di loro è stata uccisa e il generale Gerasimov è stato ferito alla gamba destra. L’esercito russo lo ha rapidamente evacuato e lo ha portato d’urgenza all’aeroporto per volare a Mosca. Gli ucraini hanno anche attaccato l’aeroporto, quindi il generale è stato portato nella città russa di Belgorod, vicino al confine ucraino, e alla fine è scappato.

Un consigliere del presidente Volodymyr Zhelensky ha detto che circa 100 soldati di Mosca sono stati uccisi in un attacco all’Isis nella regione di Kharkov. Un altro generale russo, decimo dall’inizio della guerra, vi avrebbe perso la vita.

Gli Stati Uniti hanno confermato che il presidente russo Valery Gerasimov era in Ucraina la scorsa settimana

Un alto funzionario della difesa statunitense ha affermato che il generale Valery Kerasimov, il capo dell’esercito russo, è stato di recente in Ucraina. “Sappiamo che è stato in Donbass per diversi giorni dalla scorsa settimana. Non sappiamo se è ancora lì”, avrebbe detto lunedì il funzionario. CNN.

READ  Joe Biden e Boris Johnson hanno parlato al telefono per 40 minuti della crisi in Ucraina

Il funzionario ha rifiutato di commentare i dati che hanno permesso agli Stati Uniti di raggiungere questa conclusione.

Gli americani non sanno perché Gerasimov sia dovuto andare al fronte ucraino e se questo in generale significhi sfiducia nel Cremlino. Aleksandr Dvornikov, che è stato nominato per comandare tutte le operazioni russe in Ucraina poche settimane fa. Ma un funzionario del Pentagono ha detto che il viaggio di Gerasimo in Ucraina era una chiara indicazione che voleva vedere il procedimento dal vivo.

Autore: Luana Pavaluca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.