Video Attacco a braccia incrociate ucraino: un carro armato russo avvistato da un drone, poi distrutto da terra da un sistema Stukna-B

L’esercito ucraino ha condotto un altro attacco interessante, distruggendo un carro armato russo attraverso la cooperazione tra le forze dei droni e le forze di terra utilizzando il già famoso sistema anticarro Stukna-B.

Drone Stukna-B abbattuto dagli ucrainiFoto: acquisizione video

Una registrazione video dell’attacco mostra come il carro armato in posizione fortificata sia stato avvistato da un drone e poi distrutto da un missile lanciato dal sistema Stukna-B. Una delle armi più versatili Dalla donazione delle forze armate ucraine.

La guerra in Ucraina ha messo in evidenza l’importanza dei droni nei moderni conflitti armati, poiché sono stati utilizzati per la prima volta in combattimenti su larga scala. In precedenza erano stati utilizzati dalle forze armate statunitensi per attacchi di precisione contro gli insorti in Medio Oriente.

Gli ucraini hanno acquisito migliaia di droni di fabbricazione occidentale, inclusi i Bayraktar TB2 di fabbricazione turca, che sono stati fondamentali per fermare l’avanzata militare russa nella prima fase della guerra mentre cercavano di catturare Kiev e altre città ucraine chiave.

Quando si tratta di droni, le forze armate russe hanno un handicap rispetto agli ucraini

Il presidente turco Erdogan ha recentemente affermato che Vladimir Putin ha espresso il suo desiderio La Russia dovrebbe collaborare con BakerLa società Beyraktar con sede a Istanbul produce droni TB2, in un contesto in cui le forze armate russe non hanno abbastanza droni a causa delle sanzioni economiche imposte dall’Occidente.

READ  Stoltenberg: Abbiamo serie preoccupazioni, dobbiamo proteggere i nostri alleati. Stiamo aumentando la presenza militare in Romania

L’America incolpa l’Iran Si prepara Teheran e Mosca hanno entrambi smentito le notizie secondo cui avrebbero dovuto fornire centinaia di droni alla Russia.

Ma è già stato ampiamente commentato dai blogger militari russi, Igor Girkin, ex comandante dei separatisti filo-russi nel Donbass, ha detto la scorsa settimana il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu. Bisogna fare un “commercio”. Insieme alla sua controparte iraniana “è stata in grado di fornire alle forze armate iraniane migliaia di classi diverse di droni di produzione nazionale”.

“Taglia il legno molto bene… e credo che i pastori di renne (l’unica specialità militare di SK Shoigu) non siano nell’esercito iraniano, o se lo sono, ce n’è un’enorme carenza”, ha detto Kirkin. I blogger militari russi più popolari sottolineano il fatto che il ministro della Difesa russo è nato nella Repubblica di Tuva, nella Siberia meridionale.

Segui gli ultimi sviluppi da qui 159° giorno di guerra in Ucraina in diretta su HOTNEWS.RO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.