Van der Leyen: la Russia minaccia la “disintegrazione”, l’Ucraina ha “futuro europeo”

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha dichiarato venerdì che la Russia rischia di essere “distrutta” dall’aumento delle sanzioni, mentre l’Ucraina ha un “futuro europeo”.

Ursula van der LeyenFoto: Commissione Europea

“La Russia sarà precipitata in un collasso economico, finanziario e tecnologico mentre l’Ucraina si muove verso un futuro europeo”, ha detto Van der Leyen in una conferenza stampa congiunta con il presidente ucraino Volodymyr Zhelensky.

“La vostra lotta è anche la nostra. Sono con voi oggi a Kiev, ho un messaggio molto forte da inviare: l’UE è con voi. Siamo con voi”, ha aggiunto.

Van der Leyen ha condannato il massacro di civili a Pucha, accusando l’Ucraina di occupare una cittadina a nord-ovest della capitale ucraina.

“La nostra umanità è stata distrutta a Pucha”, ha detto, descrivendo l’attacco a una stazione nell’area di East Kramatorsk circa 50 persone come “orribile” poche ore fa.

“Stiamo mobilitando il potere economico per pagare un prezzo molto alto per il presidente russo (Vladimir) Putin”, ha affermato.

Da parte sua, Zhelensky ha affermato che “non era abbastanza” quando era “personalmente grato” a van der Leyen per cinque round di sanzioni dell’UE.

Ursula van der Leyen, accompagnata dal ministro degli Esteri dell’UE Joseph Borrell e dal primo ministro slovacco Edward Heger, ha visitato venerdì Pucha, un simbolo delle atrocità della guerra in Ucraina.

I tre leader sono andati a vedere le fosse comuni scavate in città per seppellire le decine di civili uccisi dai russi.

READ  CTP: Sig. Ho chinato la testa quando ho visto quello che stava dicendo Zavrov, ma la risposta del Primo Ministro israeliano è stata molto deludente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.