Valutazione britannica: il rapporto di Shoigu di mercoledì è stato deliberatamente fuorviante. Almeno 6 generali russi sono stati licenziati per non essere avanzati abbastanza velocemente

Il rapporto di Sergei Shoigu secondo cui le truppe russe stanno rallentando le operazioni offensive in Ucraina per proteggere i civili è una deliberata falsa dichiarazione e almeno sei generali russi sono stati licenziati per non essersi mossi abbastanza velocemente, ha affermato venerdì mattina il ministero della Difesa britannico in una valutazione.

Il ministro della Difesa russo, Sergei ShoiguFoto: Vadim Savitsky / Doss / Profimedia

Secondo l’intelligence militare britannica:

  • Il 24 agosto 2022, il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu ha dichiarato all’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai che la Russia aveva deliberatamente rallentato il ritmo delle sue operazioni militari in Ucraina, motivata dalla necessità di ridurre le vittime civili.
  • Questa è sicuramente una disinformazione deliberata.
  • L’offensiva russa è stata interrotta a causa delle scarse prestazioni militari russe e della rigida resistenza ucraina. Sotto gli ordini di Shoigu, le forze operanti in Ucraina hanno ripetutamente mancato le scadenze operative pianificate.
  • Shoigu e il presidente Putin potrebbero aver rimosso almeno sei generali dai posti di comando per non essere avanzati abbastanza velocemente.
  • Il giorno in cui Shoigu stava parlando, un missile balistico a corto raggio SS-26 Iskander russo si sarebbe schiantato contro un treno nella città di Chaplin, uccidendo almeno due bambini.
  • Ciò evidenzia la volontà della Russia di infliggere danni informatici quando percepisce un vantaggio militare nel lancio di missili o attacchi di artiglieria.

————-

READ  Come la Cina vuole aiutare a porre fine alla guerra in Ucraina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.