US Open, sogno di squalifica per Novak Djokovic? La serba ha parlato della sua assenza dal torneo del Grande Slam statunitense

SPORT.RO

Data di rilascio: Giovedì 14 luglio 2022, 23:17

Data aggiornata: giovedì 14 luglio 2022, 23:16

Agerpres cita il serbo, il recente vincitore di Wimbledon, dicendo all’inaugurazione di un complesso di tennis in Bosnia che “non è la fine del mondo” se non gioca agli US Open di quest’anno.

Djokovic ha parlato del suo futuro a breve termine. Non vaccinato e non ancora autorizzato a giocare agli US Open (29 agosto – 11 settembre), è improbabile che l’ex leader mondiale si trovi a New York.

A causa della mancanza di vaccinazione, i serbi non possono entrare negli Stati Uniti secondo le attuali regole Covid-19 del paese e rischiano di essere squalificati dalla competizione.


“Sono un tennista professionista e voglio essere ovunque posso giocare. Non mi interessa la politica. Ho le mie opinioni e quello che voglio è che tutti abbiano la libertà di scegliere ciò che è meglio. Almeno voglio la mia decisione di essere rispettata. Se mi è permesso, sarò a New York.” Se no, non è la fine del mondo.Ha detto che ha 21 partite del Grande Slam nel suo record.

Non è la prima volta che Djokovic perde la sua presenza in un torneo del Grande Slam perché non è stato vaccinato contro il Covid-19. All’inizio di quest’anno, è stato costretto a lasciare l’Australia e ha saltato il Melbourne Grand Slam.


“Questa telenovela ovviamente non è piacevole. Molte persone credono ancora che sia stato costretto ad entrare in Australia senza permesso, ma non è vero, e l’ho dimostrato in tribunale. Non andrò mai in un paese che non me lo permette . Vuole che torni lì a gennaio. E amo l’Australia. , Voglio andarci. È lì che ho ottenuto i miei migliori risultati nei Grandi Slam. Spero di esserci”.disse il serbo.

READ  Mi dispiace tanto per lui. Mi fa male il cuore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.