Una specie fondamentale di iguana è stata reintrodotta in un’unica isola delle Galapagos: NPR

Le iguane terrestri delle Galapagos provengono dall’isola di Santiago. I conservazionisti affermano che la specie sta mostrando segni di reintroduzione di successo.

Direzione del Parco Nazionale delle Galapagos


Nascondi didascalia

Interruttore didascalia

Direzione del Parco Nazionale delle Galapagos


Le iguane terrestri delle Galapagos provengono dall’isola di Santiago. I conservazionisti affermano che la specie sta mostrando segni di reintroduzione di successo.

Direzione del Parco Nazionale delle Galapagos

Una specie di iguana che si è estinta quasi 200 anni fa in una delle Galapagos sembra essere tornata, con l’aiuto di un team di ambientalisti.

L’ultima persona a scoprire a Iguana selvatica nelle Galapagos Sull’isola di Santiago in Ecuador c’era Charles Darwin nel 1835. Quando una squadra di spedizione arrivò dalla California nel 1906, le iguane non si trovavano da nessuna parte.

E sebbene questa specie di iguana possa ancora essere trovata su altre isole delle Galapagos, si ritiene che si sia estinta a Santiago negli ultimi 187 anni, fino ad ora.

Un team di scienziati e ranger del parco ha scoperto nuove lucertole di varie età mentre camminava sull’isola alla fine di luglio, indicando che la specie era stata reintrodotta con successo. Secondo Jorge Carrion, direttore della Galápagos Conservancy, l’ecosistema sta prosperando di conseguenza.

La guida è spiegata in dettaglio. Vedere lucertole di età diverse e esemplari anonimi significa che le iguane si stanno riproducendo nel loro habitat naturale.

Prima di entrare a far parte della Galápagos Conservancy, Carrion ha lavorato Direzione del Parco Nazionale delle Galapagos, custodi degli ecosistemi e delle risorse insulari. Il GNPD è anche l’autorità che guida il progetto di reintroduzione dell’iguana, finanziato e assistito dalla Conservancy.

READ  Lo yacht del miliardario russo, Dilbar, sequestrato dalla Germania

Ha affermato che la cooperativa ha rilasciato più di 3.000 iguane terrestri sull’isola da gennaio 2019.

I conservazionisti hanno deciso di reintrodurre l’iguana terrestre dopo aver attentamente considerato come riaverla Le specie influenzeranno l’ecosistema. Queste lucertole sono note come specie ingegneristiche, come la tartaruga gigante delle Galapagos, in quanto svolgono un ruolo importante nel mantenimento di un sano equilibrio in un ecosistema.

Carrion ha spiegato che, essendo gli erbivori primari delle Galapagos, le iguane e le tartarughe selvatiche diffondono semi nel paesaggio e aiutano a modellare le comunità vegetali. I loro schemi di movimento creano anche spazi aperti che usano altri animali.

“Questa specie è importante per l’ecosistema in generale”, ha detto Carrion. “In questo caso questa è stata la giustificazione per la reintroduzione dell’iguana selvatica, a [return] Dinamiche naturali dell’isola di Santiago. Quando le specie ingegneristiche non sono presenti, si verificano molti squilibri nell’ecosistema”.

I funzionari che controllano l’iguana stanno controllando la popolazione alla ricerca di nuove lucertole di varie età, indicando che la specie si sta riproducendo da sola.

Direzione del Parco Nazionale delle Galapagos


Nascondi didascalia

Interruttore didascalia

Direzione del Parco Nazionale delle Galapagos


I funzionari che controllano l’iguana stanno controllando la popolazione alla ricerca di nuove lucertole di varie età, indicando che la specie si sta riproducendo da sola.

Direzione del Parco Nazionale delle Galapagos

Cosa ha causato l’estinzione dell’iguana?

Si ritiene che le iguane delle isole Galápagos siano state estirpate da specie invasive, inclusi maiali selvatici, gatti, capre e asini. Questi animali indesiderati sono stati introdotti in alcune isole, tra cui Santiago, da balenieri e altri marittimi. Hanno devastato l’ecosistema, mangiando le piante da cui dipendono altre specie e alcuni hanno persino mangiato l’iguana.

READ  Elezioni Brasile 2022 in diretta: Lula va al ballottaggio con Bolsonaro | Brasile

colui il quale Ecco perché gli scienziati hanno dovuto liberare l’isola dagli animali non autoctoni prima di reintrodurre l’iguana. Ciò è stato realizzato in un periodo di nove anni attraverso il Galápagos Conservancy’s Progetto Isabellacompletata nel 2006.

Carrion ha affermato che lui ei suoi colleghi ritengono di aver appreso una lezione importante reintroducendo l’iguana terrestre: se si rimuove la fonte del disturbo ambientale (una specie invasiva in questo caso), l’ecosistema può riprendersi e tornare alle sue dinamiche naturali.

Anche il Parco Nazionale delle Galapagos e il National Park Service lavorano insieme Reintroduzione della tartaruga gigante Su un’altra isola. La tartaruga nativa dell’isola di Floriana si è estinta dal 19° secolo, secondo la Galápagos Conservancy, e gli sforzi di reinsediamento e allevamento sono iniziati nel 2017.

Gli ecosistemi delle Isole Galapagos ospitano alcune delle piante e degli animali più incredibili del mondo. Le isole divennero famose in gran parte grazie a Darwin e alla sua spedizione del 1835. Secondo salvareCon il risultato di La sua teoria dell’evoluzione per selezione naturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.