Una decisione folle. Non è giusto

Giovedì il primo ministro australiano ha risposto allo “scandalo del cavolo” scoppiato sui social media nel suo paese dopo la decisione del KFC di aggiungere il cavolo alle insalate a causa dell’inflazione che colpisce gli spinaci, ha affermato Agerpres dall’AFP.

Secondo il primo ministro Anthony Albanese, la decisione “folle” di KFC di sostituire metà dell’insalata di cavolo nei suoi hamburger di pollo e altri prodotti ha portato a una “crisi nazionale”.

In Australia, l’inflazione si è attestata al 5,1%, con i prezzi degli spinaci in aumento del 300% in alcune città a causa delle recenti inondazioni e dell’aumento dei prezzi del carburante a livello mondiale.

Una fetta di lattuga glaciale, acquistabile per 2 dollari australiani (1,34 euro) in una volta, costa già circa 8 dollari (5,35 euro) a Sydney e Melbourne.

Di conseguenza, la catena di fast food di KFC ha annunciato all’inizio di questa settimana che i suoi clienti australiani avrebbero dovuto accontentarsi di un mix di metà insalata e metà cavolo nei suoi hamburger. Questa decisione ha causato indignazione tra molti netizen australiani.

“Il cavolo non è come la lattuga. Questo non è giusto “, ha detto Albanese a KIIS FM a Sydney. “L’ho messo all’ordine del giorno del gabinetto di oggi. Cabbage! (Scandalo dei cavoli)”, ha detto il primo ministro australiano.

Fonte foto: Pexels

READ  Sergei Lavrov: Mosca vuole relazioni "rispettabili" con Washington / Vogliamo garanzie legalmente vincolanti - Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.