Una banca statunitense multata per aver aperto conti di clienti “pseudo”.

L’autorità di regolamentazione ha affermato che la US Bank, che ha sede a Minneapolis e ha un patrimonio di oltre $ 559 miliardi, ha fatto pressioni sui suoi dipendenti per raggiungere gli obiettivi di vendita come parte dei loro requisiti di lavoro, offrendo loro incentivi per vendere prodotti bancari. L’indagine ha rilevato che per raggiungere questi obiettivi, i dipendenti della banca hanno avuto accesso illegalmente ai rapporti di credito e ai dati personali dei clienti per aprire conti senza autorizzazione.

CFBP ha annunciato giovedì di aver imposto una multa di 37,5 milioni di dollari alla banca statunitense, dopo un’indagine di cinque anni.

“Da più di un decennio, la banca statunitense sa che i suoi dipendenti sfruttano i suoi clienti appropriandosi indebitamente dei dati dei consumatori per creare account falsi”, ha affermato in un comunicato stampa il direttore del CFPB Rohit Chopra.

In una dichiarazione alla CNN Business, la banca statunitense ha affermato di aver “apportato miglioramenti alle operazioni e alla supervisione” dal 2016 per quanto riguarda le preoccupazioni relative alle pratiche di vendita. I dipendenti ora ricevono incentivi solo per gli account in cui il cliente utilizza il servizio.

La banca statunitense ha dichiarato sabato in una dichiarazione che l’accordo “riguardava pratiche di vendita legacy che coinvolgevano una piccola percentuale di conti risalenti al 2010”. “Siamo lieti di lasciarci questa questione alle spalle”.

US Bank ha più di 2.800 filiali negli Stati Uniti.

CFBP ha affermato che la sua indagine ha trovato prove che la banca era a conoscenza Che i suoi dipendenti stavano aprendo conti senza il permesso dei clienti e non avevano misure in atto per prevenirlo e rivelarlo. L’agenzia ha aggiunto che le campagne di vendita e i programmi bonus della banca premiano i dipendenti per la vendita di prodotti bancari

READ  Cosa ti aspetti dall'incontro OPEC+ di questa settimana

Lo hanno scoperto gli organizzatori I dipendenti hanno aperto conti di deposito, carte di credito e linee di credito sono state trasferite Alti tassi di interesse e commissioni esorbitanti trasferiti al cliente.

“Il comportamento della banca statunitense ha danneggiato i suoi clienti sotto forma di conti indesiderati, impatti negativi sui loro profili di credito e perdita di controllo sulle informazioni di identificazione personale”, ha affermato CFBP nella sua dichiarazione. Nomi e chiedere il rimborso per conto proprio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.