Un ente di beneficenza afferma che più di 300 cani sono stati trovati morti in un rifugio ucraino dopo settimane senza cibo né acqua a causa della guerra.

CBS News avverte i nostri lettori che questo articolo contiene materiale inquietante.


come nuovo rapporti di atrocità In Ucraina, il presidente Volodymyr Zelensky La Russia accusata di genocidiofilmati inquietanti sono emersi sui social media che mostravano cani morti in un canile a Borodinka, in Ucraina.

Secondo l’organizzazione benefica UAnimals, 485 cani nel rifugio sono rimasti confinati nelle loro gabbie dall’inizio della guerra alla fine di febbraio fino all’inizio di aprile, dopo che i soldati russi hanno lasciato Borodinka e i volontari di beneficenza sono stati in grado di tornare al rifugio. Durante quel periodo, ha detto l’ente di beneficenza, i cani sono rimasti senza cibo né acqua. Quando i volontari sono finalmente arrivati ​​all’edificio il 1 aprile, tutti i 485 animali tranne 150 erano morti.

Oleksandra Matvichuk, presidente del Center for Civil Liberties, ha twittato un video che mostra i corpi di diversi cani a terra. Il volontario che riprende il video racconta la scena con le lacrime agli occhi.

Anton Gerashchenko, un consulente del Ministero dell’Interno ucraino, ha pubblicato su Telegram un video separato dal rifugio Borodyanka, in cui si possono vedere cani che abbaiano ai volontari mentre circondano il corpo di un cane morto.

Secondo UAnimals, i volontari hanno ora nutrito i cani sopravvissuti e portato 27 degli animali in condizioni critiche in cliniche speciali per il trattamento. E mentre i volontari sono stati finora in grado di catturare solo quelli che UAnimals descrive come i cani più pesanti sopravvissuti, l’ente di beneficenza offre 50.000 grivna – circa $ 1.700 – come ricompensa a chiunque sia disposto e in grado di prendere gli altri.

READ  Il nuovo ceppo COVID potrebbe essere più contagioso della sottovariante BA.2, afferma l'OMS - NBC Chicago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.