Ucraina sull’orlo della centrale nucleare di Zaporizhzhia, bombardate le città della regione

  • Mosca annuncia altri bombardamenti vicino alla fabbrica controllata dai russi
  • Non ci sono nuove informazioni dall’operatore nucleare ucraino
  • I proiettili russi hanno colpito le città della regione: governatore e militari
  • L’Agenzia internazionale per l’energia atomica è in attesa del permesso per visitare l’impianto di Zaporizhzhya
  • Kuleba partecipa alla riunione dell’UE sul divieto di visto per la Russia

Kiev (Reuters) – L’artiglieria russa ha colpito durante la notte le città ucraine dall’altra parte del fiume rispetto alla centrale nucleare di Zaporizhzhya, hanno affermato domenica funzionari locali, aggiungendo alle sofferenze dei residenti poiché le notizie di bombardamenti intorno alla centrale hanno sollevato i timori di un disastro radiologico.

Il ministero della Difesa russo ha affermato che ci sono stati altri bombardamenti ucraini dell’impianto nelle ultime 24 ore, appena un giorno dopo che Mosca e Kiev si sono scambiate le accuse di prendere di mira la più grande centrale nucleare d’Europa, il che ha sollevato serie preoccupazioni a livello internazionale. Leggi di più

La società di energia nucleare ucraina Energoatum ha affermato di non avere nuove informazioni sugli attacchi all’impianto.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Catturate dalle forze russe a marzo ma ancora gestite da personale ucraino, le forze russe sono state sulla prima linea meridionale della guerra, uno dei principali punti critici del conflitto durato sei mesi.

Il governatore della regione, Oleksandr Starukh, ha dichiarato tramite Telegram domenica che le forze russe hanno bombardato condomini nella città principale della regione, Zaporizhia, a circa due ore di auto dalla fabbrica, e nella città di Orekhev a est.

READ  Il petrolio si sta riprendendo dai piani della Cina di sostenere la sua economia

Sabato, Staruch ha detto alla televisione ucraina che ai residenti veniva insegnato come usare lo iodio in caso di fuga radioattiva.

L’esercito ucraino ha riferito di aver bombardato altre nove città della regione dall’altra parte del fiume Dnipro dalla fabbrica nel suo rapporto quotidiano, mentre la RIA ha citato il ministero della Difesa russo che ha affermato che la sua forza aerea ha bombardato il veicolo Motor Sitch. (MSICH.UAX) Fabbrica nella zona dove sono stati riparati gli elicotteri.

La Reuters non è stata in grado di verificare tali rapporti.

Il portavoce del ministero della Difesa russo Igor Konashenkov ha affermato che nove proiettili sparati dall’artiglieria ucraina in due attacchi separati sono caduti sul territorio della centrale nucleare.

“Attualmente, il personale tecnico a tempo pieno monitora le condizioni tecniche della centrale nucleare e ne assicura il funzionamento. La situazione radiologica nell’area della centrale nucleare rimane normale”, ha affermato in una nota.

Le Nazioni Unite e Kiev hanno chiesto il ritiro

Equipaggiamento militare e personale della fabbrica per assicurarsi che non sia un bersaglio. Leggi di più

Un continente in pericolo

Il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba ha affermato che le forze russe hanno trasformato l’impianto in una base militare, mettendo in pericolo l’intero continente, e che non avevano alcun interesse ad essere lì.

“L’esercito russo dovrebbe uscire dalla fabbrica”, ha detto su Twitter.

L’Agenzia internazionale per l’energia atomica, l’Agenzia internazionale per l’energia atomica, è in attesa di approvazione per i suoi funzionari per visitare l’impianto, che il suo capo ha detto giovedì dovrebbe essere “molto, molto vicino”.

READ  battuta d'arresto per la battaglia COVID di Shanghai; Pechino si concentra sui test di massa

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha avvertito venerdì che la situazione a Zaporizhia rimane “precaria” il giorno dopo che ha ricollegato due dei suoi reattori alla rete dopo essere stato interrotto dai bombardamenti. Leggi di più

L’esercito di Kiev ha affermato nel suo rapporto quotidiano che sul fronte orientale dell’Ucraina, le forze ucraine hanno fermato l’ultimo tentativo russo di avanzare verso la città di Slovensk.

L’esercito ha detto che i difensori avevano sventato i tentativi russi di sfondare la città strategica di Bakhmut per prendere il controllo della regione del Donbass dopo che Mosca aveva catturato Severodonetsk e Lysechansk settimane fa. Secondo i governatori regionali, le città di Kramatorsk e Slovyansk nella provincia di Donetsk sono state bombardate dalle forze russe durante la notte, ma non ci sono state notizie di nuove vittime.

Reuters non è stata in grado di verificare tali account.

Il 24 febbraio il presidente Vladimir Putin ha iniziato l’invasione della Russia da parte del suo vicino, affermando che era necessaria una “operazione speciale” per disarmare il paese e rimuovere le presunte minacce alla sicurezza per la Russia.

L’Ucraina e l’Occidente hanno respinto questo come una scusa infondata per lanciare una guerra di occupazione imperialista che ha ucciso migliaia di persone, sfollato decine di milioni di persone, ridotto le città in macerie e minacciato l’economia globale con una crisi di approvvigionamento energetico e alimentare, facendo salire i prezzi.

Il ministero degli Esteri ucraino ha dichiarato che Kuleba si recherà in Svezia lunedì, seguito da un viaggio nella Repubblica Ceca martedì, come parte degli sforzi di Kiev per rafforzare il sostegno internazionale all’Ucraina e spingere per una maggiore pressione sulla Russia.

READ  La Corea del Nord riporta 6 morti dopo aver accettato l'epidemia di COVID-19

A Praga, parteciperà a una riunione informale dei ministri degli Esteri dell’UE che discuterà di nuove sanzioni contro Mosca e di un divieto di visto a livello europeo per i russi. Zelensky ha chiesto un divieto del genere all’inizio di questo mese, ma finora ha trovato sostegno principalmente da Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia e Finlandia, che condividono tutti un confine con la Russia. Leggi di più

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Reporting di Max Hunder e Pavel Polyuk negli uffici di Kiev e Reuters; Scritto da Tomasz Janowski. Montaggio di Nick McPhee

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.