Tomás Nido segna quando i Mets si allontanano dai Marlins in fallo

New York – Corri Giornata di Keith Hernandez Tutto sommato, i Mets hanno mostrato ai Marlin esattamente cosa succede quando non hai buoni soldi.

Una serie di errori di Miami ha permesso a New York di rubare a 5-4 vittoria In 10 inning di sabato, circa cinque ore dopo che i Mets si sono ritirati ufficialmente al numero 17 di Hernandez al Citi Field. Conosciuto come uno dei capisaldi più difensivi nella storia della major league, Hernandez commentava spesso le basi – “scatole”, come amava chiamarle – alle radio SNY.

Sabato, i Mets hanno incarnato il mantra di Hernandez, vincendo una partita di fallo con due round extra per la prima volta dal Campionato del mondo di gara 6 del 1986.

“Lascerò che qualcun altro dipinga l’interrelazione”, ha detto il regista Buck Showalter. “Alcune delle cose che accadono, dici solo: ‘Davvero? “Scherziamo sugli dei del baseball, ma a volte non lo so”.

I Mets sono apparsi in grande difficoltà in testa al 10° posto, quando i Marlins hanno subito preso il comando come strumento corto Francisco LindorUn errore di tiro di pietra di John Bertie ha permesso al corridore di segnare dalla seconda base. Ma Tommaso Nido Successivamente, Bertie ha scelto dalla seconda base e ha lanciato un lancio di quadri incrociati nonostante avesse compreso la scarsa probabilità di girarlo fuori. Nonostante il tiro di Nido fosse in ritardo, Lindor ha preso il segno su Bertie, che ha perso l’equilibrio ed è caduto dal sacco.

Soldi, appunto. distanzaColin HoldmanÈ sopravvissuto a quell’inning senza problemi, colpendo i Mets due volte di seguito per aprire la parte inferiore del decimo. Poi è arrivato il caos. Con due colpi, Nido ha colpito un softball sotto la terza linea di base, rilasciando sotto il guanto di Brian Anderson per consentire al corridore automaticoMarco Kanhasegnare.

“Questo dipende da me”, ha detto Anderson. “Avrei dovuto cercare di sporcarmi e cercare di tenere la palla in campo e salvare la corsa lì”.

la seguente miscela,Brandon Nemo, il collezionista tornò sulla collina. Per lungo tempo da fuori area, Nemo è stato a lungo l’incarnazione moderna del gioco di base in Flushing, aumentando solo il suo sforzo quando ha visto il giocatore di bocce Tanner Scott oscillare sulla palla. Ha raggiunto una velocità di corsa d’élite di 29,9 piedi al secondo mentre si avvicinava alla prima base.

In preda alla disperazione, Scott ha lanciato via la palla, dando a Nido una via facile per tornare a casa durante la corsa.

“Di solito all’inizio corro molto forte, quindi non dovevo fare nulla di diverso”, ha detto Nemo. “[I] veramente [tried] Mettere pressione e correre il più velocemente possibile per rendere la situazione migliore”.

Mentre i Mets fluivano dalla loro tana allo squadrone di Nemo, si potevano quasi sentire i sospiri ei gemiti di Hernandez uditi da lontano. Hernandez, 11 volte Gold Glover, era orgoglioso della sua capacità non solo di eseguire i fondamentali della sua posizione, ma di capitalizzare gli errori dell’altra squadra. Il Mets 2022 sembra spesso costruito sulla sua somiglianza, afferrando basi extra e facendo pagare ai club i propri errori. Sabato, prima base uomoLa casa di AlonsoÈ anche apparso letteralmente in campo nei panni di Hernandez, vestito con staffe in stile anni ’80 e baffi da gioco sportivi.

READ  Fonti affermano che Shydon Sharp, che non ha mai giocato per il Kentucky come matricola, sta entrando nel draft NBA 2022

“Sono ben consapevole di cosa intende”, ha detto Alonso, che ha assistito alla prima gara per i Mets nel quarto inning. “Significa molto per questa organizzazione, specialmente per gli ex giocatori. È ben affermato come uno di quei ragazzi. Quando si pensa ai grandi Mets del passato, il numero 17 ovviamente suona il campanello”.

Successivamente, Showalter ha riso della natura episodica della situazione: il giorno di Hernandez, i Mets non solo hanno vinto la War of Basics, ma hanno anche legato il gioco a un piccolo rullo sotto la linea di base (terzo). Ha scherzato dicendo che avrebbe permesso ai media di usare le proprie parole per tracciare parallelismi, cosa che non sembra difficile da fare oggi. Almeno, parte del successo principale a New York è stato dovuto a Showalter, che predica il mondano in modi che i precedenti registi non hanno fatto. Lindor, che ha anche raddrizzato, l’ha definita “la mentalità Buck”.

Naturalmente, la mentalità di Hernandez è stata la prima che Showalter ha riconosciuto bene. Questa primavera, si è assicurato di dare il benvenuto a Hernandez intorno alla gabbia di battuta durante BP, credendo che fosse importante per i suoi giocatori interagire più frequentemente con uno dei grandi di tutti i tempi del franchise. Hernandez ha restituito il favore durante il suo discorso pre-partita di sabato, definendo i Mets 2022 uno dei momenti salienti nella recente memoria del franchise.

“Volevo dimostrare che era giusto e dire che questa è una squadra da non sottovalutare”, ha detto Nemo. “Volevamo assolutamente provare a tirarlo fuori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.