Timothée Chalamet parla di ossa e tutto alla Mostra del Cinema di Venezia – Scadenza

Il giudizio è stato un argomento importante alla conferenza stampa di Luca Guadagnino‘S Venezia Partecipazione al concorso del Festival del cinema ossa e tutto pomeriggio. stella Timothée ChalametRitorno al Lido dopo la prima mondiale del film Dunasembrava triste quando gli è stato chiesto dei suoi pensieri sulla difficile situazione dei giovani di oggi e sulle loro esperienze nel giudicare le loro scelte, in particolare nell’era dei social media.

“Essere giovane adesso”, disse, “dovrebbe giudicarti severamente”. in ossa e tuttoÈ stato un sollievo interpretare personaggi alle prese con un dilemma interiore in assenza della possibilità di andare su Reddit o Twitter o Instagram o TikTok e vedere dove si adattano. Senza giudicarlo, perché se riesci a trovare la tua tribù lì, allora tutto il potere. Ma penso che sia difficile essere vivi ora. Penso che il crollo della società sia nell’aria, ne odora e, senza fingere, spero che sia per questo che questi film sono così importanti perché questo è il ruolo dell’artista per brillare una luce su quello che sta succedendo”.

ossa e tutto Chalamet si unisce a lui Chiamami con il tuo nome Il regista Guadagnino così come le stelle onde andare avanti Taylor Russell Più Mark Rylance, Michael Stolberg, Chloe Sevigny e David Gordon Green.

Foto della Mostra del Cinema di Venezia 2022

Basato sul libro di Camille DeAngelis e adattato da David Kajganich, il film racconta la storia di Maren (Russell) e Lee (Chalamet), due improbabili compagne che si ritrovano nel Midwest americano negli anni ’80 dopo che suo padre ha abbandonato Marin. Mentre si fanno strada attraverso il paese, la loro comune compulsione a mangiare carne umana e la loro lotta per riconciliare l’immoralità del loro desiderio li costringe a tuffarsi ai margini della società, determinati ad affrontare le conseguenze del loro vero io per il resto della le loro vite.

READ  Carlos Santana crolla durante il concerto Michigan-Billboard

Anche in materia di giudizio, Russell ha detto che pensa molto al fratellino che cresce in questo mondo “e all’autogiudizio e all’autogiudizio di altre persone, e le opinioni sembrano inondarla così tanto in ogni singolo giorno in un tale in modo drastico e spietato È molto spaventoso perché la speranza è che tu possa davvero trovare la tua bussola in tutto questo sembra essere un compito difficile ora.

Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia: Momenti indimenticabili 1945-1984

Girato durante la pandemia, Chalamet ha anche affrontato il modo in cui ciò ha interferito con l’isolamento provato dai personaggi del film. “Gran parte è stata la mancanza di tribù, è stata la disconnessione dalla connessione sociale che ci aiuta a capire il nostro posto nel mondo… non che prestiamo attenzione agli esseri narcisisti affamati, ma comunque hai bisogno di quella connessione per capire dove sei e io sono rimasto deluso allo stesso modo, penso che Lee si sentisse fuori dalla sceneggiatura a quel punto”.

Assumere il ruolo di Lee, ha detto Chalamet, è stata la sua “morte per lavorare di nuovo con Luca e raccontare una storia che è stata stabilita, ma questa volta nel Midwest americano negli anni ’80, su persone che sono esistenzialmente private dei diritti civili”.

MGM detiene i diritti di distribuzione nazionale e internazionale di Bones And All, mentre Vision Distribution distribuirà il film in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.