Stanco Papa Francesco dice che deve fare un passo indietro dai viaggi o forse andare in pensione

Papa Francesco ha ammesso sabato che non può più viaggiare come una volta a causa di legamenti del ginocchio tesi, dicendo Hajj in Canada per una settimana È stato un “piccolo test” che ha mostrato che doveva rallentare e forse ritirarsi un giorno.

Parlando ai giornalisti mentre tornava a casa dal Nunavut settentrionale, l’85enne Francis ha confermato di non aver preso in considerazione l’idea di dimettersi, ma ha detto che “la porta è aperta” e che non c’è niente di sbagliato nel fatto che il Papa si dimetta.

“Non è strano. Non è un disastro. Puoi cambiare il papa”, ha detto mentre sedeva su una sedia a rotelle sull’aereo durante una conferenza stampa di 45 minuti.

Francis ha detto che anche se non ha ancora preso in considerazione l’idea di smettere, sa che deve almeno rallentare.

Papa Francesco dice che ha bisogno di fare marcia indietro e lo ammette
Papa Francesco osserva durante una conferenza stampa a bordo dell’aereo pontificio mentre torna da una visita in Canada il 29 luglio 2022.

GUGLIELMO MANGIAPANE / PISCINA / AFP / Getty Images


“Penso che alla mia età e con queste limitazioni dovrei risparmiare (le mie energie) per poter servire la Chiesa, o, al contrario, sto valutando la possibilità di farmi da parte”, ha detto.

Francesco era pieno di domande sul futuro del suo pontificato dopo il primo viaggio in cui usava sedia a rotelle, deambulatore e bastone per spostarsi, limitando gravemente il suo programma e la sua capacità di socializzare con la folla.

All’inizio di quest’anno ha sforzato i legamenti del ginocchio destro e la continua terapia laser e magnetica lo ha costretto a cancellare un viaggio in Africa previsto per la prima settimana di luglio.

Il viaggio in Canada è stato duro e per diversi momenti è stato chiaro che Francis stava soffrendo mentre manovrava su e giù per le sedie.

Alla fine del suo tour di sei giorni, è apparso di buon umore ed energico, nonostante abbia viaggiato di nuovo ai margini del Polo Nord venerdì per scusarsi con le popolazioni indigene per le ingiustizie subite nelle scuole residenziali gestite dalla chiesa.

Francis ha escluso un intervento chirurgico al ginocchio, dicendo che non sarebbe necessariamente d’aiuto, osservando che “ci sono ancora tracce” di lui che ha subito più di sei ore di sedazione nel luglio 2021 per rimuovere 13 pollici del suo intestino crasso.

“Cercherò di continuare a fare viaggi ed essere vicino alle persone perché penso che sia un modo per servire, per essere vicino. Ma più di questo, non posso dire”, ha detto sabato.

In altri commenti sul piano pontificio, Francesco ha accettato di provarci Per sradicare la cultura indigena In Canada, un sistema di collegio gestito dalla chiesa equivale a un “genocidio” culturale.

Francis ha detto di non aver usato il termine durante il suo viaggio in Canada perché non gli era venuto in mente. La Canadian Truth and Reconciliation Commission ha deciso nel 2015 che l’allontanamento forzato dei bambini indigeni dalle loro case e il loro collocamento in collegi gestiti dalla chiesa per accoglierli nel cristianesimo e in Canada costituiva un “genocidio”.

“È vero che non ho usato la parola perché non mi passava per la mente, ma si chiamava genocidio, giusto?” disse Francesco. “Mi sono scusato e ho chiesto perdono per questo atto di genocidio”.

READ  L'India vieta le esportazioni di grano mentre l'ondata di caldo colpisce i raccolti e i prezzi locali aumentano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.