S&P 500 e Nasdaq salgono in una sessione volatile

Giovedì le azioni sono aumentate, con tutti e tre i principali indici statunitensi in calo dopo aver cancellato le perdite precedenti.

L’S&P 500 è salito dell’1,4%, mentre il Nasdaq Technology Composite ha guadagnato il 2,4%. Il Dow Jones Industrial Average è salito dello 0,9%. I principali indici azionari sono scesi mercoledì in a sessione di trading volatile per iniziare il mese.

Gli investitori hanno lottato negli ultimi mesi per valutare l’entità e la velocità dell’aumento dei tassi di interesse da parte della Fed nel suo tentativo di farlo Tasso d’inflazione. Alcuni gestori temono che un inasprimento della politica possa rallentare la crescita economica o addirittura spingere gli Stati Uniti in recessione. Le interruzioni della catena di approvvigionamento aggravate dalla pandemia sono state ulteriormente danneggiate guerra in ucraina E la strategia zero Covid della Cina. Ciò ha aumentato il costo dell’energia, del cibo e di altri beni di prima necessità.

Alcuni investitori hanno affermato di ritenere che i dati recenti indichino che l’economia statunitense è in declino e l’inflazione si sta raffreddando, il che significa che la Fed potrebbe non aver bisogno di agire in modo più aggressivo di quanto inizialmente previsto. Vicepresidente della Federal Reserve Lyle Brainard ha detto giovedì Aumenti dei tassi di interesse di mezzo punto percentuale sarebbero probabilmente appropriati nelle prossime due riunioni della Federal Reserve, ma non si sono impegnate a seguire una traiettoria più lenta nelle riunioni successive.

Ciò ha contribuito ad alimentare la propensione al rischio giovedì tra gli investitori, con tutti gli undici settori dell’S&P 500 tranne due in progresso. Ovin Devitt, chief investment officer di Moneta, ha affermato che la forza dei consumatori e le valutazioni azionarie più basse stanno aiutando a migliorare le prospettive per le azioni, che sono generalmente crollate nel 2022.

READ  Aumento record dei prezzi del gas: West Virginia, Montana e Colorado registrano i maggiori balzi settimanali

“La parola sulla strada è che questo è un buon punto di ingresso – che il titolo ha venduto così tanto da essere stato esagerato”, ha detto Devitt. La sua azienda ha rafforzato la sua posizione in attività che fungono da copertura contro l’aumento dell’inflazione.

I prezzi del greggio sono aumentati dopo che l’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (OPEC) e i produttori di petrolio non OPEC, guidati dalla Russia, hanno concordato giovedì in una riunione più del previsto. Aumento della produzione di petrolio. Gli Stati Uniti e l’Europa hanno fatto pressioni sul cartello, soprannominato OPEC+, per pompare più greggio, poiché l’invasione russa dell’Ucraina ha fatto salire i prezzi del petrolio.

I future sul greggio Brent, lo standard petrolifero globale, sono recentemente aumentati di circa l’1% a $ 117,48.

“Il timore è che la domanda stia ancora superando l’offerta e che l’aumento dell’offerta non stia facendo la differenza”, ha affermato Peter E. Klinglehofer, amministratore delegato della gestione degli investimenti presso la società di consulenza per gli investimenti Hamilton Capital a Columbus, Ohio. La sua azienda è sovrappesata sui titoli energetici.

Le azioni statunitensi sono scese mercoledì, il primo giorno di negoziazione di giugno, dopo aver chiuso un mese volatile.


immagine:

Michael Nagel/Bloomberg News

Nei mercati obbligazionari, il rendimento dell’indice Tesoro USA a 10 anni È stato scambiato a 2,913% giovedì da 2,930% mercoledì. Rendimenti e prezzi si muovono in modo inverso.

Le azioni sono scese quest’anno e gli investitori sono alla ricerca di segnali che l’ultima crisi sia finita. Joseph Zappia, presidente e chief investment officer di LVW Advisers, ha affermato che sta osservando segni di esaurimento dei venditori, inclusi aumenti di volumi elevati e società che riportano cattive notizie che non stanno spingendo il mercato al ribasso.

“I mercati sono aumentati troppo rapidamente a causa di tutti gli stimoli, la liquidità e il Covid-19. I prezzi sono aumentati molto più velocemente dei profitti per la maggior parte di questi, e ora molti di quei soldi devono uscire del sistema”, ha detto Zappia. La sua azienda è passata a settori difensivi, lontano dalle azioni discrezionali.

Gli investitori stanno guardando Dati sul mercato del lavoro. Il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha Preoccupazione espressa negli ultimi mesi Il mercato del lavoro è surriscaldato. Può il mercato del lavoro ristretto Oltre all’inflazione Poiché la concorrenza per i lavoratori accresce il potere contrattuale dei salari.

Il rapporto sull’occupazione dell’ADP ha mostrato che il settore privato ha aggiunto 128.000 posti di lavoro a maggio, una cifra inferiore ai 299.000 economisti intervistati dal Wall Street Journal si aspettavano. Tassi di denuncia di disoccupazione È sceso a 200.000 la scorsa settimana Il dipartimento del lavoro ha dichiarato giovedì dal livello rivisto della settimana precedente di 211.000. Il numero è visto come un proxy per i licenziamenti.

“E’ un ambiente molto impegnativo. Ci sono molti fattori in gioco qui ed è molto difficile spiegare le dinamiche Peter GarnerResponsabile della strategia azionaria presso Saxo Bank. “Pensiamo che la Fed debba essere molto aggressiva per controllare l’inflazione”.

Microsoft Azioni recuperate dalle prime perdite, in rialzo dello 0,3%. il programma L’azienda ha ridotto le vendite e la guida ai profitti Per il trimestre in corso, citare l’impatto dei tassi di cambio come un dollaro USA più forte ha il suo pedaggio. Gli analisti hanno affermato che la notizia è l’ultimo esempio di società che quest’anno devono far fronte a pressioni sui margini dovute al dollaro.

In altri singoli titoli, azioni

gommoso

È aumentato del 23% dopo che il rivenditore di prodotti per animali domestici online ha registrato un profitto a sorpresa e prevede una fascia di entrate che era per lo più al di sopra delle stime di Wall Street.

MongoDB

Le azioni sono aumentate del 18% dopo che i risultati della società di database hanno battuto le stime di Wall Street.

In mare aperto, l’indice Stoxx Europe 600 continental è salito dello 0,6%, tagliando una serie di sconfitte di due giorni. I mercati britannici sono stati chiusi per ferie.

I principali indici asiatici hanno chiuso in ribasso, con il Kospi in Corea del Sud e l’Hang Seng a Hong Kong in calo dell’1% ciascuno. Il giapponese Nikkei 225 è sceso dello 0,2%, mentre lo Shanghai Composite cinese è in controtendenza, con un aumento dello 0,4%.

Scrivi a Caitlin Ostroff a [email protected] e Hardika Singh a [email protected]

Copyright © 2022 Dow Jones & Company, Inc. tutti i diritti sono salvi. 87990cbe856818d5eddac44c7b1cdeb8

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.