“Sono pronto per i negoziati” con Putin, ma se falliscono potrebbe significare “terza guerra mondiale”

Funzionari ucraini affermano che un altro comandante russo è stato ucciso in azione e affermano che sarà il quinto generale russo ucciso dall’invasione del 24 febbraio.

Il generale Oleg Mityaev, della 150a divisione motorizzata russa, e membri della sua unità sono stati uccisi dalle forze ucraine vicino a Mariupol la scorsa settimana, secondo cavo Il post è stato condiviso da Anton Gerashchenko, consigliere del ministro dell’Interno ucraino, martedì.

Il ministero della Difesa russo o i media statali russi non hanno rilasciato dichiarazioni sulla sua morte.

Alexei Aristovich, consigliere del capo dell’ufficio del presidente, ha detto a NV News dell’Ucraina che Mitaev faceva parte di un piccolo gruppo che è stato inviato a Mariupol.

Ha detto che Mityaev “probabilmente è andato a mostrare, ad esempio, come si combatte. Perché i suoi soldati si sono rifiutati di combattere.

“Di solito, un generale viene ucciso in corpo a corpo solo se viene lui stesso a comandare immediatamente.”

La CNN non può verificare in modo indipendente le accuse ucraine.

La pagina Facebook ufficiale del Dipartimento delle comunicazioni strategiche dell’Ufficio del comandante in capo delle forze armate ucraine (AFU StratCom) ha confermato la morte di Mityaev tramite un post su Facebook.

Nel 2016, Mitaev è stato nominato comandante della 201a base militare russa in Tagikistan, secondo i media statali russi.

La base militare 201 è la più grande struttura militare russa situata al di fuori dei suoi confini. Più di recente, è stato di stanza come vice comandante del gruppo militare russo presso la base aerea di Hmeimim in Siria, secondo i media statali russi.

Il battaglione Azov, una milizia ultranazionalista che da allora è stata integrata nelle forze armate ucraine, è stato il primo a condividere una foto del cadavere del generale sul proprio account Telegram.

READ  La Corea del Nord annuncia per la prima volta un caso di COVID-19

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.