Sondaggio: l’unità europea potrebbe iniziare a indebolirsi di fronte all’invasione russa

L’unità degli europei nella guerra in Ucraina potrebbe risentirne, poiché l’attenzione dell’opinione pubblica si sposta dalla prima linea alle preoccupazioni per il costo della vita. Difensore.

UN Studi recenti Suggerisce un nuovo divario tra i cittadini europei – tra coloro che vogliono una rapida fine del conflitto, in situazioni in cui la loro qualità di vita sarà compromessa, e coloro che vogliono vedere la Russia punita.

Indagini condotte in nove stati membri dell’UE di Finlandia, Francia, Germania, Italia, Polonia, Portogallo, Romania, Spagna e Svezia e Regno Unito: il sostegno all’Ucraina è alto, ma i problemi di guerra stanno iniziando a cambiare. Le persone ora sono più interessate alle conseguenze più ampie del conflitto.

Mark Leonard, uno dei coautori del rapporto del Consiglio per le relazioni europee, ha dichiarato: “Gli europei hanno sorpreso Putin – e se stessi – per la loro solidarietà finora, ma lo stress più grande arriverà mai”.

L’esperto ha anche affermato che la capacità dei governi di mantenere un maggiore sostegno popolare alle azioni dannose è importante e ha avvertito che la divisione tra la ricerca della pace e il campo della “giustizia” sarebbe particolarmente dannosa per le comunità europee.

Nonostante il diffuso sostegno tra i cittadini europei per l’adesione dell’Ucraina all’Unione Europea e le politiche occidentali per troncare i legami con la Russia, molti in Europa vogliono che la guerra in Ucraina finisca presto. Significa che l’Ucraina perde territorio.

Gli autori affermano che questa prospettiva non si riflette nemmeno nelle politiche del governo, avvertono i leader europei di non assumere “posizioni massime” nella guerra e di essere duri con la Russia, ma di diffidare dei pericoli dell’espansione.

READ  Come la Cina vuole aiutare a porre fine alla guerra in Ucraina

La guerra in Ucraina ha diviso gli europei in tre campi

Un sondaggio condotto tra il 28 aprile e l’11 maggio ha rilevato che gli europei sostengono in modo schiacciante l’Ucraina: il 73% degli intervistati in 10 paesi incolpa la Russia per la guerra.

In Polonia, Svezia, Regno Unito (83%) e Finlandia (90%) oltre l’80% afferma che la colpa è della Russia, mentre in paesi come Italia (56%), Francia (62%) e Germania (66%) la maggioranza lo sostiene.

C’è anche un ampio sostegno per la rottura dei legami con la Russia. La maggioranza di 10 paesi afferma che i loro governi dovrebbero troncare i legami economici, culturali e diplomatici con la Russia.

Allo stesso modo, il 58% dei cittadini in tutti i 10 paesi e il 77% in Finlandia vogliono che l’UE riduca la sua dipendenza dalle importazioni di energia russe, suggerendo il sostegno a una nuova serie di sanzioni contro la Russia. .

Tuttavia, i dati mostrano un netto divario tra gli europei che vogliono la pace il prima possibile (35% di tutti i paesi) e coloro che vogliono giustizia, definita come il ripristino dell’integrità regionale dell’Ucraina e la responsabilità della Russia.

Il terzo gruppo di persone condivide il sentimento anti-russo dei sostenitori dell’unità dell’Ucraina, così come il timore che il campo in cerca di pace possa aumentare ad ogni costo. Questo gruppo è di circa il 20%.

Il campo amante della pace, i cui sostenitori affermano che l’Ucraina si troverà dopo la guerra in una situazione peggiore della Russia, è il più grande d’Italia (52%), mentre la Polonia ha il più grande sostegno per la punizione della Russia (41%).

READ  Putin vuole che i militanti ucraini a Mariupol depongano le armi prima di accettare l'azione umanitaria

Alla domanda su cosa li preoccupa di più della guerra, i cittadini in Germania, Italia e Francia hanno risposto al costo della vita e ai prezzi dell’energia, mentre quelli in Svezia, Regno Unito e Polonia erano più preoccupati per la possibilità di una guerra nucleare.

Autore: Adrian Dumitru

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.