Solo ingresso. Nessuna via d’uscita: “Pechino vede più blocchi COVID mentre la rabbia cresce a Shanghai

  • Pechino ha chiuso più palestre, centri commerciali e cinema per contenere l’epidemia
  • Le società di consegna stanno facendo gli straordinari per rifornire i residenti
  • Funzionario sanitario ‘È il virus che fa male all’economia’

PECHINO/SHANGHAI (Reuters) – La capitale cinese, Pechino, ha chiuso venerdì altre attività e complessi di appartamenti mentre le autorità hanno intensificato il tracciamento dei contatti per contenere l’epidemia di COVID-19, mentre il malcontento per la chiusura di un mese è cresciuto a Shanghai.

Nella piazza finanziaria, le persone recintate hanno protestato contro il blocco e le difficoltà di approvvigionamento bussando a pentole e padelle la sera, secondo un testimone Reuters e i residenti.

Un video diffuso sui social, la cui autenticità non è stata immediatamente verificata, mostrava una donna che avvertiva le persone con un megafono ad alto volume di non farlo, dicendo che tali gesti sono incoraggiati da “estranei”.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Il governo di Shanghai non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

A Pechino, le autorità erano in corsa contro il tempo per rilevare i casi di COVID e isolare coloro che li circondavano.

Un cartello all’esterno di un complesso di appartamenti dice “Solo ingresso. Nessuna uscita”.

La residente polacca Joanna Sklarska, 51 anni, è stata mandata in un hotel di quarantena come stretto contatto, ma si è rifiutata di condividere la stanza, che ha un solo letto, con la sua vicina.

È stata mandata a casa, dove le autorità hanno installato un allarme sulla porta d’ingresso. Poi è stata richiamata in albergo, dove ora ha la sua stanza.

READ  Russia-Ucraina: nuove informazioni si aggiungono ai timori degli Stati Uniti che la Russia si stia preparando per un'azione militare

Niente ha senso qui”, ha detto il consulente inglese al telefono.

In una conferenza stampa regolare venerdì, i funzionari sanitari cinesi non hanno risposto alla domanda se Pechino sarebbe stata bloccata o quali circostanze potrebbero richiedere tali misure.

Il distretto di Chaoyang, il primo distretto a essere sottoposto a test di massa questa settimana, ha iniziato venerdì gli ultimi tre round di screening tra i suoi 3,5 milioni di residenti. La maggior parte delle altre regioni dovrebbe tenere il terzo round di test sabato.

Altri complessi di appartamenti sono stati chiusi, impedendo ai residenti di andarsene, e alcuni centri termali, KTV, palestre, cinema, biblioteche e almeno due centri commerciali sono stati chiusi venerdì.

Il distretto di Chaoyang, che ha il maggior numero di casi a Pechino, ha dichiarato che più quartieri sono a rischio.

Le persone che hanno visitato luoghi in tali aree di recente hanno ricevuto messaggi di testo che dicevano loro di rimanere al loro posto fino a quando non ricevevano i risultati del test.

“Salve concittadini! Di recente ho visitato un negozio di noodle di manzo e pollo brasato nella comunità di Guanghui Li”, ha scritto uno dei testi. “Si prega di informare immediatamente la piscina o l’hotel, rimanere fermi e attendere la notifica del test del DNA”.

“Se violi i requisiti di cui sopra e fai diffondere l’epidemia, sarai ritenuto legalmente responsabile”.

Aziende come JD.com, una piattaforma di e-commerce, stanno cercando di fornire una buona fornitura ai residenti.

Il capo di un centro logistico alla periferia di Pechino, il 32enne Ming Tang, ha affermato che i volumi di consegna sono aumentati del 65% da quando sono comparsi i primi casi il 22 aprile e l’80% dei pacchi è legato al cibo.

READ  L'invasione russa dell'Ucraina per aumentare la pressione sulla fornitura di chip americani

“Lo sforzo profuso per consegnare i pacchi in tempo e il lungo orario di lavoro ha messo molta pressione sui nostri postini”, ha affermato.

Pechino ha riportato 49 casi il 28 aprile, rispetto ai 50 del giorno prima, ben lontani dai numeri di Shanghai.

La festa del lavoro dal 30 aprile al 4 maggio è una delle stagioni turistiche più trafficate in Cina e l’industria dei viaggi sta subendo un tributo. Leggi di più

Le aziende che riaprono le fabbriche a Shanghai stanno prenotando camere d’albergo per ospitare i lavoratori e convertendo officine vuote in strutture di isolamento in loco poiché le autorità li esortano a riprendere il lavoro sotto le restrizioni COVID.

Una volta implementato il sistema “a circuito chiuso” dell’impianto, non è chiaro quando i lavoratori potranno tornare. Leggi di più

Molti stranieri vogliono fuggire dalla città più cosmopolita della Cina. Leggi di più

Il massimo organo decisionale del Partito Comunista al governo ha dichiarato venerdì che la Cina rafforzerà il suo sostegno politico all’economia in risposta al virus Covid e ad altri venti contrari, sollevando le scorte. (.CSI300)E (.SSEC) il livello più basso degli ultimi due anni. Leggi di più

Le autorità cinesi affermano che essere liberi dal coronavirus è fondamentale per salvare quante più vite possibili.

“Dobbiamo renderci conto che il virus è ciò che sta danneggiando l’economia”, ha affermato Liang Wanyan, presidente del Comitato di risposta al COVID della Commissione sanitaria nazionale.

“La battaglia contro l’epidemia di COVID-19 è una guerra, una guerra di resistenza, una guerra popolare”, ha detto Liang.

A Shanghai, le autorità hanno affermato che di recente è stato gradualmente consentito a più persone di lasciare le loro case. Più di 12 milioni, quasi la metà della popolazione, sono ora in questa categoria. Leggi di più

READ  L'Ucraina sollecita la costruzione di un corridoio di evacuazione per l'acciaieria di Mariupol

Tuttavia, molti non possono lasciare i loro complessi, mentre quelli con pochi posti dove andare come negozi e altri luoghi sono chiusi. Uno dei 52mila poliziotti mobilitati per il lockdown chiede spesso loro di tornare a casa.

Molti residenti si sono lamentati dell’inflessibilità della polizia, che a volte non tiene conto delle emergenze sanitarie o di altre circostanze individuali.

“Ci sono ancora molte carenze nel nostro lavoro”, ha detto ai giornalisti Xu Qing, capo dell’ufficio municipale di pubblica sicurezza.

“Alcuni singoli poliziotti non prestano attenzione alle tattiche o alle tattiche quando fanno rispettare la legge, o sono emotivi o meccanici”.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Il rapporto è stato presentato da Martin Quinn Pollard, Eduardo Baptista, David Stanway, Brenda Goh, Tony Munro, Roxanne Liu, Alby Zhang, Wang Yifan e gli uffici di Pechino e Shanghai; Scritto da Mario Zaccaria. Montaggio del Lincoln Fest.

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.