Sergei Lavrov: Mosca vuole relazioni “rispettabili” con Washington / Vogliamo garanzie legalmente vincolanti – Internazionale

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov afferma che Mosca vuole relazioni “rispettabili” con Washington, sottolineando l’importanza che la Russia assicuri garanzie per la sua sicurezza, riferisce Reuters.

“Vogliamo relazioni buone ed eque, rispetto reciproco e uguaglianza con gli Stati Uniti come qualsiasi altro paese al mondo”, ha detto domenica Lavrov alla televisione russa.

Tuttavia ha riconosciuto che il loro numero non era sufficiente per sconfiggere la sicurezza della Russia.

“Ogni volta, la linea che (i paesi della NATO) devono proteggere si sta spostando più a est. Ora è già vicino all’Ucraina”, ha affermato.

Secondo Lavrov, l’adesione dell’Ucraina alla NATO influenzerà seriamente le relazioni tra l’Occidente e la Russia. Mosca continuerà quindi a cercare “assicurazioni e obblighi politici non solo sulla carta, ma anche garanzie di legalità, tenendo conto degli “interessi legali” della Russia”.

Ha detto che Mosca invierà presto una “richiesta formale” alla NATO e all’OSCE, esortandole a chiarire come intende attuare il suo impegno per non rafforzare la propria sicurezza a scapito della sicurezza degli altri.

Il presidente del Consiglio di sicurezza russo Nikolai Badrushev ha dichiarato domenica che Mosca non ha minacciato l’Ucraina.

“Non vogliamo la guerra. Non ne abbiamo bisogno. Coloro che la impongono, in particolare l’Occidente, perseguono i propri fini egoistici”, ha affermato dalle agenzie di stampa russe.

Nonostante le smentite della Russia, sabato l’Ucraina ha esortato le nazioni occidentali a rimanere “ferme” con Mosca. Diversi paesi, tra cui Stati Uniti, Regno Unito e Francia, hanno annunciato che invieranno truppe aggiuntive nell’Europa orientale.

La Russia e l’Occidente sono da settimane ai ferri corti sull’Ucraina, con Mosca accusata di aver radunato truppe lungo il confine in preparazione all’invasione. La Russia nega tali piani.

READ  Gli Stati Uniti non credono che la città di Odessa sarà attaccata, anche se la Russia si sta preparando a bombardare la città, ha detto Zhelensky.

Appunti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.