Serena Williams gareggia nella partita di singolare degli US Open sconfiggendo la numero due del mondo Anett Kontaveit

“Dopo aver perso il secondo set, ho pensato: ‘Oh mio Dio, devo fare del mio meglio perché potrebbe essere così'”, ha detto Williams a ESPN in un’intervista in campo dopo la partita.

E quest’anno la Williams aveva un aspetto migliore rispetto ai giochi precedenti, poiché stava ancora cercando di scrollarsi di dosso la ruggine della sua lunga assenza.

A Kontaveit, tuttavia, Williams ha affrontato una prova più dura ed è stato senza dubbio lo sfavorito sulla carta, ma certamente non con un full house all’Arthur Ashe Stadium.

Una folla chiassosa ma ben educata la acclamava in ogni momento.

Ha fatto riferimento al lungo licenziamento nella sua intervista di mercoledì, ma ha detto: “Adoro la sfida”.

La Williams incontrerà l’australiana Aja Tomljanovic nel terzo round. Tomljanovic, che mercoledì stava giocando allo stesso tempo con la Williams, ha battuto la russa Evgenia Rodina 1-6, 6-2, 7-5.

Williams non suona solo in singolo; Aprirà il doppio con sua sorella Venus Williams giovedì sera.

“Ho bisogno di più partite”, ha detto a ESPN. “Adoro raccogliere le sfide. Sì, non ho giocato molte partite, ma mi sono allenato molto bene. Nelle ultime partite non sono state insieme. Io”.

Ha detto che le cose sono cambiate da quando ha iniziato a giocare ai World Open.

Ho iniziato a suonare da solo Lunedì con una vittoria per 6-3, 6-3 Sopra Danka Kovenic del Montenegro. Questa è stata la terza partita di Williams Dall’annuncio su Vogue Si “evolverà lontano dal tennis” dopo gli US Open.

“Non mi è mai piaciuta la parola pensione. Non mi sembra una parola moderna. Ho pensato a questo come a una transizione, ma voglio essere sensibile su come uso quella parola, il che significa qualcosa di molto specifico”, Williams ha detto in un articolo di Vogue pubblicato all’inizio di Questo mese è “importante per una comunità di persone”.

READ  posizionare i gemelli Carlos Correa, Chris Bardack al 10 Days Illinois; Seleziona Marc Contreras, Jaharel Cotton

“Probabilmente la parola migliore per descrivere quello che sto facendo è sviluppo”, ha detto. “Sono qui per dirti che mi sto allontanando dal tennis, verso altre cose che sono importanti per me”.

Alla conferenza stampa post-partita di lunedì, alla Williams è stato chiesto se questo sarebbe stato sicuramente il suo ultimo torneo.

“Sì, eri piuttosto vago su questo, giusto?” Lo disse con un sorriso. “Lo terrò un mistero perché non si sa mai.”

La vittoria del round di apertura su Kovinich era l’aspetto che aveva la Williams da quando era tornato dall’infortunio. È riuscita a vincere solo una partita dal suo ritorno sul ring a giugno e non si è avvicinata al livello che l’ha aiutata a vincere il suo ultimo titolo del Grande Slam nel 2017.

Ma Kontaveit, che si è detta entusiasta di giocare contro la Williams, ha affrontato un giocatore che non aveva mostrato segni di voler accelerare il suo ritiro.

“Penso che abbia giocato davvero bene”, ha detto l’estone durante la conferenza stampa post-partita. “Voglio dire, pensavo di non aver mai giocato una brutta partita”.

Kontaveit ha detto che dopo che i giocatori si sono divisi nei primi due set, la Williams ha intensificato il suo gioco nel decisore.

“L’ha davvero eseguito da lì”, ha detto. “Ci sono alcuni punti qua e là in cui sento che forse avrei potuto fare meglio sul mio servizio. Voglio dire, stava tornando meglio. Stava giocando meglio i rally. Mi sentivo come se avesse fatto tutto un po’ meglio nel terzo mezzo set.”

Contevet ha aggiunto che anche gli entusiasti sostenitori della Williams sono stati una sfida.

READ  Karl-Anthony Towns si riprende, Anthony Edwards sfonda per 36 in Minnesota I Timberwolves vincono in gara 1

“Voglio dire, immagino che non stessero tifando contro di me. Volevano solo che Serena vincesse così tanto”, ha detto l’allenatore estone. “Quindi, voglio dire, non penso che sia un attacco personale contro di me o altro. Voglio dire, è giusto. Voglio dire, se lo merita, sì.”

La Williams è esplosa sulla scena vincendo il suo primo US Open nel 1999

Uno dei più grandi tennisti di tutti i tempi, Williams ha vinto 23 titoli in singolare al Grande Slam e sei volte agli US Open, l’ultima nel 2014. Ora, a 40 anni, la carriera di Williams inizierà come finalista, qualunque sia il round necessario. Si scopre che si sarebbe svolto sul luogo della sua prima vittoria in un Grande Slam, gli US Open del 1999.

Poi, proprio da adolescente, la Williams è entrata in scena per stordire la numero uno del mondo Martina Hingis in finale e impostare il primo trampolino di lancio verso due decenni di dominio.

Dopo che Kontaveit ha vinto il suo primo titolo del Tour nel 2017, il suo vero anno è arrivato nel 2021 quando ha vinto quattro campionati WTA per scalare la classifica mondiale.

Un giocatore feroce con un gioco vario e un diritto potente, Kontaveit è entrato per la prima volta nella top ten mondiale nel novembre 2021 e da allora è stato un pilastro.

È al secondo posto nella sua carriera – la più alta nella storia per un estone – e all’età di 26 anni stava cercando di migliorare la sua migliore prestazione in un Grande Slam, la sua apparizione ai quarti di finale agli Australian Open 2020.

READ  Kid Cunningham è stato nominato MVP nella rinnovata Rising Stars Challenge

Kontaveit è sembrata impressionante nella sua vittoria del turno di apertura degli US Open sulla rumena Jacqueline Christian, perdendo solo tre partite, e dopo aver vinto ha detto che stava “tifo” Williams nella sua partita del primo turno.

Steve Almassy della CNN ha contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.