Rory McIlroy – Meglio per lo sport se il vincitore dell’Open non è della serie LIV Golf

Strada. Andrews, Scozia – Rory McIlroy Dice che sarebbe meglio per la salute dello sport se il vincitore dell’Open non provenisse da una serie separata di LIV Golf, sostiene la decisione di R&A di non invitare Greg Norman Per celebrare il 150° anniversario del torneo.

McIlroy ha parlato martedì a St Andrews mentre cerca di aggiungere un secondo titolo a quello che ha vinto di nuovo nel 2014 al Royal Liverpool. Questa versione di The Open arriva con discorsi dominanti sulla serie LIV Golf separata dal gioco, un nuovo circuito finanziato dal Fondo di investimento pubblico dell’Arabia Saudita.

Egoista, per me, sì”, ha detto McIlroy quando gli è stato chiesto se il vincitore del World Open di quest’anno non dovesse far parte di Leaf Golf. “Ma alla fine della giornata, tutti qui hanno la stessa opportunità di andare lì e provare a vincere il piatto Claret, indipendentemente dal round in cui stanno giocando o altro.

“Tutti quelli che vinceranno qui questo fine settimana devono essere elogiati per uno dei più grandi successi che questo gioco ha da offrire”.

McIlroy è stato un importante critico della serie LIV, diretta da Norman. Il CEO di LIV Golf, che ha vinto l’Open 1986 a Turnberry e di nuovo a St.

Ma R&A non ha invitato Norman ai festeggiamenti questa settimana, il che significa che ha perso la Champions Dinner e la R&A Celebration of Champions.

McIlroy, che ha giocato al fianco legno di tigreE il Sala della Georgia E il Lee Trevino Nella competizione dei campioni di lunedì, ha detto: “Penso che l’attenzione sarebbe stata un po’ spenta se [Norman had] era qui.

READ  Mike Trout andrà via a causa di un infortunio contro i Red Sox

“Ho sostenuto quella decisione e penso che in questo momento, a causa di tutto quello che sta succedendo nel mondo del golf, penso che sia stata la decisione giusta da prendere. Ma se le cose cambiano in futuro, o qualunque cosa accada, chissà, ma Un giorno potrei vedere dove è sicuramente accolto di nuovo”.

La R&A Association ha spiegato la decisione in una dichiarazione sabato: “Il 150° Open è una pietra miliare molto importante per il golf e vogliamo garantire che l’attenzione continui a concentrarsi sulla celebrazione del torneo e della sua eredità. Sfortunatamente, non pensiamo questo sarà il caso se Greg deve partecipare. Ci auguriamo che quando le condizioni lo consentiranno Greg Greg sarà in grado di partecipare di nuovo in futuro. “

Norman ha risposto dicendo che la decisione era “banale”.

“Sono deluso”, ha detto Norman all’Australia’s Golf Digest. “Pensavo che al team R&A sarebbe stato soprattutto dato il loro posto nel golf mondiale”. “[It’s] Petty, come ho fatto, tutto ciò che ho fatto ha promosso e fatto crescere il gioco del golf a livello globale, dentro e fuori dal campo da golf, per più di quattro decenni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.