Regno Unito: Rishi Sunak lancia l’offerta per essere il nuovo leader del Partito conservatore | Notizia

L’ex ministro delle finanze britannico annuncia un’offerta per sostituire il primo ministro Boris Johnson, che ha detto che si dimetterà.

L’ex ministro delle finanze britannico Rishi Sunak ha annunciato di essere in corsa per sostituire Boris Johnson, tre giorni dopo averlo aiutato a lanciare la serie di dimissioni che hanno portato alla caduta del primo ministro.

Johnson ha annunciato giovedì che si sarebbe dimesso dalla carica di primo ministro dopo una ribellione di massa nel suo partito conservatore, innescata dall’ultimo di una serie di scandali che ha minato fatalmente la fiducia dell’opinione pubblica.

L’imminente partenza di Johnson ha aggiunto incertezza politica a un già difficile mix di alta inflazione, rallentamento della crescita e turbolenze industriali, sullo sfondo della guerra in Ucraina e della continua lotta del Regno Unito per adattarsi alla vita dopo la Brexit.

“Qualcuno deve prendere il controllo di questo momento e prendere le decisioni giuste. Questo è il motivo per cui sono il prossimo leader del Partito conservatore e il tuo primo ministro”, ha detto Sunak in un video pubblicato su Twitter.

“Stiamo affrontando questo momento con onestà, serietà e determinazione, o ci stiamo raccontando fiabe rassicuranti che potrebbero farci sentire meglio ora ma lasceranno i nostri figli peggio domani”, ha detto.

Sunak e il ministro della Salute Sajid Javid si sono dimessi dal governo martedì a pochi minuti l’uno dall’altro, dando inizio a una catena di eventi che hanno portato alla decisione di Johnson di dimettersi.

READ  Il processo Wagatha Christie nel Regno Unito è terminato

Il comitato del partito stabilirà le regole e il calendario per la gara per sostituire Johnson la prossima settimana.

Il budget di Sunak dello scorso anno ha messo il Regno Unito sulla buona strada per sostenere il suo onere fiscale più pesante dagli anni ’50, cosa che secondo i suoi critici ha minato la sua pretesa di sostenere la riduzione delle tasse.

Durante la pandemia di COVID-19, Sunak ha supervisionato circa 400 miliardi di sterline (481 miliardi di dollari) di sostegno economico, evitando un enorme aumento della disoccupazione, ma lasciando che l’indebitamento pubblico raggiunga un record in tempo di pace di fronte a un calo storico del PIL.

La popolarità di Sunak tra i legislatori conservatori è poi diminuita dopo aver aumentato le tasse sul reddito ad aprile per finanziare l’aumento della spesa per la salute e l’assistenza sociale e aver annunciato piani per aumentare drasticamente le tasse sulle società nel 2023.

Anche il deputato conservatore Tom Tugendhat e il procuratore generale Suella Braverman hanno annunciato formalmente le loro nomine.

Una fonte vicina a Hunt ha detto ai media britannici che l’ex ministro della Salute e degli Esteri Jeremy Hunt, che ha perso contro Johnson nel 2019, era “quasi certo” di correre di nuovo.

Johnson resiste

Nel frattempo, Johnson ha continuato a resistere alle richieste di dimettersi immediatamente e di cedere il potere al suo vice, Dominic Raab.

Il portavoce di Johnson ha detto che non c’era dubbio che Raab avrebbe assunto il ruolo di custode.

Il Presidente del Consiglio agisce in linea con i costumi. Rimane primo ministro fino a quando non verrà nominato un nuovo leader del partito e il lavoro del governo continuerà fino a quando non sarà fatto”.

READ  Indigna l'attacco di Bolsonaro al sistema elettorale brasiliano | Jair Bolsonaro

La vice leader laburista Angela Rayner ha affermato che il principale partito di opposizione mirava a un voto di sfiducia in Parlamento se i conservatori non si fossero sbarazzati di Johnson immediatamente.

“È un bugiardo provato ed è intriso di corruzione e non possiamo tirarne fuori altri due mesi”, ha detto in un’intervista alla BBC.

In caso contrario, chiameremo un voto di sfiducia perché chiaramente non ha la fiducia della Camera dei Rappresentanti [of Commons] o il pubblico britannico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.