Rapporto completo: Newgarden strappa la vittoria del Texas all’ultimo minuto a McLaughlin

La grande gara è tornata al Texas Motor Speedway domenica con frequenti sorpassi e un’emozionante fionda di Joseph Newgarden del Team Penske, impedendo la prima vittoria sull’ovale del compagno di squadra Scott McLaughlin sul traguardo. Dopo 248 giri di azione estenuante, Newgarden ha superato McLaughlin vincendo con 0,0669 secondi; A Newgarden è stato attribuito il merito di aver guidato per tre giri sulla 186 McLaughlin controllata per conto di Penske e Chevrolet.

“È stata sicuramente una gara di pazienza”, ha detto Newgarden dopo aver ottenuto la sua 21a vittoria in IndyCar. “Avevamo molte prove da superare; avevamo una gomma anteriore destra che si stava allentando al primo lavoro. All’inizio del secondo tempo ho fatto esplodere tutti. Devo tornare in sesta o settima . Alla fine, ho letteralmente ammesso due giri per dire: ‘Hey Man, non accadrà’. Ero tipo, ‘È finita’. Sai, ha fatto un buon lavoro. Era nella sua posizione, se ne andrà vincere questa gara e lo porterai a casa”.

L’approccio di Newgarden è cambiato quando ha utilizzato il traffico davanti a McLaughlin per investirlo e vincere una gara di resistenza fino alla bandiera a scacchi.

“Il traffico gli ha appena dato una grande opportunità per inseguirlo e provare a fare qualcosa per vincere questa gara”, ha aggiunto Newgarden. “Così sono andato sul lato superiore e ho detto: ‘Sai cosa, se colpissi la recinzione, colpirei la recinzione. Scott vincerebbe comunque e sarebbe un grande giorno per la squadra. Se non colpissi la recinzione , non so cosa sarebbe successo. Quindi prima”.

Marcus Ericsson del Chip Ganassi Racing – in un’altra ottima prestazione – ha portato a casa la sua fondazione al terzo posto mentre i primi sette sono stati riempiti dai piloti Penske e Ganassi. Will Power di Penske è arrivato quarto, Scott Dixon quinto, davanti ai compagni di squadra Jimmy Johnson al sesto e Alex Ballou al settimo.

Dopo la prestazione di Johnson nel 48° Campionato Honda, la guida più impressionante della giornata è stata quella di Rahal Letterman Lanigan Racing di Santino Ferrucci che è passato dall’essere un passante sabato a prendere il posto di Jack Harvey domenica, correndo dall’ultimo al nono posto. Al n. 45 Honda.

READ  Simona Halep naviga nei quarti di finale di Wimbledon. Amanda Anisimova termina la gara Harmony Tan

La gara non è stata perfetta, ma è stato un enorme miglioramento rispetto alle ultime vetture in Texas, dove i piloti erano bloccati sulla corsia inferiore a causa dell’applicazione della mescola di trazione PJ1 della NASCAR nelle corsie superiori. Con l’aumento del carico aerodinamico consentito dalla corona e dalle gomme modificate di Firestone, sono possibili tentativi di sorpasso ancora più aggressivi – entrare nella curva 1, uscire dalla curva 2 e dalla curva 4 – sono possibili.

Non tutti i tentativi di superamento hanno avuto successo. Alcuni piloti ne hanno contattati altri, mentre incidenti individuali, problemi meccanici e al motore hanno portato all’abbandono della gara nove piloti.

Newgarden crede che sia stata la più grande vittoria della sua carriera. McLaughlin pensava che avrebbe dovuto resistere per ammettere la sconfitta. Chevy ha percorso oltre 200 giri e ha concluso 1-2-4 per estendere il vantaggio nel campionato costruttori sulla Honda. Tra un paio di settimane ci incontreremo di nuovo per vedere se il treno Penske-Chevy può essere fermato all’Honda Stadium o se il trio Penske continuerà a possedere la prima parte della stagione.

É successo

La gara di 248 giri è iniziata con Felix Rosenqvist in testa dalla pole position, ma Scott McLaughlin ha ottenuto la pole position alla fine del primo giro. Alexander Rossi sembrava iniziare a correre presto verso la bandiera verde superando diverse auto all’esterno.

Colton Herta si è mosso presto, addirittura sesto dalla nona posizione per i primi giri. Rossi è stato inizialmente penalizzato per il suo salto ma prima di poter prendere la penalità ha rallentato fino a gattonare a causa di problemi con il presunto generatore. La prima cautela è arrivata al 13° giro; ripartire al 16° giro; Ha istigato Kyle Kirkwood, Graham Rahal, Dalton Kellett e Santino Ferrucci.

Patou Oward è andato in carica, utilizzando parti della seconda corsia per eseguire passaggi; Sono andato al P8 dopo essere tornato presto. Al giro 28, Kirkwood è passato al decimo posto mentre McLaughlin aveva 0,28 secondi di vantaggio su Rosenqvist. Dopo lo svedese, Takuma Sato era indietro di 0,87 secondi, poi Herta di 1,3 secondi e Will Power di 2,0 secondi.

Graham Rahal ha quasi colpito il muro della curva 4 al giro 53 quando si è imbattuto in una scivolata di Rinus VeeKay. Presto inizieranno a emergere problemi di durata degli pneumatici in ritardo. VeeKay si è fermato ai box il giro successivo, mettendo in discussione una gara a tre soste. Marcus Ericsson era al giro 57 ed è stato raggiunto da Joseph Newgarden e dal capitano McLaughlin pochi istanti dopo. Rosenqvist è stato il successivo al giro 59. Christian Lundgaard ha fatto un lungo pit stop al giro 61 poiché il carburante ha impiegato un po’ di tempo per trasferire mentre Sato ha mantenuto il comando con Hertha e Bauer in coda. Sato istigato alla fine del giro 61.

READ  Punteggio All-Star Game 2022 MLB, Fast Food: continuazione della serie di vittorie di AL come Giancarlo Stanton, Byron Paxton Homer

A Sato è stato negato l’accesso al suo scavo dove i Malluka erano andati per così tanto tempo a casa sua; Con gli scambi, Kirkwood ha preso il comando. Penalità di velocità ai box per Conor Daly.

Kirkwood è uscito dal comando al giro 67.

Con il pit stop, McLaughlin, Newgarden, Oward, Rosenqvist, Hertha e Dixon erano tra i primi sei. McLaughlin era 12,4 secondi davanti al suo compagno di squadra Newgarden al secondo posto al giro 79.

Il tentativo di superare il traffico veloce ha dimezzato il vantaggio di McLaughlin durante il giro 95 mentre Newgarden correva 6,4 secondi dietro di lui. Il giro 99 ha portato il secondo avviso quando Devlin DeFrancesco è scivolato alla curva 1 ed è entrato in contatto con Sato a destra per tornare in avanti a sinistra in avanti con Sato che è risalito la pista e ha colpito delicatamente il muro della curva 2 prima di farsi strada ai box.

Il giro 104 ha visto il campo bloccato e sia O’Ward che Rosenqvist hanno avuto grossi problemi di scavo. O’Ward è scivolato nel bagagliaio e ha colpito lo smontagomme anteriore sinistro. L’equipaggio ha dovuto riportare indietro l’auto e quindi eseguire il servizio. Anche il Rosenqvist è scivolato troppo a lungo nel box e ha dovuto essere tirato indietro, quindi il cambio della gomma posteriore destra ha avuto bisogno di un secondo tentativo per stringere la ruota, il che ha aggiunto più tempo al processo. Roman Grosjean ha istigato con il fumo avanzato dalla sua Andretti Honda ed è sceso dall’auto.

Rosenqvist e O’Ward sono usciti dai primi sei e si sono riuniti in P16 e P17. Leadership sul campo a questo punto: McLaughlin, Newgarden, Bauer, Dixon, Erickson e Vicki. La ripartenza è arrivata al giro 114 in un solo giro, quando Kirkwood ha fatto un testacoda dopo essere entrato nel complesso PJ1 ed è caduto alla curva 4. Sembrava illeso.

READ  Joe Lacob, proprietario di NBA Fines Warriors, $ 500.000

O’Ward è stato punito per aver colpito uno dei suoi membri dell’equipaggio – Norm Hornitschek – e con cautela per sostituire la sua ala anteriore. Ha perso un tiro nell’interscambio e ha riavviato la P21.

Il riavvio del giro 129 ha visto DeFrancesco, Castroneves e Rahal entrare nel muro alle curve 3 e 4. Castroneves è stato uno spettatore innocente quando DeFrancesco è scivolato sotto la linea bianca e si è arrampicato su Rahal che ha colpito Castroneves. Tutti i conducenti sono stati visti e fatti uscire dal centro di assistenza.

Il giro di 140 giorni ha posto fine a Rosenqvist con un problema meccanico all’angolo posteriore destro.

Il riavvio del giro 150 è stato un Penske 1-2-3 quando McLaughlin ha guidato Newgarden e Power e Newgarden hanno effettuato passaggi alla fine del giro. VeeKay era in carica fino al secondo posto al giro 153 quando McLaughlin ha riconquistato il comando. Newgarden è scivolato in P4 dopo che Dixon è passato. Ericsson è stato il prossimo a essere retrocesso in P6.

VeeKay ha preso il comando al giro 160. Will Power ha superato McLaughlin e VeeKay in un colpo solo per prendere il comando al giro 164. Dixon è migliorato fino al terzo posto.

I primi dieci risparmiatori di carburante e gestori di pneumatici al 177° giro: Power, VeeKay, Dixon, McLaughlin, Ericsson, Newgarden, Herta, Pagenaud, Johnson, Ferrucci.

McLaughlin è passato al P2 e Newgarden al P5. Ericsson ha preso il comando al giro 185 quando le gomme hanno iniziato a diventare un problema per la maggior parte dei velocisti rimasti. VeeKay è stato il primo a rientrare ai box tra i leader al giro 187. Ha fermato Herta alla fine del giro. Ha perso molto tempo – 14,5 secondi all’arresto totale perché il dado della ruota anteriore sinistra ha rifiutato la coppia. Ho perso il seno a causa del problema.

Ha fermato McLaughlin al giro 192. Newgarden e Power lo hanno seguito alla fine del giro. Ericsson era al giro 184.

Lundgaard ha tagliato il muro al giro 232, danneggiando la sua ala anteriore destra. McLaughlin, Newgarden ed Ericsson hanno combattuto per i primi tre con McLaughlin in vantaggio di 0,6 secondi. Herta è stato detto in P11 che aveva bisogno di risparmiare carburante e VeeKay non è riuscito ad arrivare al traguardo con il suo serbatoio.

Quando sembrò che McLaughlin fosse al sicuro, Newgarden rimase scioccato e perse la testa mentre festeggiava in macchina.

Risultati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.