Questa potrebbe essere l’ultima resistenza di Ezekiel Elliott con i Cowboys a causa del suo contratto gonfio

Oxnard, CA – Da allora Cowboy a Dallas Si è verificato Ezechiele Elliot Per uno dei peggiori decenni di declino della storia moderna, sembrava che il tempo stesse ticchettando sulla sua scomparsa.

Mercoledì è stato allestito anche un bootcamp Echo, con una storia familiare di un anno fa. Qualcosa sulla falsariga di: cosa può aspettarsi questa squadra che evade da Ezekiel Elliott in questa stagione, e quanto tempo può aspettare che sia all’altezza del suo livello di stipendio d’élite?

La risposta della scorsa stagione è stata promettente all’inizio, fino a quando Elliott non ha subito una rottura parziale del PCL nella settimana 4, che ha portato a quella che alla fine è diventata una frustrante regressione per i restanti tre mesi del programma. Elliott è rimasto in campo per infortunio, ma non sembrava niente vicino al suo miglior livello di gioco.

Il risultato fu un’amplificazione informale di due domande destinate a pesare su Elliot nel momento in cui cadde Sei anni, 90 milioni di dollari di proroga nel 2019: Come può essere l’élite Elliot che si ritira, e quando questa risposta raggiunge un bivio con il suo stipendio?

Per alcuni, questa intersezione esiste già. Il risultato è stato un ritiro in cui è lecito chiedersi se il 2022 sia l’inizio della fine del suo tempo a Dallas, un punto a cui non sembra pensare nonostante le domande che gli turbinano intorno.

“Penso che sia una grande stagione, ma non puoi guardare troppo lontano”, ha detto Elliott del suo futuro. “Penso che se ti concentri su ogni giorno, se ti concentri sull’avere una buona giornata al campo, se ti concentri su come affrontarlo settimana dopo settimana, penso che tutto si risolverà da solo. E non credo che ci sia davvero un motivo per farlo Guarda così in fondo alla strada. Penso che se mi occupo del mio lavoro ogni giorno, sarò in un’ottima posizione alla fine della stagione. “

READ  Rory McIlroy - Meglio per lo sport se il vincitore dell'Open non è della serie LIV Golf

Il ritorno dei Dallas Cowboys Ezequiel Elliott ha lottato per essere all’altezza della sua massiccia proroga del contratto da quando lo ha firmato nel 2019 (AP Photo/Tony Gutierrez)

Zeke subirà la stessa sorte degli altri proprietari di grandi capitali?

Indipendentemente dal fatto che ci pensi o meno, la motivazione per mettere in discussione l’accordo con Elliott non scomparirà presto. Anche perché i Cowboys ce l’hanno fatta di nuovo in Tony Pollard che a volte ha mostrato una maggiore capacità di giocare in un uso più limitato. Anche perché il contratto di Elliott era apparentemente pronto per essere esaminato fin dall’inizio, grazie a una serie di accordi regressivi d’élite che si sono trasformati in verruche di franchising. È iniziato con il continuo background del disastro di Todd Gurley con i Los Angeles Rams – Che ha visto un’estensione di quattro anni di $ 60 milioni trasformarsi in un disastro indimenticabile per il franchise.

Non finisce qui, poiché tutti gli altri contemporanei RB altamente pagati di Elliott lottano per sbarcare il lunario. Finora, i Carolina Panthers non sono riusciti a ottenere un ritorno sull’estensione quadriennale di 64 milioni di dollari di Christian McCaffrey. Dietro ciò, gli Arizona Cardinals hanno deciso di cercare di sbarazzarsi della proroga triennale di 39 milioni di dollari di David Johnson per una stagione dopo che era stato firmato con lei. Anche l’estensione quinquennale di 75 milioni di dollari di Alvin Kamara dalla stagione 2020 è già sull’orlo di alcune critiche, dati i suoi problemi di salute nel 2021 e Fuori dal campo quella sospensione potrebbe costargli in questa stagione.

Erano tutte storie a sostegno di un’ideologia che aveva messo radici in tutto il campionato. Uno suggerisce che le finestre di running back dovrebbero essere limitate alle loro operazioni di start-up, e quindi le estensioni dovrebbero essere gestite conducendo un accordo difficile e strutturando un contratto con una facile uscita.

READ  Texas Rufy Smith vuole risolvere la saga di Deshaun Watson il prima possibile

Dallas non l’ha fatto con Elliott, con grande dispiacere di una base di fan che apparentemente era diventata frustrata da un giocatore la cui migliore produzione è arrivata nelle sue prime quattro stagioni e poi è svanita dopo il 2019. Ora il 2022 sta entrando in stagioni consecutive di gioco infortunato o inefficace con Pollard che spinge più Tocchi sul campo.

Alcune circostanze che circondano Elliott a volte non hanno aiutato, come l’infortunio di Dak Prescott alla fine della stagione nel 2020 e la rottura interna della linea offensiva che ne è seguita. Elliott ha giocato anche la scorsa stagione a causa di un infortunio al legamento crociato anteriore, dove avrebbe potuto chiudersi per allungarsi piuttosto che macinare tutto ciò che poteva mentre interpretava un ruolo ingrato per aver bloccato la parte superiore della griglia nella zona di difesa.

Il contratto complicherà la decisione di Dallas

La semplice disponibilità non altererà la realtà delle aspettative in questa stagione, visto che Elliott sembra entrare nel mirino del “rimbalzo o meno”. Almeno, è così che appare. Vale la pena notare che la sua economia non sarà così semplice tra un anno.

Mentre l’argomento del rilascio da parte di Elliott di potenziali spoiler per il prossimo ha già preso piede per entrare in questo campo, i numeri non sono così precisi come sembrano. Sì, detiene uno stipendio base non garantito di $ 10,9 milioni nel 2023. Ma ha anche $ 11,86 milioni in vari bonus che accelereranno fino al tetto salariale come denaro morto se verrà scambiato o rilasciato la prossima stagione.

Al livello più elementare, la questione del denaro contro il talento è semplice. I Cowboys potrebbero sbarazzarsi di Elliott e sostenere un costo di $ 11,86 milioni, oppure potrebbero trattenerlo e sostenere un costo di $ 16,72 milioni. Premendo questi due numeri l’uno contro l’altro, si riduce a se Elliott vale la pena portare altri $ 4,86 ​​milioni nel 2023. E in caso contrario, che tipo di giocatore sostituirà Elliott nel roster nel 2023 per soli $ 4,86 ​​milioni.

READ  Il Team Fluff ha vinto il Puppy Bowl 2022

“La domanda è se quest’anno sia ancora in declino”, ha detto una fonte della lega di Elliott. “Sembra essere un giocatore in declino. Se è quello che è, potrebbe essere nient’altro che un modesto calo quando prenderai quella decisione. Se la uccidi quest’anno, ovviamente conosci la risposta, perché sei non troverò un giocatore migliore per lui”. [$4.86 million] per sostituirlo. Ma se scende di nuovo quest’anno, non importa quanti soldi risparmi o meno. A questo punto, è meglio prendere il risparmio e trasferire l’opportunità al giocatore che può farne di più”.

Questo riassunto è lì – colui il quale È la domanda che devono affrontare i cowboy.

Quanto sarà bravo Elliott nel 2022 e quanto costerà la sostituzione nel 2023? Queste domande sono legate alle prossime due stagioni e non solo. Dallas lo sa. Ecco perché lo staff tecnico e il front office continuano a usare tutto il linguaggio che possono raccogliere sul motivo per cui è ancora importante per la squadra.

Ecco perché i capi Stephen Jones afferma che “nessuno compete come Zeke”, come se questo fosse un dato che compensa il divario tra prestazioni e retribuzione.

Ecco perché l’allenatore Mike McCarthy lo ha definito un “giocatore chiave” che fa “tutte le piccole cose extra”, soprattutto perché sa che a Elliott mancano le grandi “cose” statistiche che rendono facile giustificare il suo stipendio.

I Cowboys sono alla ricerca di ragioni per mantenere Elliot nell’ovile fino a quando non tornerà allo stile di gioco che finalmente richiede il suo posto nel 2023. Se può farlo, c’è qualche logica finanziaria per giustificarlo. Se non avesse potuto, avrebbe preso la decisione dei cowboy per loro, non importa quale fosse la colpa questa volta.

L'allenatore dei Dallas Cowboys Mike McCarthy (a destra) continua a esprimere il suo sostegno a Ezequiel Elliott anche se le domande incombono sul futuro di Elliott con la squadra.  (Foto di Cooper Neal/Getty Images)

L’allenatore dei Dallas Cowboys Mike McCarthy (a destra) continua a esprimere il suo sostegno a Ezequiel Elliott anche se le domande incombono sul futuro di Elliott con la squadra. (Foto di Cooper Neal/Getty Images)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.