Polonia, i vicini sono pronti all’afflusso di immigrati

Gli sfollati della cosiddetta Repubblica popolare di Donetsk camminano verso il campo del Ministero russo per le emergenze nel villaggio di Veselo-Voznesenka, sulla costa del Mar d’Azov, il 19 febbraio 2022.

Andrey Borodolino | Afp | Getty Images

come una crisi In Ucraina si svolgonoI paesi vicini stanno osservando da vicino le ricadute.

Paesi di tutto il mondo hanno imposto sanzioni senza precedenti a Mosca, ma le ripercussioni economiche e militari dell’invasione russa dell’Ucraina sono solo una parte del quadro.

L’Europa continentale teme che un’incursione in piena regola possa portare a una grave crisi migratoria – del tipo che non si vedeva dalla seconda guerra mondiale – con gravi costi umani, politici e sociali sia per i rifugiati ucraini che per i paesi in cui sono fuggiti.

In effetti, alcuni paesi dell’Europa centrale hanno già iniziato a fare i preparativi.

La Polonia, che condivide un confine terrestre di 530 km con l’Ucraina, ha dichiarato il mese scorso che si stava preparando ad accogliere fino a 1 milione di rifugiati ucraini, che prevede di ospitare in ostelli, dormitori e impianti sportivi. La vicina Romania prevede l’immigrazione “Centinaia di migliaia‘, mentre Slovacchia e Repubblica Ceca stimano i flussi in decine di migliaia.

Tuttavia, la natura dell’evoluzione della situazione in Ucraina significa che l’entità del potenziale sfollamento di civili non è ancora nota.

“In termini di Europa, questo è probabilmente uno dei maggiori impatti di questa crisi”, ha detto martedì alla CNBC Oksana Antonenko, direttrice dell’analisi del rischio globale presso Control Risks.

Un’invasione completa potrebbe comportare lo sfollamento di milioni di persone

Ucraina, Ospita quasi 44 milioniSega Spostamento interno di circa 1,5 milioni di persone Dopo l’annessione della Crimea da parte della Russia nel 2014, altri si stanno ancora trasferendo in Russia.

È probabile che l’operazione russa all’inizio di questa settimana per impadronirsi delle regioni di Donetsk e Luhansk controllate dai ribelli abbia provocato una migrazione interna e orientale simile, anche se su scale diverse. In effetti, molto è già stato trasferito in Russia.

Ma gli esperti hanno avvertito che l’ulteriore incursione di giovedì nell’Ucraina centrale e occidentale potrebbe avere ripercussioni molto più ampie.

Il governo degli Stati Uniti stima che un’invasione dell’Ucraina potrebbe comportare Da uno a cinque milioni di ucraini per fuggire dal campo di battaglia. Il ministro della Difesa ucraino ha avvicinato questa cifra Da tre a cinque milioni.

Se ciò dovesse accadere, stiamo sicuramente parlando di centinaia di migliaia se non milioni di rifugiati.

Oksana Antonenko

Direttore Global Risk Analysis presso Control Risks

“Se ciò accade, stiamo sicuramente parlando di centinaia di migliaia se non milioni di rifugiati, molto probabilmente in fuga in Europa piuttosto che in Russia”, ha detto Antonenko.

“Se finisci con l’Ucraina occupata dalla Russia, a lungo termine quelli saranno rifugiati europei”, ha aggiunto Rodger Becker, vicepresidente senior dell’analisi strategica di Stratfor presso Rani.

Polonia, Ungheria e Slovacchia sono i principali destinatari

In una situazione del genere, la maggior parte delle persone potrebbe spostarsi via terra verso i paesi di confine: Polonia, Ungheria, Slovacchia, Moldova e Romania. Secondo la politica dell’UE, gli ucraini non richiedono un visto per entrare nell’area Schengen, un’area di viaggio comune tra i paesi dell’UE, che comprende tutte le suddette aree della Moldova e della Romania.

Ma i paesi dell’Europa occidentale come Germania, Francia e Gran Bretagna potrebbero sentire rapidamente la pressione morale di condividere il peso di quella che il ministro della Difesa britannico ha affermato sarebbe stata la peggiore crisi migratoria “dalla guerra”.

Una donna porta i suoi bagagli mentre gli sfollati della Repubblica popolare di Donetsk si siedono su un autobus in attesa di essere trasportati.

Andrey Borodolino | AFP | Getty Images

Il Pentagono ha dichiarato la scorsa settimana che 3.000 soldati statunitensi sono stati dispiegati in Polonia per aiutare a prepararsi per un attacco potenziale afflusso di migranti Dopo che le autorità hanno affermato che devono essere preparate per lo “scenario peggiore”.

“Se c’è una guerra in Ucraina, dobbiamo essere preparati a un afflusso di veri rifugiati, persone in fuga dall’inferno, dalla morte e dagli orrori della guerra”, ha detto alla televisione polacca il viceministro dell’Interno polacco Maciej Wasek.

“Come governo, dobbiamo essere preparati agli scenari peggiori e da tempo il Ministero dell’Interno ha adottato misure per prepararci all’arrivo di un milione di persone”.

La Polonia ospita già una grande comunità ucraina. Sebbene pochi abbiano affermato lo status di rifugiato, la Polonia ha rilasciato una versione 300.000 residenza temporanea Visti per ucraini negli ultimi anni. In effetti, qualche stima fino a 2 milioni Gli ucraini sono emigrati in Polonia dall’annessione della Crimea.

La volontà dell’Europa è ancora in dubbio

Anche quando ciò è possibile, i governi raramente sono completamente preparati. Attualmente si stanno concentrando sul breve termine.

Roger Becker

Vicepresidente senior, Analisi strategica, Ran

Nel frattempo, le implicazioni politiche di tale migrazione di massa non sono prive di preoccupazione. È opinione diffusa che la crisi dei rifugiati del 2015 abbia alimentato il movimento anti-immigrazione di estrema destra che si è diffuso in tutta Europa negli anni successivi. Un simile afflusso di migranti può porre sfide simili in un ambiente post-Covid già precario.

Ma fino a quando i governi non sapranno di più sull’entità di un’ulteriore invasione e sui potenziali effetti della migrazione, è probabile che la loro preparazione sarà limitata.

“Anche quando ciò è possibile, i governi raramente sono completamente preparati”, ha affermato Baker. “Attualmente si stanno concentrando su misure e prevenzione a breve termine”.

“La Polonia è molto sensibile alla situazione”, ha detto, aggiungendo che altri “non stavano cercando e sperando per il meglio”.

READ  L'Ucraina afferma che almeno 13 persone sono state uccise in un attacco missilistico russo contro un centro commerciale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.