Partnership per videogiochi FIFA ed EA Sports End

Tuttavia, questi giochi non offriranno lo stesso tipo di simulazione di abbinamento con cui i fan della versione EA Sports hanno familiarità. Pertanto, ai consumatori verrà chiesto di attendere fino al 2024, quando la FIFA afferma che lancerà un gioco di simulazione calcistica competitivo.

“Posso assicurarvi che l’unico vero gioco chiamato FIFA sarà il miglior gioco disponibile per i giocatori e gli appassionati di calcio”, ha dichiarato Gianni Infantino, Presidente della FIFA. Il ‘nome FIFA’ – che è stato suggerito all’organizzazione di riprendersi per il proprio gioco – ‘è l’unico titolo originale globale’.

L’ultimo accordo tra EA Sports-FIFA è stato firmato 10 anni fa, ma gli anni successivi non solo hanno visto grandi cambiamenti tecnologici, ma probabilmente il più grande tumulto in FIFA, che è quasi andato in pezzi dopo un enorme scandalo di corruzione nel 2015. Infantino, da quando ha preso il controllo Ufficio quell’anno, prova – e spesso fallito Per aprire nuove fonti di reddito.

Wilson ha affermato che quando i colloqui diretti tra Infantino e Andrew Wilson, CEO di Electronic Arts, non sono riusciti a fare progressi, le due parti hanno concordato una separazione amichevole.

“Si trattava davvero di come fornire di più ai giocatori, di più ai fan, come possiamo introdurre più gameplay, come possiamo portare più partner nel gioco, come espanderci oltre i confini del gioco tradizionale”, ha affermato Wilson, la cui associazione personale come architetto di giochi risale a due decenni fa. Il tempo, in un’intervista telefonica.

Oltre a raddoppiare il canone, la FIFA ha anche chiesto la possibilità di associare il proprio marchio ad altri prodotti digitali, inclusi altri videogiochi, secondo le persone che hanno familiarità con le conversazioni. Questo si è rivelato un passo troppo avanti per EA Sports, che ora deve persuadere legioni di fedeli fan ad abituarsi a un altro nome.

READ  Boehle, Plitzer, Harris, Ricketts e la famiglia Paleucca nella rosa dei candidati per l'acquisizione del Chelsea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.