Nuove tensioni con il revisionismo ungherese nella regione. La Croazia condanna le dichiarazioni di Victor Orban, sostenendo che parti della costa adriatica sono separate dall’Ungheria.

Il primo ministro ungherese Viktor Orban ha affermato in un’intervista radiofonica che parti della costa adriatica erano state tagliate fuori dall’Ungheria e che “quelle in mare e nei porti erano in grado di portare petrolio alle petroliere”. Funzionari, riferisce Bloomberg.

Martedì il ministero degli Esteri croato ha dichiarato: “Condanniamo qualsiasi aspirazione regionale di altri stati sovrani.

Orban ha infastidito i suoi vicini in passato, con affermazioni sulla storia regionale del paese, comprese le aree perse a Budapest in base al Trattato del 1920 degli anni ’20, inclusa la pubblicazione di una mappa della “Grande Ungheria” su Facebook nel 2020. Declino dell’Impero Austro-Ungarico.

La Croazia, che governa la maggior parte della costa adriatica orientale con la Slovenia da più di un secolo, è stata offesa dai commenti di Arban secondo cui “l’area è stata sottratta agli ungheresi”.

“Quelli in mare e nei porti possono portare petrolio alle compagnie petrolifere. Se non ce lo avesse preso, avremmo avuto un porto”, ha detto Urban alla Radio di Stato ungherese.

Secondo Bloomberg, il tema delle atrocità ungheresi è innescato anche dalle azioni del presidente russo Vladimir Putin, ex alleato di Victor Orban, che ha lanciato la guerra in Ucraina per occupare i territori a est e sud del Paese.

Definendo il presidente ucraino Volodymyr Zhelensky un “nemico”, Orban si è scontrato con i suoi alleati dell’UE per il divieto di forniture di armi a Kiev e per gli acquisti di petrolio russo.

Lo stesso Orban ha concesso la cittadinanza e il suffragio con il suo governo non solo ai quasi 10 milioni di ungheresi, ma anche ai “milioni” di etnici ungheresi che vivono nei paesi vicini. Tuttavia, rifiuta le critiche secondo cui ha aspirazioni regionali rispetto ad altri stati.

READ  Vittoria sulla campagna di Russia, anche nel Giorno della Vittoria: decine di articoli anti-Putin pubblicati su uno dei più grandi siti

Il ministro degli Esteri ungherese Thomas Menscher ha dichiarato in un post su Facebook che il governo croato aveva frainteso i commenti del primo ministro Orban. “Il Primo Ministro ha menzionato un fatto storico”, ha detto Mencer. “Ci auguriamo che i nostri amici croati non soccombano all’isteria della stampa”.

Fonte foto: Facebook / Viktor Orban

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.