Nuove armi americane per l’Ucraina stanno iniziando a raggiungere i confini del Paese

Il Pentagono ha dichiarato lunedì che i primi carichi di nuovi aiuti militari statunitensi all’Ucraina hanno già raggiunto i confini del paese per essere consegnati all’esercito ucraino, osserva l’Afp.

Giovanni KirbyFoto: Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti

Lo scorso fine settimana, Agerpres ha riferito, citando un anonimo alto funzionario della difesa dell’AFP, che “quattro aerei sono arrivati ​​dagli Stati Uniti con varie attrezzature”.

Il quinto aereo dovrebbe arrivare nelle prossime 24 ore, ha detto, aggiungendo che i nuovi aiuti militari da 800 milioni di dollari all’Ucraina saranno “cinque voli in più giorni” da quando è stato annunciato mercoledì dal presidente Joe Biden.

Il portavoce del Pentagono John Kirby ha detto che la prima nave è arrivata 48 ore dopo la firma di un ordine amministrativo che autorizzava la nave a essere “senza precedenti”.

Un portavoce ha detto che i soldati di stanza nella parte orientale della NATO dall’inizio dell’invasione russa inizieranno ad addestrare l’artiglieria M Ucraina M777 Howitzer per manovrare l’artiglieria sofisticata statunitense “nei prossimi giorni”. Per la prima volta l’Ucraina ha deciso di cedere alle forze armate.

Questi esercizi “si svolgeranno al di fuori dell’Ucraina”, ha detto. “Un piccolo numero di ucraini sarà addestrato all’uso dell’artiglieria obice e poi rimandato nel loro paese d’origine per addestrare i propri compagni”, ha detto il portavoce.

Sebbene la loro maneggevolezza non sia fondamentalmente diversa dall’artiglieria nota all’esercito ucraino, queste artiglierie utilizzano proiettili da 155 mm usati dai paesi della NATO, mentre l’Ucraina ha ancora solo proiettili da 152 mm di fabbricazione russa.

A loro volta, le forze russe stanno iniziando a rendersi conto dell’impatto delle sanzioni sulla fornitura di armi, in particolare missili guidati, ha affermato un alto funzionario del Pentagono.

READ  Reacia Rusiei ufficiale c Statele Unite trim 3.000 de soldaiii Europa de Est: "O musură distructivă"

Ha affermato che le sanzioni “hanno influenzato la capacità di Putin di fare rifornimento e fare rifornimento, in particolare con i componenti di alcuni di questi sistemi e i suoi missili guidati di precisione”. “Ha già un impatto reale su Putin”, ha detto.

“D’altra parte, sappiamo che stanno lavorando duramente per ottenere rifornimenti dal proprio settore della difesa e siamo stupiti di quanto velocemente possano aumentare la produzione di armi”, ha aggiunto. “Le barriere influiscono sulla loro capacità di farlo”, ha detto.

La maggior parte delle armi moderne utilizza chip elettronici e i loro principali produttori sono Taiwan e la Corea del Sud, due alleati degli Stati Uniti che hanno smesso di esportare questi prodotti in Russia in conformità con le sanzioni statunitensi imposte dopo l’invasione dell’Ucraina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.