“Non posso rischiare la mia vita” – Problemi di sicurezza al Festival di Farrell “Qualcosa nell’acqua”

Molti dei partecipanti al festival “Something in the Water” di Farrell si sono lamentati del fatto che l’evento fosse sovraffollato e frenetico e avevano preoccupazioni per la loro sicurezza.

Come Pharrell Williams.qualcosa nell’acquaIl festival è scoppiato a Washington, DC questo fine settimana, con un gran numero di spettatori che si sono lamentati di avere dubbi sulla loro sicurezza durante l’evento.

Katerra Shackelford ha acquistato i suoi biglietti per tre giorni per $ 400 e ha volato da Tampa, in Florida, per il festival. Ma dopo le spiacevoli esperienze di venerdì e sabato, ha detto al WTOP che non sarebbe tornata l’ultimo giorno del festival.

“Entrambi i giorni sono stati terribili”, ha detto Shackleford. “Nessun posto dove sedersi. Niente ombra. Niente acqua. Anche se provi ad andare in bagno, non puoi arrivarci. È stato un brutto spettacolo. “

Descritta come una fanatica dei festival musicali, Shackelford ha detto di aver partecipato a una varietà di festival, ma nessuno è stato così male come la sua esperienza a “Something in the Water”.

“La differenza tra questo festival e altri festival è che non è sicuro”, ha detto. “Il posto è così affollato che non puoi superare la folla. Le persone si stanno facendo largo tra la folla perché sono arrabbiate per non poterlo superare. Sono solo corsie molto strette. “



Molte persone credevano che la sede del festival e il personale non fossero in grado di gestire i circa 28.000 possessori di biglietti e che il pericoloso sovraffollamento fosse inevitabile.

folla “recintata”

Shackleford ha detto che, mentre era tra la folla tra le esibizioni, ha visto un uomo che cercava di sfondare una barriera che era stata colpita dallo staff dell’evento mentre era ancora tra la folla.

READ  Dimostrare Putin o perdere il lavoro: il direttore d'orchestra russo Valery Gergiev dato un ultimatum pubblico | Valery Gergiev

Ha anche descritto di aver visto diverse persone perdere conoscenza durante l’evento – a causa di calore, disidratazione, esaurimento e avvelenamento – ma senza una risposta medica urgente.

“Ti aspetteresti che il personale dell’evento sia al sicuro. Ti aspetteresti che se qualcuno avesse chiesto aiuto, le infermiere sarebbero arrivate”, ha detto Shackleford. “Come qualcuno che va ai festival… ti aspetti che ci saranno protocolli di sicurezza in atto. Era chiaro ed evidente che non c’era niente. Il personale non era formato”.

Diversi utenti su Twitter si sono lamentati del sovraffollamento e dei problemi di sicurezza: è stato loro impedito di tornare dopo aver lasciato 1festival per un po’ per alleviare il sovraffollamento e il caldo. Molti chiedono il rimborso.

Ngiri Nnachi di Boye, nel Maryland, ha detto di essere esausta per la folla caotica e recintata e lo staff dell’evento le ha detto che sarebbe stata in grado di rientrare nella sede quando fosse tornata per vedere l’esibizione di Farrell. Quando è tornata, la polizia e la sicurezza le hanno detto che nessuno poteva entrare.

“Alla fine qualcun altro ci ha chiesto di andare all’altro ingresso sulla Settima Strada, e quando siamo arrivati, un’altra folla si è radunata a cui non era permesso entrare”, ha detto Nnashi. “Ho visto un agente di polizia in un video che ci diceva che nessuno sarebbe stato ammesso fino a quando non avessimo potuto chiamare il botteghino dove abbiamo comprato i biglietti… Ho iniziato a parlare con le persone che uscivano dicendo che erano in preda al panico all’interno, stipate in un soffocamento folla.”

READ  La reunion di TNG della terza stagione non è una passeggiata nella memoria - TrekMovie.com

Nnachi, che non è stata in grado di tornare al concerto, ha detto che l’esperienza frustrante le ha fatto decidere di non partecipare agli eventi di domenica.

“Ho finito per guardare estratti dal vivo di Pharrell e Phriends mentre ero incredibilmente arrabbiata perché ero fuori dal vivo”, ha detto. “Non posso credere di aver pagato così tanti soldi per finire per non vedere le persone che volevo vedere”.

Oggetti personali e sicurezza personale

Altri partecipanti alla festa hanno affermato su Twitter che i loro telefoni erano stati rubati.

Remy, del Maryland, ha detto al WTOP di ritenere che il festival fosse troppo affollato per essere sicuro.

“là [were] Così tante persone che non puoi nemmeno spostarti per raggiungere le stazioni dell’acqua o addirittura fare la fila per prendere il cibo. “Era molto affollato”, ha detto.

Con le temperature che hanno raggiunto gli anni ’90 venerdì, Remy ha detto di aver lottato con il surriscaldamento e di sudare copiosamente durante il festival. Ma quando ha cercato di sfuggire alla folla affollata per ottenere l’acqua gratuita, non ci è riuscita a causa degli ostacoli giovanili.

Oltre ai problemi di sicurezza, i partecipanti al festival si sono anche lamentati della distorsione del suono e dei ritardi significativi nel programma dell’evento. Shackleford dice che non è stata in grado di vedere uno dei suoi artisti preferiti e headliner del festival il primo giorno, Usher, perché la sua esibizione era in ritardo di tre ore.

READ  L'attore Mike Haggerty è caduto in coma dopo aver avuto una reazione avversa a un antibiotico

Mentre si stava godendo i musicisti, Shackleford ha detto che non avrebbe nemmeno partecipato al festival “Something in the Water” – o ai futuri festival nella capitale – di nuovo.

“Non posso rischiare la vita. Non è sicuro.”

Il WTOP ha contattato gli organizzatori dell’evento per un commento.

Gigi Barnett e Joshua Barlow del WTOP hanno contribuito a questa storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.