Nelle immagini, uno sguardo a come è già stata ricostruita una città ucraina: NPR

Distruzione di via Vokzalna a Posha all’inizio di aprile, dopo la partenza delle truppe russe. La foto sotto mostra la strada che è stata ripulita lunedì.

Dmytro Larin / Ukrainska Pravda


Nascondi didascalia

Interruttore didascalia

Dmytro Larin / Ukrainska Pravda


Distruzione di via Vokzalna a Posha all’inizio di aprile, dopo la partenza delle truppe russe. La foto sotto mostra la strada che è stata ripulita lunedì.

Dmytro Larin / Ukrainska Pravda

Questa è la stessa vista di Vokzal’na Street lunedì. Puoi vedere il segno rosso e blu del mercato ATB in entrambe le immagini in alto a destra. Gli ucraini a Bucha hanno rimosso tutti i veicoli distrutti ei detriti dalle strade, aperte al normale traffico.

Greg Mayer / NPR


Nascondi didascalia

Interruttore didascalia

Greg Mayer / NPR


Questa è la stessa vista di Vokzal’na Street lunedì. Puoi vedere il segno rosso e blu del mercato ATB in entrambe le immagini in alto a destra. Gli ucraini a Bucha hanno rimosso tutti i veicoli distrutti ei detriti dalle strade, aperte al normale traffico.

Greg Mayer / NPR

Bucha, Ucraina – Prima c’è stata la battaglia di Bucha. Ora c’è una battaglia per ricostruire il Boca.

La foto in cima a questa pagina mostra la massiccia devastazione su una delle strade principali, Vokzalna Street, all’inizio di aprile, pochi giorni dopo che le truppe russe si erano ritirate dalla loro sanguinosa incursione nel sobborgo di Bucha, all’estremità nord-ovest di Kiev. .

Ora guarda l’immagine direttamente sotto di essa. È la stessa strada, Vokzalna Street, dallo stesso posto, lunedì. Vedete lo stesso segno rosso e blu nella parte in alto a destra di entrambe le foto, una pubblicità per il mercato ATB, che si trova a 550 metri più avanti.

E non solo Vokzal’na Street è stata riparata. Il team NPR ha visitato due volte negli ultimi giorni, trascorrendo diverse ore guidando per la città, senza vedere un solo veicolo danneggiato o distrutto sulle strade.

Anche tutte le macerie sulle strade sono state ripulite e qualunque danno sia stato fatto ai carri armati russi di asfalto a Bucha, non era più visibile.

Ecco una vista satellitare dello stesso tratto di via Vokzalna il 31 marzo.


Le immagini satellitari del 31 marzo mostrano la devastazione lungo Vokzalna Street a Bucha, a 14 miglia dal centro di Kiev. Si possono vedere i resti di carri armati e auto carbonizzate insieme alla diffusa distruzione di edifici.

Maxar

Tutti quei mezzi militari e civili sono stati tirati per aprire i campi ai margini della città che sono stati trasformati in discariche, come potete vedere nelle foto qui sotto.

Gli ucraini hanno rimorchiato tutti i veicoli militari russi distrutti per aprire il lotto ai margini di Bucha.

Greg Mayer / NPR


Nascondi didascalia

Interruttore didascalia

Greg Mayer / NPR


Gli ucraini hanno rimorchiato tutti i veicoli militari russi distrutti per aprire il lotto ai margini di Bucha.

Greg Mayer / NPR

Anche i veicoli civili sono stati spostati alla lotteria.

Greg Mayer / NPR


Nascondi didascalia

Interruttore didascalia

Greg Mayer / NPR


Anche i veicoli civili sono stati spostati alla lotteria.

Greg Mayer / NPR

Naturalmente, ripulire le strade è solo un piccolo passo nel massiccio sforzo di ricostruzione che richiederà anni. Molte case e appartamenti enormi furono bruciati o completamente crollati.

In una giornata piovosa, abbiamo incontrato Valentin Lipatiev, 71 anni, che è tornato nella sua casa distrutta in via Vokzalna. Sperava di parcheggiare la sua auto in un garage dietro la sua casa crollata, per correre di nuovo.

Lipatiev ha detto che i membri della sua famiglia sono fuggiti mentre i russi hanno preso d’assalto la città, inclusa una grande presenza nella stradina proprio di fronte a casa sua.

“Ho visto i carri armati russi rotolare e li ho visti cadere su questa strada”, ha detto.

“Ho visto questa guerra svolgersi davanti ai miei occhi fuori dalla finestra del mio soggiorno”, ha aggiunto. “Quando ho capito che sarei morto molto presto, sono corso nel mio seminterrato. E quando ho capito che avrei potuto non essere al sicuro lì, sono corso dall’altra parte della strada”.

Rimase in quell’edificio, che era più grande della sua casa, per 10 giorni, ei russi andavano su e giù per la strada. Finalmente sono riuscito a uscire e andare fuori città. tornato di recente.

Valentin Lipatiev, 71 anni, visita la sua casa distrutta in via Vokzalna. “Ho visto i carri armati russi rotolare e li ho visti cadere per questa strada”, ha detto. “Ho visto questa guerra svolgersi davanti ai miei occhi fuori dalla finestra del mio soggiorno”, ha aggiunto. Quando ho capito che presto sarei stato un uomo morto, sono corso nel caveau. Quando ho capito che potevo non essere al sicuro là fuori, sono corso dall’altra parte della strada.

Greg Mayer / NPR


Nascondi didascalia

Interruttore didascalia

Greg Mayer / NPR


Valentin Lipatiev, 71 anni, visita la sua casa distrutta in via Vokzalna. “Ho visto i carri armati russi rotolare e li ho visti cadere per questa strada”, ha detto. “Ho visto questa guerra svolgersi davanti ai miei occhi fuori dalla finestra del mio soggiorno”, ha aggiunto. Quando ho capito che presto sarei stato un uomo morto, sono corso nel caveau. Quando ho capito che potevo non essere al sicuro là fuori, sono corso dall’altra parte della strada.

Greg Mayer / NPR

Mentre Lipatiev stava smistando le macerie della sua casa in questa giornata piovosa, molti dei suoi concittadini erano nel municipio di Bucha, che era affollato, in modo ben organizzato. Gli avvisi sulla porta d’ingresso forniscono ai residenti i numeri da chiamare se cercano consiglio. C’è anche un elenco telefonico di obitori locali per le persone che stanno ancora cercando di localizzare la famiglia e gli amici scomparsi.

Vadym Yevdokymenko aiuta in questo compito orribile.

“La maggior parte delle storie sono molto tristi”, ha detto. “Ma almeno, troviamo corpi di individui in modo che i membri della famiglia non debbano chiedersi cosa sia successo loro. Sono in grado di seppellirli con dignità e possono salutarli”.

Molti residenti che vengono al municipio cercano un alloggio permanente e assistenza finanziaria per la ricostruzione.

Ogni giorno il Comune di Bucha è impegnato con i residenti che cercano alloggio, aiuto nella ricostruzione di case e aziende danneggiate e altri servizi.

Greg Mayer / NPR


Nascondi didascalia

Interruttore didascalia

Greg Mayer / NPR


Ogni giorno il Comune di Bucha è impegnato con i residenti che cercano alloggio, aiuto nella ricostruzione di case e aziende danneggiate e altri servizi.

Greg Mayer / NPR

Zana Rohovets, 55 anni, ha detto che l’appartamento della sua famiglia è stato danneggiato, ma può essere riparato.

“La città dice che prima o poi tutti avranno un posto dove vivere o un compenso per la propria casa. Ma con la guerra così com’è, al momento non sono in grado di farlo. E quella promessa arriverà solo dopo che la guerra sarà finita ,” lei disse.

Attualmente sta a casa dei suoi parenti che hanno viaggiato all’estero e si considera fortunata.

“Penso che, indipendentemente dalla situazione, non finirò per strada, anche se ciò significa che vivremo in posti angusti e scomodi”, ha detto. “Almeno, abbiamo una famiglia su cui possiamo contare e ci sono sicuramente persone qui in città che si trovano in una situazione peggiore”.

Questa abitazione prefabbricata, a destra della foto, è stata collocata nel cortile di una scuola. La scuola è stata danneggiata e chiusa dai russi, ma i bambini stanno tutto il giorno nei campi da gioco circostanti.

Greg Mayer / NPR


Nascondi didascalia

Interruttore didascalia

Greg Mayer / NPR


Questa abitazione prefabbricata, a destra della foto, è stata collocata nel cortile di una scuola. La scuola è stata danneggiata e chiusa dai russi, ma i bambini stanno tutto il giorno nei campi da gioco circostanti.

Greg Mayer / NPR

Un operaio ripara i dormitori prefabbricati che presto apriranno per i residenti di Bucha le cui case sono state distrutte. La Polonia ha donato alloggi che possono essere costruiti in pochi giorni.

Greg Mayer / NPR


Nascondi didascalia

Interruttore didascalia

Greg Mayer / NPR


Un operaio ripara i dormitori prefabbricati che presto apriranno per i residenti di Bucha le cui case sono state distrutte. La Polonia ha donato alloggi che possono essere costruiti in pochi giorni.

Greg Mayer / NPR

A breve termine, a Bucha vengono forniti dormitori prefabbricati che sono stati donati dalla Polonia. Molti di loro sono già stati raggruppati nei cortili delle scuole e nei parcheggi.

Ogni unità, che comprende bagni e cucine in comune, può ospitare fino a 90 persone. L’elettricità e l’impianto idraulico vengono collegati e le famiglie dovrebbero iniziare a trasferirsi entro pochi giorni.

Walking around Boca è uno studio sui contrasti. Guarda in una direzione e troverai un condominio in rovina che dovrà essere demolito e ricostruito. Guarda dall’altra parte, gli adolescenti giocano a calcio e a basket nel parco, i giovani genitori spingono i loro figli nei passeggini e i caffè e i mercati hanno un flusso costante di clienti.

Mentre molte parti della città impiegheranno anni per ricostruire, i bambini giocano all’aperto, le famiglie sono nel parco e i caffè e i negozi hanno un flusso regolare di clienti.

Greg Mayer / NPR


Nascondi didascalia

Interruttore didascalia

Greg Mayer / NPR


Mentre molte parti della città impiegheranno anni per ricostruire, i bambini giocano all’aperto, le famiglie sono nel parco e i caffè e i negozi hanno un flusso regolare di clienti.

Greg Mayer / NPR

E durante la ricostruzione, Bucha ha una colonna sonora distinta: mazze, lo scricchiolio di una sega sfrigolante e la macinazione di trapani elettrici.

Greg Meyer è il giornalista della sicurezza nazionale di NPR. seguilo @gregmire1.

Julian Hayda è un produttore di NPR.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.