“Menù completo” di tortura dei prigionieri ucraini: scosse elettriche, pillole sconosciute, percosse, mancanza di acqua e abusi sessuali

L’avvocato del popolo Lyudmila Denisova afferma che i prigionieri di guerra ucraini sono stati torturati dalle forze armate russe, secondo The Give Independent.

I soldati ucraini si arresero ad AzovstalFoto: EyePress News / Editoriale Shutterstock / Immagini Profimedia

Secondo Denisova, i prigionieri ucraini sono stati collocati in fondamenta e recinti, quindi trasferiti nei centri di detenzione di Donetsk e poi nei centri di detenzione di Daganrok e Voronezh in Russia.

“Durante lo scambio, i soldati ucraini hanno chiuso gli occhi, portato una borsa sulla testa e legato le mani con delle corde. Sono stati torturati, minacciati di morte, aggrediti e tenuti prigionieri”, ha detto Denisova.

Tortura da shock e pillole sconosciuti

Durante l’interrogatorio, Denisova ha descritto in un post su Facebook di avere prigionieri di guerra ucraini in ginocchio, picchiati alle dita, con ferite aperte da un letto di mitragliatrici, e i russi strangolati con bende usando le pinze.

Sono stati anche torturati con scosse elettriche, percosse e calci.

L’esercito ucraino dice che i russi hanno dato loro droghe sconosciute con la lettera “M” su di loro, dopo di che sono svenuti e hanno perso conoscenza.

La storia degli occupanti che creano l’inno, emblema e bandiera della Federazione Russa, “Scusate noi, i nativi russi” Soldati ucraini, la storia – altrimenti – furono torturati.

Le prigioniere di guerra furono costrette a fare sesso

Le prigioniere di guerra ucraine detenute a Donetsk hanno detto che almeno 17-20 di loro erano in stanze per 2-3 persone. Invece di un gabinetto, è un secchio. Le donne hanno perso la possibilità di prodotti per l’igiene e biancheria. Sono stati sottoposti a pressioni psicologiche: prigionieri ucraini sono stati brutalmente picchiati davanti a loro. Anche le donne prigioniere erano costrette a fare sesso.

READ  La Russia ha inviato aerei da guerra nucleari nello spazio aereo svedese

L’esercito ucraino non aveva accesso alle strutture mediche vitali e all’acqua. “Era solo 1,5 litri per 30-40 persone, dieta bassa – c’era una fetta di pane e strutto nella dieta quotidiana”, ha scritto Denisova.

leggi di più:Fino a che punto si spingerà la Russia con la campagna patriottica: il Cremlino vuole casi come Norimberga per giustificare l’invasione

—-

Vedi tutte le informazioni sulla guerra in Ucraina dal vivo qui – Giorno 94

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.