Mariah Carey affronta una causa per “All I Want For Christmas Is You”

Segnaposto durante il caricamento delle azioni dell’articolo

La cantante Mariah Carey è stata citata in giudizio per il verme dell’orecchio di Natale, “All I Want for Christmas Is You”, da un cantautore che afferma di aver violato il copyright della sua canzone con lo stesso titolo, che è stata pubblicata cinque anni prima del suo successo nel 1994 .

Andy Stone, il cui nome d’arte è È Vince Vance, parte della band Vince Vance & the Valiants, che ha intentato una causa contro Carey, 53 anni, venerdì presso la corte federale di New Orleans. Sta chiedendo un risarcimento per almeno 20 milioni di dollari e rivendica, tra le altre cose, la violazione del copyright e l’arricchimento illecito.

Carrey è stato selezionato nella causa con il co-sceneggiatore Walter Afanasyev e la compagnia musicale Sony.

I documenti del tribunale descrivono Vance come un artista autonomo che nel 1989 ha co-scritto una canzone intitolata “All I Want for Christmas Is You” e l’ha registrata in uno studio a Nashville. Successivamente è stato rilasciato e “ha ricevuto una pesante trasmissione in onda durante il periodo natalizio del 1993 … ha iniziato ad apparire nelle classifiche musicali di Billboard”.

La canzone di Carrie ha lo stesso nome ma non è identica testi e musica, nel 1994 nel suo album “Buon Natale”. La causa afferma che Carey e gli altri imputati “non hanno chiesto né ottenuto il permesso” da Vance di utilizzare, riprodurre o distribuire la canzone e li accusa di aver violato i suoi diritti d’autore.

Ecco uno sguardo all’interno di uno dei più importanti problemi di copyright dell’ultimo decennio e di come gli esperti distinguono tra violazione e ispirazione. (Video: Daron Taylor, Sarah Hashmi/The Washington Post)

Carey non ha commentato pubblicamente la causa. Sony Music non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento all’inizio di sabato.

READ  Wordle 311 26 aprile Suggerimenti: Lottando con Wordle oggi? TRE INDIZI PER AIUTARE A TROVARE UNA RISPOSTA | giochi | intrattenimento

Mariah Carey in un bar del Texas che ha bandito “All I Want for Christmas” fino al 1° dicembre: “Era ora”

La canzone di Carrie è diventata un classico di Natale e un punto fermo nelle classifiche delle vacanze ogni anno, rendendo poco chiaro il motivo per cui la causa è stata intentata solo ora.

Il copyright generalmente non si estende ai soli titoli delle canzoni, con decine di voci registrate A proposito di “All I Want for Christmas Is You” presso l’US Copyright Office a partire da sabato.

I documenti del tribunale affermano che gli avvocati di Vance hanno inizialmente contattato Carey e altri nell’aprile 2021 e hanno seguito una lettera a dicembre. “Anche dopo aver informato gli imputati delle preoccupazioni, l’attore non è stato in grado di raggiungere alcun accordo sull’uso di All I Want for Christmas is You”, ha affermato la causa.

La polizia ha detto che un uomo ha fatto irruzione nel Dallas Museum of Art e ha danneggiato antichi manufatti

Carey, noto per i suoi successi come “Fantasy” ed “Hero”, è stato inserito nella Songwriters Hall of Fame di quest’anno, che sito web Ha descritto la sua parte come un “gruppo d’élite di cantautori” e ha detto che “ha scritto o co-scritto 18 delle 19 canzoni numero uno della Billboard Hot 100”.

Ha ottenuto la sua prima canzone negli Stati Uniti con la canzone “Vision of Love” nel 1990 e ha continuato a vincere 5 grammi Premi, 3 Guinness World Records Indirizzi E il Ivor Novello Ha vinto un premio per il suo eccezionale stile a 5 ottave, che le è valso la celebrità internazionale per le sue esibizioni musicali.

READ  Johnny Depp riceve un caloroso benvenuto alla Royal Albert Hall di Londra

“All I Want for Christmas Is You” di Carey è ancora estremamente popolare, in streaming oltre un miliardo di volte sul servizio musicale. spotify Per alcuni, un annuncio non ufficiale dell’inizio del periodo natalizio. Ma altri dicono che è diventato sopravvalutato e fastidioso, con un solo bar in Texas l’anno scorso bandire Riproduci la canzone prima del 1° dicembre e successivamente consenti di riprodurla solo “una volta a notte”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.