L’Unione Europea ripristina i profitti delle compagnie energetiche invece di limitare il prezzo del gas russo

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

  • I paesi dell’UE chiedono al blocco di proporre un tetto alle entrate inaspettato
  • I ministri hanno anche chiesto la proposta dell’UE di un tetto massimo per il prezzo del gas
  • Paesi che resistono al piano dell’Unione Europea di ridurre il prezzo del gas russo

BRUXELLES (Reuters) – I ministri dell’Energia dell’Unione europea venerdì hanno incaricato Bruxelles di redigere entro pochi giorni proposte per ridurre i ricavi dei produttori di energia non gassosa e aiutare le compagnie energetiche a rimanere a galla.

Ma mentre cercavano di proteggere i cittadini dall’aumento dei prezzi dell’energia che ha portato l’inflazione in tutto il continente a livelli record, i ministri si sono ritirati da proposte più divise per frenare i prezzi del gas russo.

In una riunione di emergenza a Bruxelles, i ministri hanno invece chiesto alla Commissione europea di proporre massimali più ampi per i prezzi del gas, anche se la stessa Commissione europea ha rapidamente versato acqua fredda sulla fattibilità di un’idea del genere.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

I paesi dell’UE hanno anche approvato la proposta dell’Esecutivo di fornire fondi di emergenza alle società energetiche che devono far fronte a requisiti di salvaguardia sempre maggiori e hanno incaricato la Commissione di progettare tali misure.

“Tutti hanno fretta di trovare una soluzione” tra le preoccupazioni dei ministri per l’impatto dell’aumento dei prezzi dell’energia su case e imprese, ha affermato il ministro dell’Energia svedese Khachiar Fermanbar.

Il piano inaspettato dell’UE, ancora da chiarire, vedrebbe i governi tagliare le entrate in eccesso dalle centrali eoliche, nucleari e a carbone che attualmente possono vendere la loro energia a prezzi record determinati dal costo del gas, e utilizzare i soldi per frenarle . Bollette dei consumatori.

READ  Il Covid ha chiuso la fabbrica Tesla. Il titolo sale perché ci sono anche buone notizie.

La sintesi dell’incontro affermava che le compagnie di combustibili fossili avrebbero dovuto versare un “contributo di solidarietà”.

“Prendere parte di quel profitto extra e riciclarlo a casa ha senso”, ha affermato venerdì il ministro dell’Ambiente irlandese Eamon Ryan in merito alle raccomandazioni della commissione.

Martedì dovrebbe rivelare le proposte. Il ministro dell’Industria ceco Josef Sekila ha affermato che i ministri dell’energia potrebbero tenere un’altra riunione di emergenza alla fine di questo mese per negoziare e approvare i piani finali.

Non c’è un tetto per i prezzi del gas russo ora

Il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato questa settimana che Mosca avrebbe interrotto tutte le forniture all’Europa se fosse stato applicato un tetto massimo al prezzo del gas russo. Alcuni paesi che ancora ricevono gas russo hanno affermato di non essere disposti a rischiare di perdere quella fornitura.

“Se le restrizioni sui prezzi vengono imposte esclusivamente al gas russo, è chiaro che ciò comporterà un’interruzione immediata delle forniture di gas russo”, ha affermato il ministro degli Esteri ungherese Peter Szyjjarto.

Il ministro italiano per la transizione ambientale Roberto Singolani ha affermato che 15 paesi dell’UE si sono espressi a favore di un tetto massimo per tutte le importazioni di gas. Ma i paesi, compresi i Paesi Bassi, hanno espresso dubbi.

“Non direi che c’è un ampio sostegno per un ampio limite (gas)”, ha detto ai giornalisti il ​​ministro di Stato olandese per le industrie estrattive Hans Villbreev.

La Commissione europea ha avvertito che il limite dei prezzi del GNL in Europa potrebbe rischiare di dirottarlo verso altre regioni, privando l’Europa del carburante tanto necessario.

READ  L'"introduzione" dell'aereo passeggeri più veloce del mondo all'era dei viaggi supersonici

“Dobbiamo stare attenti a non mettere a repentaglio la nostra sicurezza per mettere a rischio le forniture”, ha affermato il commissario europeo per l’Energia Kadri Simpson.

L’esecutivo dell’UE non ha incluso un tetto massimo ai prezzi del gas nell’elenco delle misure che ha proposto ai paesi prima della riunione di venerdì.

I dati Refinitiv hanno mostrato che le spedizioni di gasdotti russi attraverso le tre rotte principali verso l’Europa sono diminuite di quasi il 90% negli ultimi 12 mesi. Mosca ha accusato i tagli alle forniture di problemi tecnici causati dalle sanzioni occidentali per l’invasione dell’Ucraina.

VNG [RIC:RIC:VNG.UL]Venerdì, uno dei maggiori importatori tedeschi di gas naturale russo è diventato l’ultima compagnia energetica europea a cercare il sostegno del governo a causa dei tagli alle forniture a Mosca. Leggi di più

Con i paesi dell’UE che sostengono l’idea di “strumenti di liquidità di emergenza” a livello dell’UE per aiutare le aziende che devono far fronte a crescenti requisiti di garanzia, venerdì il presidente della Banca centrale europea Christine Lagarde ha affermato che i governi, non le banche centrali, dovrebbero aiutare le società energetiche sotto pressione dalla volatilità del mercato . . Leggi di più

(1 dollaro = 0,9914 euro)

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Segnalazione di Kate Abnett). Rapporti aggiuntivi di Jan Luptaka, Sabine Siebold, Bart Meijer e Maren Strauss. Scritto da Ingrid Melander e Kate Abnett; Montaggio di Edmund Blair, Elaine Hardcastle e Thomas Janowski

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.