L’Ucraina sollecita la costruzione di un corridoio di evacuazione per l’acciaieria di Mariupol

Il Dipartimento per la sicurezza interna ha dichiarato giovedì che l’amministrazione Biden richiederà ai cittadini statunitensi, alle imprese e ai gruppi senza scopo di lucro di sponsorizzare i rifugiati ucraini per fornire protezione umanitaria temporanea negli Stati Uniti.

Il nuovo programma di sponsorizzazione dei rifugiati, che inizierà lunedì, diventerà il percorso principale che l’amministrazione spera di raggiungere Promessa di accogliere 100.000 rifugiati ucraini che hanno lasciato il loro paese dopo l’invasione russa.

Dallo scoppio della guerra, secondo l’agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati, più di cinque milioni di ucraini sono fuggiti nei vicini paesi dell’Europa orientale, creando una massiccia emergenza di rifugiati. I leader europei hanno chiesto agli Stati Uniti di accogliere più rifugiati, in particolare quelli che hanno amici o legami familiari negli Stati Uniti, ma l’amministrazione Biden ha impiegato del tempo per creare un programma che consentisse agli ucraini di ottenere un rapido permesso di trasferirsi.

Nell’ambito del programma, chiamato Unione per l’Ucraina, i cittadini e i gruppi statunitensi dovranno certificare la loro capacità finanziaria di sponsorizzare i rifugiati ucraini e gli ucraini devono presentare domanda per il programma già associato alla sponsorizzazione privata.

Se approvato, gli ucraini potranno entrare nel paese per motivi umanitari temporanei nell’ambito di un programma noto come libertà vigilata umanitaria per un massimo di due anni. A differenza del tradizionale programma per i rifugiati, questo nuovo processo non consentirà automaticamente ai rifugiati di diventare residenti permanenti negli Stati Uniti. Ciò riflette la convinzione tra i funzionari dell’amministrazione Biden che la maggior parte dei rifugiati ucraini voglia tornare a casa il prima possibile e non stia cercando un reinsediamento permanente.

READ  Spiegata la crisi economica dello Sri Lanka

Funzionari del DHS hanno stimato che una volta che il programma dell’Unione per l’Ucraina sarà operativo, gli ucraini dovrebbero poter venire negli Stati Uniti circa una settimana dopo aver presentato la domanda. Oltre ad avere uno sponsor approvato, i rifugiati devono avere diverse vaccinazioni, comprese quelle per Covid-19, e sottoporsi a controlli di sicurezza di base.

Il programma funzionerà in modo simile a un programma creato per gli afgani che sono stati evacuati da Kabul lo scorso agosto. Come gli afgani, i rifugiati ucraini riceveranno permessi di lavoro. A differenza degli afgani, non potranno beneficiare di benefici pubblici a meno che il Congresso non approvi una nuova legge come ha fatto per i rifugiati afgani.

L’amministrazione non ha ancora determinato come gli ucraini che non hanno famiglia o amici intimi possano contattare organizzazioni private interessate alla loro sponsorizzazione, ma i funzionari hanno affermato che sperano che un qualche tipo di programma di abbinamento sarà presto disponibile.

Una volta lanciato il programma, gli Stati Uniti smetteranno di trattare i rifugiati ucraini che lo sono Sono volati in Messico per chiedere asilo Ai valichi di frontiera legali. Da febbraio, i funzionari di frontiera hanno concesso la libertà vigilata umanitaria ad almeno 5.000 ucraini, la maggior parte dei quali lungo un ponte di confine vicino a San Diego. Migliaia di pensieri in più Aspettare oltre confine a Tijuanadove il governo messicano ha allestito un rifugio temporaneo in un palazzetto dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.