L’Ucraina minaccia di distruggere il “ponte Putin” costruito dai russi sullo stretto di Kerch

Giovedì l’Ucraina ha dichiarato che attaccherà un ponte costruito dalla Russia sullo stretto di Kerch, che collega la penisola di Crimea.

Sebbene non sia stato possibile stabilire immediatamente l’autenticità di questo documento di quasi 300 pagine, l’intelligence militare ucraina ha rilasciato dettagli sulla costruzione del ponte, sostenendo che si trattava di informazioni ufficiali russe. L’annuncio arriva il giorno dopo che il generale ucraino Dmitro Marchenko ha affermato che il ponte sarebbe stato “l’obiettivo numero uno” se Kiev avesse ricevuto le armi necessarie. Ha detto che Mosca utilizzerà il ponte per trasportare merci in Crimea e nell’Ucraina meridionale.

A partire dal 2018, questo ponte lungo 18 chilometri collegherà la penisola di Crimea con la Russia continentale.

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha affermato che sono state prese tutte le misure precauzionali per garantire la sicurezza della Crimea. È a conoscenza delle recenti minacce di Kiev di prendere di mira il ponte del Cremlino, ha aggiunto Peskov.

Mosca ha minacciato di bombardare Kiev se l’edificio venisse attaccato.

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha affermato che la minaccia del generale ucraino Marchenko era contraria alle promesse del presidente ucraino Volodymyr Zhelensky ai partner occidentali di non utilizzare armi a lungo raggio per attaccare il confine russo.

Tuttavia, Kiev continua a riferirsi alla Crimea occupata come a un territorio appartenente all’Ucraina.

Fonte foto: Agenzia stradale federale della Federazione Russa tramite Wikimedia Commons (Rosavdodor)

READ  La Spagna invia navi da guerra nel Mar Nero e pensa di inviare aerei da guerra nella regione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.