L’ostacolo occidentale: quale assistenza militare dovrebbe essere fornita all’Ucraina per ritirarsi dalla guerra?

Nonostante l’ampia assistenza militare all’Ucraina da parte dei paesi occidentali, cresce la preoccupazione per la rapidità con cui l’esercito ucraino potrebbe ridurre le sue riserve mentre aspri combattimenti si intensificano nel Donbass, dice. CNN.

Volodymyr Zhelensky esamina i missili lanciati dalle nazioni occidentaliFoto: EyePress News / Editoriale Shutterstock / Immagini Profimedia

Alla luce di queste pressioni, l’ex tenente generale Ben Hodges, un ex luogotenente generale, ha affermato domenica che i funzionari statunitensi devono essere chiari nel definire i loro obiettivi e che gli Stati Uniti si impegnano a fare tutto il possibile per aiutare l’Ucraina a vincere. In un’intervista in Europa CBS.

Ha affermato che, sebbene l’ultimo round di aiuti statunitensi sia stato “sostanziale”, non è stato sufficiente.

“Gli ucraini hanno un disperato bisogno di missili a lungo raggio, artiglieria e droni, che giocheranno un ruolo chiave in questa o quella fase della guerra e quando inizierà”, ha detto Hodges. Perché “questa opportunità è per noi nelle prossime due settimane per interrompere davvero le operazioni della Russia”.

La grande domanda è dove sia Putin la “linea rossa”.

Senza provocare il presidente russo a prolungare la guerra mettendo in pericolo le truppe della NATO, determinare dove si trova la “linea rossa” di Putin e fino a che punto può continuare ad aiutare l’Ucraina è una delle maggiori sfide per l’amministrazione Biden e i suoi alleati finora. .

Mentre gli Stati Uniti si preparano a inviare un pacchetto di aiuti da 800 milioni di dollari la scorsa settimana, la Russia ha avvertito in una nota diplomatica al Dipartimento di Stato che ci saranno “conseguenze imprevedibili” se gli Stati Uniti e i loro alleati continueranno a inviare armi pesanti in Ucraina. .

READ  Immagina per un secondo di essere stato trasposto nel mondo guidato dal karmico di Earl.

Esperti militari hanno spiegato che la mossa potrebbe indurre la Russia a considerare di prendere di mira non solo le armi quando raggiungeranno il confine ucraino, ma anche i convogli di rifornimenti della NATO che trasportano armi ai confini dell’Ucraina.

Quando i leader mondiali cercano di capire cosa pensa Putin – fino a che punto può spingersi nel tentativo di punire i paesi che aiutano l’Ucraina – il presidente austriaco Carl Nehmar, che ha incontrato Putin faccia a faccia La scorsa settimana, Putin ha chiarito che credeva che avrebbe vinto la guerra e che stava agendo “secondo la sua logica di guerra”.

“Crede che la guerra sia necessaria per garantire la sicurezza della Federazione Russa e non si fida della comunità internazionale. Incolpa gli ucraini per il genocidio nella regione del Donbass”, ha detto Nehmmer alla NBC domenica. Per la propaganda immaginaria che Putin disprezzava per giustificare le sue azioni di aggressione contro l’Ucraina.

“Ora è nel suo mondo, ma penso che sappia cosa sta succedendo in Ucraina ora”, ha detto il presidente austriaco.

Vladimir Putin e Carl Nehammer (Foto di AFP / Profimedia)

Date le enormi sfide che deve affrontare un leader con una mentalità così distorta e difficile, Zhelensky cerca di persuadere i leader mondiali a impegnarsi nella prossima fase dell’azione, avvertendo che dovrebbero essere preoccupati per le possibili conseguenze dei prossimi passi di Putin. – compreso il fatto che potrebbe usare un’arma nucleare tattica perché ha mostrato così poco valore per la vita umana durante la sua invasione dell’Ucraina.

Gli Stati Uniti aiuteranno a salvare l’Ucraina senza inviare le proprie truppe

Finora, gli sforzi occidentali contro la Russia si sono dimostrati sorprendentemente efficaci.

READ  80 km di camion al confine tra Polonia e Bielorussia. I conducenti hanno cercato di lasciare l'UE a mezzanotte

Sul fronte militare, l’equipaggiamento militare e gli aiuti forniti dagli Stati Uniti e dall’Europa hanno svolto un ruolo chiave nell’arrestare il progresso della Russia. Il sistema missilistico anticarro Javelin, ad esempio, ha dato agli ucraini l’opportunità di combattere i carri armati russi ed è diventato un simbolo popolare del processo.

Aiuto occidentale e antiucrainismo

L’Ucraina nel suo insieme non dovrebbe vincere; Ci vorrà molto tempo prima che la Russia si costringa a cambiare i suoi piani. Quindi, per aiutare ulteriormente gli ucraini, gli Stati Uniti ei loro alleati potrebbero facilmente creare ciò che stanno già facendo.

Allo stesso tempo, però, gli Stati Uniti devono stare attenti a come appariranno queste azioni a Mosca. Molto irritati, i russi potrebbero interpretare male i segnali e Putin potrebbe attaccare obiettivi della NATO. Potrebbe trasformarsi in una guerra nucleare che nessuno, Ucraina inclusa, ha vinto.

Prova CNN, CBSHotNews.ro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.