Lo Sri Lanka sospende unilateralmente i pagamenti del debito estero, afferma di aver bisogno di soldi per le necessità

COLOMBO/LONDRA (Reuters) – La banca centrale dello Sri Lanka ha dichiarato martedì che pagare il proprio debito estero è diventato “difficile e impossibile” poiché cerca di utilizzare le riserve di valuta in diminuzione per importare beni essenziali come il carburante.

Le riserve della nazione insulare sono diminuite di oltre due terzi negli ultimi due anni, poiché i tagli alle tasse e la pandemia di COVID-19 hanno colpito duramente la sua economia dipendente dal turismo ed esposto la spesa alimentata dal debito pubblico.

Le proteste di piazza contro la carenza di carburante, elettricità, cibo e medicine sono continuate per più di un mese.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

“Dobbiamo concentrarci sulle importazioni principali e non dobbiamo preoccuparci del servizio del debito estero”, ha detto ai giornalisti il ​​governatore della banca centrale dello Sri Lanka P Nandalal Weerasinghe.

“Siamo arrivati ​​al punto che estinguere il debito è difficile e impossibile”.

Weerasinghe ha affermato che la sospensione dei pagamenti continuerà fino a quando il Paese non avrà raggiunto un accordo con i creditori e sostenuto da un programma di prestiti con il Fondo monetario internazionale. Lo Sri Lanka inizierà lunedì i colloqui formali con l’istituto di credito globale per i prestiti di emergenza.

I pagamenti del debito estero del paese sono di circa 4 miliardi di dollari in scadenza quest’anno, incluso 1 miliardo di dollari in obbligazioni sovrane internazionali in scadenza a luglio. Lunedì due cedole sono dovute.

“Questo è un default. Era inevitabile”, ha affermato Murtaza Jafferji, amministratore delegato dell’intermediazione JB Securities.

“Questo è positivo per l’economia perché stavamo utilizzando le scarse risorse in valuta estera per pagare il nostro debito quando non potevamo permettercelo. Questo rilascerà denaro ai nostri cittadini. La vanità è stata sostituita a spese della nostra popolazione”.

READ  La Siria afferma che 3 soldati sono stati uccisi in un attacco missilistico israeliano vicino a Damasco

Ha affermato che la decisione dello Sri Lanka copre circa $ 25 miliardi di debito bilaterale e commerciale, che include circa $ 12 miliardi di obbligazioni sovrane internazionali.

“L’unica sorpresa è che il management di Colombo ha impiegato così tanto tempo per venire a patti con la realtà sul campo”, ha affermato Timothy Ash, senior strategist dei mercati emergenti presso BlueBay Asset Management.

“Ha senso annunciare un ritardo nel pagamento fino a quando non elaborano un programma con il Fondo monetario internazionale e concordano condizioni con gli obbligazionisti”, ha affermato.

I dati di Tradeweb hanno mostrato che le obbligazioni sovrane denominate in dollari dello Sri Lanka hanno goduto di buoni guadagni martedì, con emissioni a lungo termine in rialzo di oltre 1 centesimo per dollaro.

Le sue obbligazioni in valuta forte vengono scambiate per lo più a livelli molto angoscianti di poco meno di 40 centesimi sul dollaro, mentre le sue obbligazioni del 25 luglio vengono scambiate a poco più di 50 centesimi, secondo i dati Refinitiv.

Il governatore Wierasinghe ha affermato che la richiesta di pagamento è stata accolta in buona fede, sottolineando che il Paese di 22 milioni di persone non è inadempiente sui propri debiti.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Scritto da Devgyot Ghoshal e Krishna In Das; Montaggio di Ed Osmond e Raju Gopalakrishnan

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.