Live Text Guerra in Ucraina, giorno 111. Continua l’offensiva russa nel Donbass / Tomba comune con civili uccisi trovati a Fuchs / Si dice che 32.500 russi siano morti dall’inizio della guerra / Sberbank, staccata dal sistema Swift / Prigionieri dell’Azovstal, trasferiti

Aggiornamento 14:30 Cremlino: nessun dettaglio sulle spedizioni di grano da Kiev

Non ci sono ancora indicazioni dall’Ucraina sui dettagli sull’esportazione di grano o su qualsiasi altra cosa voglia esportare, citato dal Cremlino Dass.

Aggiornamento 14:10 Mosca: l’Arsenale Priluki è stato attaccato

Il portavoce del ministero della Difesa russo Igor Konashenkov ha citato Doss dicendo che il deposito di armi e munizioni era l’obiettivo di missili a lungo raggio che hanno colpito ieri la città di Briluki, nel nord dell’Ucraina. Dozzine di magazzini sono stati attaccati ieri, ha detto il funzionario.

Aggiornamento 14:00 Moscow Pro Authority: l’area di Kherson sarà russa per sempre

“Non siamo già in grado di ritirarci dalla Federazione Russa”, ha affermato Kirill Stremousov, vice capo dell’amministrazione militare imposta dalla Russia nella regione ucraina di Kherson. In un comunicato citato dall’agenzia di stampa Ria Novosti, ha sottolineato che il territorio di Stromozov “rimarrebbe russo per sempre”. “Per ricostruire, dobbiamo ricordarci di rilasciare passaporti ai cittadini della Federazione Russa, e pensiamo che saremo davvero a casa e staremo bene”, ha aggiunto.

Aggiornamento 13:00 I prigionieri di Azovstal sono stati trasferiti nella colonia penale

Toss riferisce che 88 prigionieri ucraini che si sono arresi alle forze russe il 20 maggio sono stati trasferiti dal centro di detenzione della Repubblica popolare di Lukansk al penitenziario di Suhodolsk nella stessa regione dopo aver combattuto nello stabilimento Azovstal di Mariupol. . La fonte ha affermato che il trasferimento doveva consentire agli investigatori di lavorare.

Aggiornamento 12:00 La banca russa Sberbank Swift si è disconnessa dal sistema

Sberbank e altri due istituti bancari russi sono stati tagliati fuori da Swift oggi: il quotidiano online Meduza riporta che la decisione è stata presa all’inizio di questo mese nell’ambito di una serie di 6 sanzioni dell’UE contro il governo russo per aver invaso l’Ucraina.

Aggiornamento 11:30 L’esercito ucraino è a 18 km da Gershon, un massiccio attacco di artiglieria

L’esercito ucraino si trova a 18 km dal Gershon temporaneamente occupato e sta lanciando massicci attacchi di artiglieria contro le posizioni nemiche. Lo ha annunciato il consigliere di Feigin al capo dell’ufficio del presidente Alexei Arrestovich durante la trasmissione in diretta.

READ  L'Ucraina minaccia di distruggere il "ponte Putin" costruito dai russi sullo stretto di Kerch

AGGIORNAMENTO 11:20 È iniziato il processo all’avvocato per i crimini di guerra

La procura ucraina ha annunciato che è in corso un’indagine sui crimini di guerra a seguito dell’annuncio di ieri della scoperta di una nuova fossa comune in Fucsia con i corpi di almeno 7 civili. Il corpo è stato trovato vicino al villaggio di Myrotsky, dove molti sono stati “colpiti da proiettili con mani e ginocchia legate”.

AGGIORNAMENTO 11:10 Cinque uccisi nella regione separatista di Donetsk

L’agenzia di stampa russa Tass ha riferito che almeno cinque persone sono rimaste uccise in un’esplosione di bombe nella regione separatista ucraina di Donetsk e 33 persone sono rimaste ferite in un “bombardamento delle forze ucraine”.

Nuovi battaglioni russi a Chevroletonetsk

Ukrinform scrive che i russi hanno rafforzato la loro presenza a Severdonetsk inviando ulteriori battaglioni. I russi hanno rafforzato il gruppo spostando due squadre tattiche di battaglione nell’insediamento di Kremina-Rubisne. Con l’aiuto dell’artiglieria, ha effettuato operazioni offensive nella città di Chevrodonetsk, cercando di mettere piede nel centro della città.

Cremlino: “Le sanzioni sono un boomerang per l’Occidente”

“La Russia non dovrebbe tornare a Boomerang come un paese molto grande (con ostacoli, ndr) alla guerra”, ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov in una lunga intervista all’agenzia di stampa russa Toss The Next International Economic Forum a San Pietroburgo. Il 17 giugno sarà presente il presidente Vladimir Putin. “Tutte queste sanzioni, comprese le sanzioni (contro la Federazione Russa), incidono sui prezzi dell’energia, del cibo e così via”, ha detto Peskov, aggiungendo che Putin affronterà sicuramente la questione nel suo discorso.

Aggiornamento 11:00 Kiev: 32.500 soldati russi sono stati uccisi dall’inizio della guerra

Le vittime della Russia il giorno dell’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca il 24 febbraio sono state stimate in 32.500, secondo un rapporto quotidiano dello Stato maggiore delle forze armate ucraine, che non può essere verificato in modo indipendente. Secondo l’esercito ucraino, la Russia ha perso finora circa 32.500, 1434 carri armati, 3503 veicoli corazzati, 721 sistemi di artiglieria, 229 missili multimissili e 97 sistemi di difesa aerea. Secondo il bollettino, che ha aggiornato i dati, le forze russe hanno perso 213 aerei, 179 elicotteri, 2.473 auto, 13 unità navali e 588 droni a causa di pesanti combattimenti.

READ  Mike Tyson ha accoltellato un passeggero che lo ha disturbato durante il volo

Aggiornamento 10:30 Cimitero Generale Cittadini FUCIA: “Loro Torturarono”

Le autorità ucraine affermano di aver trovato una fossa comune contenente corpi di civili vicino a Bukea, nella regione di Kiev. Secondo la polizia locale, i corpi di 7 civili sono stati trovati vicino al villaggio di Miroke, molti dei quali “con manette e ferite alle ginocchia”, secondo The Guardian, capo della polizia locale Andrei Nibitov. Un rapporto afferma che i corpi trovati sono stati torturati. Sono in corso i lavori di identificazione. L’ufficio del procuratore nazionale ucraino ha confermato che è iniziata un’indagine sui crimini di guerra.

“L’esercito russo non ha smesso di condurre operazioni offensive nell’area orientale del Donbass e di lanciare missili e attacchi aerei sulle infrastrutture”. Lo ha affermato nella dichiarazione mattutina dello Stato maggiore delle forze armate ucraine, in cui si afferma che “non ci sono stati cambiamenti significativi nelle operazioni delle forze armate bielorusse nelle regioni di Wallin e della Polinesia”.

Zelensky ha precedentemente invitato il cancelliere tedesco Kiev a mostrare pieno sostegno, accusando Olaf Scholz di essere troppo preoccupato per le conseguenze delle relazioni di Berlino con Mosca.

In un’intervista con l’emittente tedesca ZDF, Zelenski ha dichiarato:

“Abbiamo bisogno dell’assicurazione del presidente Scholes che la Germania sosterrà l’Ucraina.

Lui e il suo governo devono decidere: “Non ci può essere compromesso tra l’Ucraina e le relazioni con la Russia”.

Il presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zhelensky, ha descritto la vittoria tattica contro le forze russe e ha descritto un po’ di più sui combattimenti nel Donbass.

“Nei combattimenti nel Donbass, l’esercito ucraino sta ancora combattendo con l’esercito russo.

Questo nonostante il notevole vantaggio dei russi in termini di dimensioni dell’equipaggiamento e soprattutto dei sistemi di artiglieria.

READ  L'ostacolo occidentale: quale assistenza militare dovrebbe essere fornita all'Ucraina per ritirarsi dalla guerra?

Il costo di questa guerra è troppo alto per noi. È spaventoso. Attiriamo l’attenzione quotidiana dei nostri alleati sul fatto che solo un numero sufficiente di pezzi di artiglieria moderna per l’Ucraina garantirà il nostro beneficio e, in definitiva, la fine della tortura russa sul Donbass ucraino.

Volodymyr Zhelensky ha detto di aver parlato questo pomeriggio con il primo ministro olandese Mark Rutte in segno di gratitudine per la sua “assistenza” ai Paesi Bassi in Ucraina.

“Siamo in trattative con il Primo Ministro dei Paesi Bassi, Mark Rudd. Il Fronte è stato informato sulla situazione attuale; ringrazio i Paesi Bassi per la loro assistenza all’Ucraina di fronte all’aggressione russa. È stato discusso il percorso dell’Ucraina verso l’integrazione europea Ci auguriamo che il sostegno dei Paesi Bassi!”

Zhelensky: il bilancio della guerra del Donbass “terrificante”

Volodymyr Zhelensky ha dichiarato lunedì notte che le forze russe si stavano avvicinando per catturare la strategica città orientale, affermando che i feroci combattimenti per i Siverodonets stavano avendo un impatto “terrificante” sull’Ucraina.

Il presidente ucraino ha fatto le osservazioni durante un telegramma alla nazione ieri sera, ha riferito l’AFP.

“Il costo umano di questa guerra è troppo alto per noi, è semplicemente terrificante.

La guerra per il Donbass sarà senza dubbio ricordata come una delle guerre più violente della storia militare europea.

Trasmetti in tempo reale le notizie più importanti della giornata, distribuisci a distanze uguali e metti Mi piace La nostra pagina Facebook!

Segue Mediafax su Instagram Guarda immagini e storie affascinanti da tutto il mondo!

Il contenuto del sito web www.mediafax.ro è progettato per le tue informazioni personali e solo per uso. Questo Proibito MEDIAFAX ripubblica il contenuto di questo sito in assenza di accordo. Per ottenere questo accordo, contattaci a [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.