L’India ha avuto mesi di caldo soffocante e questa settimana diventerà ancora più calda

La peggiore ondata di caldo è prevista per la fine di questa settimana fino alla fine di questa settimana, con temperature che si aggirano intorno ai 10-15°F (5-8°C) sopra la norma in tutto il nord e nord-ovest dell’India e in parti del Pakistan.

Più di un miliardo di persone sarà esposto al calore eccessivo – il 10% della popolazione mondiale, secondo Scott Duncanun severo esperto di clima.

Questa regione, inclusa Nuova Delhi, può resistere a temperature da medie a massime di 40 gradi Celsius, il che significa che sono possibili temperature superiori a 110 e fino a 120 gradi Fahrenheit.

Sfortunatamente, questo caldo non dormirà.

Le temperature estreme di notte possono essere mortali

Poco o nessun riposo si verificherà durante le ore notturne perché le temperature minime non scenderanno al di sotto di 86 gradi Fahrenheit (30 gradi Celsius) in molte aree.

Lunghi periodi di notti calde possono essere mortali perché limitano la capacità del corpo di riprendersi dalla calura del giorno.

Questo è un grave problema per la popolazione indiana poiché gran parte di loro vive senza aria condizionata, il che crea una situazione pericolosa per la vita, soprattutto per gli anziani.

Barmer, una città dell’India, ha già registrato un massimo di 45,1 gradi Celsius – 113 gradi Fahrenheit – martedì.

Lo stesso giorno, una stazione in Pakistan ha stabilito il record per la temperatura massima più alta nell’emisfero settentrionale a 116,6 gradi Fahrenheit (47 gradi Celsius), secondo il Massimiliano Herreraesperto di eventi meteorologici estremi.

Il soffocante mese di marzo ha battuto il record di temperatura di 122 anni

In vista dell’attuale forte ondata, le temperature sono state costantemente al di sopra della media per marzo e aprile.

La temperatura media massima per l’India nel suo insieme registrata a marzo 2022 è stata la più alta registrata negli ultimi 122 anni, secondo il Dipartimento meteorologico indiano (IMD).

La temperatura media alta per marzo di quest’anno è stata di 33,10°C (91,58°F), battendo il precedente record del 2010 di 33,09°C (91,56°F).

Una ragazza che vende acqua usa un ombrello per proteggersi dai raggi del sole a Nuova Delhi.

Dall’11 marzo, le ondate di caldo hanno colpito 15 stati indiani e territori sindacali, secondo il Center for Science and Environment (CSE), aggiungendo che “Rajasthan e Madhya Pradesh hanno sofferto di più tra gli stati, con 25 ondate di caldo e forti ondate di caldo durante questo periodo periodo.” .

READ  L'incontro con i fantasmi del principe Harry con Charles è durato 15 minuti: Report

Il modello di pressione associato alle condizioni di La Niña, che attualmente domina l’Oceano Pacifico, è durato più a lungo del previsto. Questo, insieme alle onde calde provenienti dall’Artico, ha causato la formazione di ondate di calore, secondo Raghu Murtogod, uno scienziato del clima presso l’Università del Maryland.

Murtogodi ha aggiunto che l’attuale impatto di La Niña sulla primavera e l’estate in India è del tutto inaspettato.

Le ragazze si coprono la testa mentre camminano e bevono acqua nel caldo torrido pomeridiano di Mumbai.

Aprile e maggio, noti come la stagione pre-monsonica, sono solitamente i mesi più caldi dell’anno in cui la regione cuoce all’infinito.

Questo calore continuerebbe ad aumentare nei mesi estivi se non fosse stato per la copertura nuvolosa e la pioggia fornite dalla stagione dei monsoni.

Il sollievo, sebbene benvenuto, sta lentamente arrivando.

Il la stagione dei monsoniche porta all’India piogge più abbondanti e temperature più fresche, inizia generalmente all’inizio di giugno nella parte meridionale del paese.

Tuttavia, ci vuole più di un mese per portare sollievo in luoghi dell’India settentrionale, che attualmente stanno vivendo la peggiore ondata di caldo.

Il lato positivo è che i modelli mostrano che le precipitazioni monsoniche stagionali sono probabilmente il 99% di quelle che sono normalmente, secondo IMD.

I monsoni sono vitali per la regione in quanto forniscono gran parte delle precipitazioni annuali dell’India, aiutano l’irrigazione per l’agricoltura e forniscono sollievo dalle intense ondate di calore durante la stagione pre-monsonica.

Le ondate di caldo in India non faranno che peggiorare

Come con molti altri eventi meteorologici estremi, le ondate di calore diventeranno più intense di conseguenza Cambiamento climatico.

“Il futuro delle ondate di calore sembra peggiore anche con una significativa mitigazione del cambiamento climatico, e molto peggio senza mitigazione”, ha affermato Al-Fateh Al-Taher, professore di idrologia e clima al MIT.

READ  I consiglieri di Putin "hanno paura di dirgli la verità" sull'errore dell'Ucraina, afferma il presidente russo Vladimir Putin, capo del GCHQ

L’India è tra i paesi che dovrebbero essere maggiormente colpiti dagli effetti della crisi climatica, secondo l’organismo delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, l’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC).

I cambiamenti nelle precipitazioni monsoniche in India potrebbero avere conseguenze devastanti per più di un miliardo di persone
Scorso Stato del rapporto scientifico dell’IPCC Nell’agosto 2021, è stato notato con “alta sicurezza” che le temperature estreme erano aumentate nell’Asia meridionale e che quelle temperature estreme in aumento erano attribuibili al cambiamento climatico causato dall’uomo.

“Sono previste ondate di calore più intense per periodi più lunghi e una frequenza maggiore sull’India”, afferma il rapporto.

Senza alcun cambiamento, una potenziale crisi umanitaria potrebbe verificarsi in tutta l’India poiché è probabile che gran parte del paese diventi troppo caldo per viverci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.