L’evoluzione di Apple da Steve Jobs a Tim Cook

Una mela È cresciuta fino a diventare l’azienda più preziosa al mondo e ha dato i suoi frutti quando Steve Jobs ha costruito il gigante della tecnologia e come ex Chief Design Officer Jony Ive e attuale CEO Tim Cook Portandolo al livello successivo.

Questo è secondo il corrispondente tecnologico del New York Times Tripp Mickle il libro“Dopo Steve: come Apple è diventata un’azienda da trilioni di dollari e ha perso la sua anima”, che offre uno sguardo dietro le quinte Una mela Dopo la morte di Jobs, lotta attraverso gli archi di carriera dei suoi migliori luogotenenti.

Michael ha parlato con più di 200 CEO e dipendenti Apple attuali ed ex, nonché con figure chiave nella storia di Apple, come funzionari dell’amministrazione Trump e influencer culturali, per spiegare come i risultati dell’azienda siano stati costosi. Il libro solleva la questione filosofica se le corporazioni debbano essere luoghi in cui l’arte conduce al commercio o dove il commercio detta l’arte.

Apple accusata di tenere un sindacato in un negozio del World Trade Center

Michael ha detto a FOX Business che uno dei punti più importanti che ha imparato mentre scriveva il libro era quanto fosse importante Steve Jobs per il successo del gigante della tecnologia.

READ  Il nichel è sceso di nuovo del 12% al ribasso al London Metal Exchange

“Apple ha dovuto trovare un modo completamente nuovo per fare a meno di Steve Jobs perché era letteralmente al bivio, come i raggi al volante, per tutto ciò che facevano, e si meritano il merito di averlo scoperto ed eccellere nel modo in cui hanno fatto”, ha detto disse. “Ma allo stesso modo, dal momento che Jobs è stato così fondamentale nella guida del prodotto, nessun altro si è presentato a riempirgli le scarpe. Jony Ive l’ha fatto durante l’Apple Watch e solleva la questione di quanto tempo possono rimanere sul loro esistente linee di prodotti e come introducono un altro dispositivo rivoluzionario. ?”

Dalla morte di Jobs nell’ottobre 2011, Michael afferma che Apple è diventata un riflesso del CEO Tim Cook, con una maggiore attenzione a preoccupazioni come i costi e l’efficienza operativa negli ultimi dieci anni.

“Steve Jobs era guidato dall’intuizione e dall’istinto e prendeva decisioni rapidamente e in gran parte in base ai propri gusti, indipendentemente dal fatto che quei gusti fossero la sua sensibilità per il software o qualche tipo di sensibilità estetica, che aumentava rispetto ad altri”, osserva. “Tim Cook è una persona che si sente davvero a suo agio a vivere nei fogli di calcolo. Si concentra davvero sui numeri. Tende ad analizzare le cose e pensarci profondamente prima di prendere decisioni. Quindi sono passato da qualcuno che prende decisioni audaci a qualcuno che preferisce il metodo al Magia.”

nastro protezione altro cambiano cambiano %
AAPL società di mele 137.59 +0,24 + 0,17%

Alla chiusura di venerdì, la capitalizzazione di mercato di Apple è di $ 2,2 trilioni. Secondo i dati di Dow Jones Markets, le azioni Apple sono aumentate del 918,51% in base al rendimento del prezzo e dell’1.091,35% in base al rendimento totale dalla morte di Jobs.

Porta la tua attività FOX in movimento facendo clic qui

Andando avanti, Michael crede che la sfida più grande di Apple sia la sua continua dipendenza dalla Cina.

“L’abbiamo visto intensificarsi più e più volte negli ultimi cinque anni”, sottolinea. “Lo abbiamo visto accadere quando è iniziato il COVID e le fabbriche hanno chiuso e Apple ha dovuto abbassare le sue linee guida perché non sarebbe stata in grado di realizzare i dispositivi di cui aveva bisogno perché dipendeva fortemente dagli impianti di produzione in Cina per farlo. Lo stiamo vedendo di nuovo adesso.”

Come i suoi concorrenti, anche Apple sta affrontando continue interruzioni della catena di approvvigionamento e un’inflazione che si avvicina al livello più alto degli ultimi 40 anni. Tuttavia, ha osservato Mikkel, Apple ha battuto i suoi colleghi quando si tratta di garantire e negoziare prezzi favorevoli per i componenti per la fabbricazione dei suoi prodotti.

“Ciò deriva dalla sua capacità di soddisfare la domanda, ad esempio, la linea di computer Mac dell’anno scorso in un momento in cui alcuni dei suoi colleghi stavano lottando per ottenere chip per realizzare laptop”, aggiunge.

Anche Apple rileva un file Spingere i sindacati in crescita tra i lavoratori del commercio al dettaglio. Sebbene Meckel abbia riconosciuto le sfide poste dal movimento, ha affermato che era “piuttosto silenzioso” a causa del passaggio di Apple alle vendite digitali e al supporto per i suoi prodotti.

CLICCA QUI PER LEGGERE DI PIÙ SUL BUSINESS FOX

In definitiva, Mikhel spera che i lettori imparino a conoscere la tensione in corso all’interno di Apple per bilanciare gli aspetti creativi e finanziari del business mentre continua a crescere e i consumatori apprezzano i prodotti.

Ha sottolineato che “non esiste una risposta giusta o facile a un qualche tipo di gestione di queste tensioni”. “Queste sono le due cose che devono lavorare insieme per realizzare i prodotti che Apple ha avuto nel corso degli anni”.

Dopo Steve: come Apple è diventata un’azienda da trilioni di dollari e ha perso la sua anima Vendi ora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.