L’erede di McDonald’s riceve un reddito record in Russia. Qual è il prodotto più popolare che i russi stanno in linea

Vkusno & Tochka, il successore della catena di fast food americana McDonald’s in Russia, ha venduto il record di 120.000 hamburger il giorno dell’inaugurazione. Secondo Oleg Paroev, direttore dell’azienda, Le Figaro.

Ordina da McDonald’s in RussiaFoto: Twitter

“Il primo giorno abbiamo venduto quasi 120.000 hamburger. Non ho mai visto un simile ritorno da quando McDonald’s ha operato in Russia”, ha detto a Reuters Oleg Prov.

Il 12 e 13 giugno 50 ristoranti del nuovo marchio hanno riaperto a Mosca e dintorni dopo tre mesi di chiusura.

Lunghe code in fila davanti alla “vetrina” di fast food del marchio in piazza Pushkin a Mosca, dove il primo ristorante McDonald’s della Russia ha aperto nel gennaio 1990.

Oleg Barrow, amministratore delegato della società, ha detto a Reuters che non si aspettava che una richiesta del genere sarebbe durata. Tuttavia, spera che il nuovo proprietario, Alexander Gower, superi l’obiettivo di crescita prefissato poco prima della pianificazione.

Il nuovo proprietario vuole aprire più ristoranti

Govor prevede di aprire 1.000 ristoranti in quattro o cinque anni, rispetto agli 850 ristoranti precedentemente aperti con il marchio McDonald’s.

Alexander Gower, che gestisce già 25 ristoranti, ha affermato di aver acquistato circa 700 ristoranti.

L’erede della catena McDonald’s deve cambiare le ricette

Lo sviluppo della nuova squadra dovrà affrontare alcuni ostacoli. Ad esempio, nel menu mancano i prodotti primari di McDonald’s.

Oleg Paroïev ha recentemente affermato: “Abbiamo dovuto ritirare alcuni prodotti perché avevano un rapporto molto stretto con McDonald’s, come McFlurry e Big Mac”.

“Questa è una perdita enorme”, ha detto a Reuters, aggiungendo che la cucina alternativa è in lavorazione.

READ  Ben Stiller incontra Volodymyr Zhelensky a Kiev: "Sei il mio eroe"

Inoltre, la bevanda acida Coca Cola sarà presto scomparsa in Russia. Le azioni sono in calo e l’azienda è alla ricerca di un nuovo fornitore di bevande. Ci vorrà del tempo per stabilire il nuovo marchio, ma Oleg Barrow è ottimista.

“I nostri ospiti useranno il nuovo nome”, promette.

(fonte News.ro)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.