Leader Nato: c’è ancora una soluzione diplomatica al conflitto in Ucraina, la federazione invierà una proposta scritta alla Russia – Internazionale

Il segretario generale della coalizione Jens Stoltenberg ha dichiarato martedì che la NATO invierà una proposta scritta al Cremlino questo fine settimana “per cercare di trovare una via da seguire” in mezzo alle crescenti tensioni sul dispiegamento delle forze russe al confine con l’Ucraina. Dalla CNN, scrive News.ro.

“Sottolineiamo la nostra disponibilità a sederci e discutere di disarmo, disarmo, trasparenza delle operazioni militari, meccanismi di riduzione del rischio e altre questioni relative alla sicurezza europea. Ascoltate le preoccupazioni della Russia”, ha affermato Stoltenberg.

Il leader della NATO ha dichiarato la scorsa settimana che la Federazione militare occidentale invierà presto le sue proposte scritte alla Russia, in risposta alle richieste di difesa di Mosca, raccomandando seri colloqui sul controllo degli armamenti e sulle misure di trasparenza per le operazioni militari e il dispiegamento di missili.

I commenti di Stoltenberg arrivano il giorno dopo che la NATO ha annunciato che alcuni stati membri stavano mettendo in guardia i militari. Per inviare ulteriori navi e aerei da guerra nell’Europa orientale.

Questi movimenti hanno identificato i timori di una possibile invasione russa dell’Ucraina sulla scia delle manovre militari di Mosca che hanno innescato una serie di espansioni nei rapporti con la NATO.

Parlando da Bruxelles, Stoltenberg ha affermato che c’è ancora “una via diplomatica” per uscire dalla crisi Russia-Ucraina, ma che la Russia dovrebbe allentare la situazione ed essere pronta a impegnarsi in negoziati politici con la Russia in buona fede. . “

La Russia ha stazionato decine di migliaia di truppe vicino al confine ucraino dallo scorso anno, inviando truppe nella vicina Bielorussia il mese prossimo per esercitazioni congiunte, temendo che le autorità ucraine potessero agire come una vera e propria “arena operativa”. Condurre l’attacco.

READ  Mircea Geoana: L'esercito ucraino è un esercito della NATO perché lo abbiamo addestrato per molti anni

Il Cremlino ha ripetutamente negato i piani per invadere l’Ucraina, ma ha affermato che il sostegno della NATO al paese rappresentava una minaccia crescente nella Russia occidentale.

“La NATO non dispiegherà forze di combattimento della NATO in Ucraina, ma dobbiamo essere sicuri che non ci siano malintesi sulla nostra disponibilità e sul nostro impegno a proteggere tutti gli alleati, specialmente nella parte orientale dell’alleanza”, ha affermato Stoltenberg. La Coalizione ha aumentato la sua presenza nella parte orientale delle regioni nere e baltiche.

In una dichiarazione lunedì, gli Stati membri della NATO hanno annunciato una serie di dispiegamenti nell’Europa orientale nei giorni scorsi.

La Danimarca ha inviato una nave da guerra nel Mar Baltico e ha inviato quattro caccia F-16 in Lituania; I Paesi Bassi hanno inviato due caccia F-35 in Bulgaria; La Francia ha espresso la sua disponibilità a inviare truppe in Romania; E gli Stati Uniti stanno valutando la possibilità di aumentare la propria presenza militare nell’est.

Il rapporto non suggerisce che le truppe saranno utilizzate per assistere l’Ucraina, che non è un membro della NATO.

Stoltenberg ha detto alla CNN che la NATO stava considerando di espandere la sua posizione “nel sud-est dell’alleanza, con una maggiore presenza avanzata o gruppi combattenti”.

“Una forte difesa è il modo migliore per prevenire qualsiasi attacco a qualsiasi paese amico della NATO e il modo migliore per prevenire i conflitti”, ha aggiunto.

I colloqui ad alto livello tra i paesi occidentali e la Russia si sono conclusi all’inizio di questo mese senza alcun progresso, il che ha messo in discussione le prospettive future di detenzione e diplomazia.

Gli Stati Uniti ei loro alleati della NATO sperano che i colloqui conducano la Russia sulla via della “crescita e della diplomazia”, ​​ma i funzionari russi sono indignati dal rifiuto degli Stati Uniti e della NATO di sostenere un controverso elenco di esigenze di difesa.

READ  Soldati delle minoranze etniche - criminali di guerra e carne da cannone dell'esercito russo in Ucraina

Le richieste includono il divieto all’Ucraina di aderire alla NATO e il ritiro dell’alleanza dall’Europa orientale.

Gli Stati Uniti ei loro alleati della NATO hanno ripetutamente affermato a Mosca che tali proposte non potevano essere l’inizio dei negoziati.

Leggi gli ultimi sviluppi della situazione in Ucraina su LIVETEXT su HOTNEWS.RO:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.