Le ultime notizie della guerra ucraino-russa: aggiornamenti in tempo reale

KRYVYI RIH, Ucraina – Una richiesta di tradimento è arrivata a Oleksandr Vilkul il secondo giorno di guerra, in una telefonata del suo vecchio collega.

Il signor Vilkul, rampollo di una potente famiglia politica nel sud-est dell’Ucraina che era stato a lungo considerato nutrito di opinioni filo-russe, ha accettato questa chiamata mentre le forze russe avanzavano a poche miglia dalla sua città natale, Kryvyi Rih.

“Ha detto: ‘Olksandr Yuryevich, se guardi la mappa, vedi che la situazione è predeterminata’”, ha detto Velkul, ricordando una conversazione con un altro ministro in un ex governo ucraino filorusso.

“Hanno firmato un accordo di amicizia, cooperazione e difesa con la Russia e avranno buoni rapporti con te”, ha detto l’ex collega. “Sarai una persona importante nella nuova Ucraina”.

Lo spettacolo è fallito in modo spettacolare. Una volta iniziata la guerra, ha detto Vilkul, un’area grigia è trapelata dalla politica ucraina. I razzi hanno bombardato la sua città natale, rendendo chiara la scelta: resisterà.

“Ho risposto con volgarità”, ha detto il signor Failcol in un’intervista.

credito…David Gutenfelder per il New York Times

Se i primi mesi della guerra in Ucraina sono diventati un disastro militare per l’esercito russo – intaccando la reputazione dei suoi leader e truppe in un ritiro forzato da Kiev – l’invasione russa ha anche evidenziato un altro palese fallimento: l’analisi errata delle politiche russe da parte di Mosca. il paese che stava attaccando. Un errore di calcolo ha portato a errori che non erano meno costosi nella vita dell’esercito russo delle tattiche sbagliate degli operatori di carri armati che si sono diretti nelle paludi.

Il Cremlino entrò in guerra aspettandosi una vittoria rapida e indolore, prevedendo che il governo del presidente Volodymyr Zelensky si sarebbe diviso e che alti funzionari nella regione orientale in gran parte di lingua russa avrebbero cambiato volentieri le loro posizioni. Questo non è successo.

Gli analisti politici affermano che la miopia politica era più importante nell’est del paese.

In tutti i villaggi tranne in un piccolo numero, la Russia non è riuscita a portare dalla sua parte i politici locali. Le autorità ucraine hanno aperto 38 casi di tradimento, tutti rivolti a funzionari di basso livello in singoli casi di tradimento.

READ  La polizia dello Sri Lanka spara gas lacrimogeni per fermare le proteste durante il coprifuoco
credito…David Gutenfelder per il New York Times

“Nessuno vuole far parte di questa cosa dietro il muro”, ha detto Kostyantin Usov, un ex membro del parlamento di Kryvyi Rih, riferendosi al regime autoritario isolato della Russia.

Ha affermato che questo sistema ha avuto un fascino cupo in Ucraina e ha notato la mancanza di un’ampia cooperazione con la Russia, anche tra gli ucraini che parlano russo e condividono i valori culturali del paese.

“Siamo parte di qualcosa di brillante”, ha detto dell’Ucraina. “È qui, con noi, nel nostro gruppo. E non hanno niente da offrire”.

Altri importanti politici di orientamento russo, tra cui Ihor Terekov, sindaco di Kharkiv, e Henady Trukhanov, sindaco di Odessa, rimasero fedeli e divennero feroci difensori delle loro città.

Oltre ai leader del sud-est, anche il popolo ucraino ha resistito. Le proteste di strada contro l’occupazione sono continuate a Kherson nonostante i pericoli mortali per i partecipanti. Un uomo era fermo davanti a un carro armato. I minatori e gli operai siderurgici di Kryvyi Rih non hanno mostrato segni di fedeltà alla Russia.

“Prima della guerra, avevamo legami con la Russia”, ha detto Serhiy Zihalov, 36 anni, ingegnere di un’acciaieria, citando legami familiari, linguistici e culturali. Ma non ha detto più. “Nessuno dubita che la Russia ci abbia attaccato”.

Le regioni sudorientali dell’Ucraina, un tratto di steppe e città industriali e minerarie colpite, divennero il fulcro dei combattimenti durante la guerra.

Guidando a sud di Kiev, l’autostrada lascia dietro di sé le fitte foreste di pini e i canneti dell’Ucraina settentrionale, e il paesaggio si apre a vaste pianure. I campi coltivati ​​si estendono all’orizzonte, in colza in fiore giallo brillante o terra nera.

In molti modi, la regione è associata alla storia sovietica e russa. Le industrie del ferro e del carbone formavano il sud-est dell’Ucraina. Depositi di minerale di ferro si trovano dentro e intorno alla città di Kryvyi Rih; Carbone nell’estremo oriente, vicino alla città di Donetsk.

READ  Gli Stati Uniti affermano che la Cina rischia delle conseguenze se aiuta la Russia a eludere le sanzioni
credito…David Gutenfelder per il New York Times

I bacini minerari, noti come Kryvbas e Donbas, hanno generato un’industria metallurgica che ha attirato molte nazionalità provenienti da tutto l’impero zarista e sovietico dalla fine del XIX secolo in poi, con il russo che è diventato la lingua franca nelle città minerarie. I villaggi sono rimasti per lo più di lingua ucraina.

Per anni, la regione ha eletto politici di stampo russo come Velkol, il cattivo preferito dei nazionalisti ucraini per la loro promozione di eventi culturali in stile sovietico che hanno fatto arrabbiare molti ucraini. Ad esempio, ha tenuto un concerto da solista al Kryvyi Rih per eliminare “Katyusha”, una canzone russa associata alla vittoria dell’Unione Sovietica nella seconda guerra mondiale.

Ancora più importante, il signor Vilkol è salito alla politica sotto l’ex presidente filo-russo, Viktor Yanukovich, nel cui gabinetto ha servito come vice primo ministro fino a quando i manifestanti di strada hanno estromesso Yanukovich nel 2014.

Molti del resto del governo di Yanukovich sono fuggiti con lui in Russia. Ma il signor Vilkol è rimasto in Ucraina come capo politico de facto di Kryvyi Rih mentre il suo anziano padre era il sindaco della città.

Ha catturato l’attenzione di Mosca. Nel 2018, il signor Failkoll ha detto nell’intervista, gli è stato detto tramite un mediatore che “il tempo del caos era finito” e che ora doveva seguire gli ordini di Mosca se voleva rimanere in politica nel sud-est. Ha detto che ha rifiutato.

Ha detto che i russi non si sono preoccupati di perseguirlo, ma hanno solo avanzato richieste. Ha detto che Mosca ha adottato lo stesso approccio con altri politici nell’Ucraina orientale. “Non hanno nemmeno provato a convincerci”, ha detto. “Pensavano solo che fossimo, a priori, dalla loro parte”.

credito…David Gutenfelder per il New York Times

Alla vigilia della guerra, Vilkul era probabilmente un politico di orientamento russo in Ucraina con ampio sostegno popolare. “Ero solo a quel livello”, ha detto. Mosca lo considerava anche un potenziale promettente per voltarsi dalla sua parte quando invase l’Ucraina.

READ  L'Ucraina si fida della mediazione israeliana, nega di aver consigliato a Bennett di arrendersi alla Russia

Poi la chiamata è arrivata al cellulare del sig. Velkul da Vitaly Zakharchenko, un ucraino che vive in esilio in Russia che aveva servito come ministro dell’Interno sotto il sig. Velkol nel governo del sig. Yanukovich. Il signor Filol ha raccomandato la cooperazione con i russi.

“Gli ho detto di perdersi”, ha detto il signor Failcol. “Non ci ho nemmeno pensato”.

Il signor Falkul ha detto di essere stato frainteso – dalla leadership russa e dalla sua opposizione nazionalista in patria. Ha detto che il bisnonno ha combattuto i russi bianchi nella guerra civile. Ha detto che la famiglia Faylkul “ha combattuto i russi in questa terra per cento anni”.

Ha detto che il Cremlino aveva interpretato erroneamente il suo rispetto per i veterani della seconda guerra mondiale e il suo sostegno ai diritti dei parlanti russi come potenziale supporto per un rinnovato impero russo, qualcosa che ha detto era sbagliato. Ha definito i russi “classici paranoici”.

credito…David Gutenfelder per il New York Times

“Hanno scambiato il linguaggio e i valori comuni come gli atteggiamenti della seconda guerra mondiale e dell’Ortodossia per un segno che qualcuno li amava”, ha detto.

La seconda offerta, fatta pubblicamente questa volta da un altro esiliato ucraino, Ole Tsarev, in un post di Telegram, arrivò circa una settimana dopo, quando le forze russe avanzarono entro sei miglia dalla città. “I miei colleghi di partito e io abbiamo sempre preso una posizione filo-russa”, si legge nel post, riferendosi al signor Vilkul e a suo padre, aggiungendo minacciosamente che “collaborare con l’esercito russo significa salvare la città e le vite”.

Il signor Filcol ha risposto con un post osceno su Facebook.

Nei primi giorni dell’invasione, il signor Failcol ordinò alle compagnie minerarie della zona di parcheggiare attrezzature pesanti sulla pista dell’aeroporto della città, sventando un attacco aereo e rallentando le colonne dei carri armati sulle strade in avvicinamento. Poi le gomme sono state spente e i motori spenti.

L’industria siderurgica della città iniziò con la produzione di paratie per serbatoi e piastre corazzate. Il signor Zelensky, la sua città natale di Kryvyi Rih, ha nominato il signor Vilkul governatore militare della città il terzo giorno di guerra, sebbene in tempo di pace fossero entrambi oppositori politici.

Il signor Vailkoll indossava un’uniforme mimetica e una fascia mimetica. Un corteo di nazionalisti ucraini, tra cui il leader della milizia paramilitare, Dmytro Yarosh, e l’eminente attivista e ufficiale militare, Tetiana Chernovol, acerrimo nemico della famiglia Vilkol, è apparso nel suo ufficio per stringergli la mano.

Ha detto: “Se abbiamo combattuto i russi, eravamo davvero filo-russi, in sostanza?”

Maria Varnikova Contribuire alla redazione dei rapporti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.