Le ultime notizie della guerra tra Russia e Ucraina: aggiornamenti in tempo reale

Funzionari informatici ucraini hanno affermato che gli attacchi informatici dalla Russia hanno continuato ad aumentare alla fine di marzo, principalmente attraverso tentativi di raccogliere informazioni dalle infrastrutture critiche ucraine e diffondere malware lì.

Parlando ai giornalisti martedì, Viktor Zora, vice capo del Servizio statale ucraino per le comunicazioni speciali e la protezione delle informazioni, ha affermato che lo stesso gruppo di hacker collegati alla Russia che hanno preso di mira le agenzie del governo locale in Ucraina con e-mail compromesse ha anche inviato e-mail dannose alle autorità in Lettonia.

Ha aggiunto che i recenti attacchi miravano a interrompere i servizi vitali, ma non hanno causato gravi danni.

Tra il 23 marzo e il 29 marzo, ci sono stati 65 attacchi informatici all’infrastruttura critica dell’Ucraina, cinque volte di più rispetto alla settimana precedente, ha affermato il SSSCIP nel suo ultimo rapporto sull’attività informatica durante la guerra. L’agenzia ha affermato che le autorità statali e locali, il settore della sicurezza e della difesa dell’Ucraina, le società finanziarie, le telecomunicazioni e l’energia sono i settori più presi di mira.

Gli esperti delle società di sicurezza informatica ucraine e Microsoft Corp. stanno indagando. e Cisco Systems Inc. il 28 marzo Attacco informatico su Ukrtelecom PJSC L’attacco non è stato ancora attribuito a un gruppo di hacker specifico, ha detto ai giornalisti Kirill Goncharuk, chief information officer di Ukrtelecom.

Ha affermato che gli hacker sono entrati nella rete dell’ISP dopo aver compromesso le credenziali utente di un dipendente in un’area recentemente occupata dalla Russia. Il signor Goncharuk ha rifiutato di nominare l’area o di fornire maggiori dettagli sul dipendente, adducendo motivi di sicurezza, e ha detto che la persona era ora al sicuro.

READ  Le ultime notizie della guerra tra Russia e Ucraina: aggiornamenti in tempo reale

SSSCIP ha affermato che dietro la maggior parte dei recenti attacchi informatici alle organizzazioni ucraine c’erano hacker militari provenienti da Russia e Bielorussia. Zora ha affermato che le autorità ucraine stanno raccogliendo prove di attacchi informatici, che invieranno alla Corte penale internazionale, insieme a prove di crimini di guerra.

CERT-UA, l’unità di risposta alle emergenze per la sicurezza informatica dell’Ucraina, ha dichiarato lunedì di aver rilevato una campagna di posta elettronica dannosa riferita alla guerra in Ucraina che includeva un file contenente malware. Il signor Zura ha affermato che le e-mail non hanno influenzato le organizzazioni in Ucraina. Ha aggiunto che le autorità hanno attribuito le e-mail a un gruppo di hacker russo noto come Armageddon.

Le email inviate alle autorità lettoni sembrano provenire dallo stesso gruppo di hacker; Ha affermato che contenevano informazioni sugli aiuti umanitari ma contenevano file con malware.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.