Le revisioni della NASA prevedono di restituire il campione di Marte per utilizzare gli elicotteri

La NASA ha annunciato mercoledì di aver apportato importanti modifiche al suo piano per restituire campioni dalla superficie marziana all’inizio degli anni 2030. I campioni sono attualmente raccolti dal rover e i campioni dovrebbero essere trasportati sulla Terra tramite staffetta da veicoli rover e razzi . Ora, ispirata dal successo dell’elicottero Ingenuity, la NASA afferma che potrebbe perdere uno dei rover e sostituirlo invece con due elicotteri.

Il piano per restituire un campione di Marte include una pletora di sfide, ma una sfida centrale è che i campioni sono attualmente in perseveranza, ma alla fine devono finire in un razzo che esplode dalla superficie di Marte. Ciò significa che la perseveranza dovrà avvicinarsi abbastanza al sito di atterraggio del razzo – che non possiamo scegliere con precisione – per scambiare campioni ed eventualmente distoglierli dagli obiettivi scientifici. Né può essere troppo vicino quando il missile atterra poiché il missile atterra e i dispositivi associati possono rappresentare un rischio per il rover e i suoi campioni.

Il piano originale prevedeva un’emergenza. La tenacia si avvicinerà dopo che il razzo sarà atterrato e i campioni saranno trasportati direttamente. Se ciò non funziona per qualsiasi motivo, il secondo rover che l’Agenzia spaziale europea sta inviando su Marte fungerà da mezzo, visitando un sito in cui i campioni sono stati temporaneamente conservati, recuperati e quindi consegnati al razzo.

Nel nuovo piano, il secondo rover è stato eliminato. al suo posto? Due elicotteri. Questi saranno consegnati come parte dello stesso carico utile del razzo che trasporta i campioni in orbita. Di conseguenza, il nuovo piano prevede un solo mezzo da sbarco (diverso da quello che prevedeva la persistenza) che trasporterà sia il missile che gli elicotteri, riducendo notevolmente i rischi del piano complessivo.

Questi elicotteri, ovviamente, saranno basati sul progetto Ingenuity, che è stato inviato su Marte come veicolo di prova e ha ampiamente superato le aspettative, completando 29 voli nel corso di un anno. Data questa esperienza, la NASA è fiduciosa che gli elicotteri possano essere progettati per trasportare piccoli carichi utili e potenzialmente completare più voli tra il razzo di ritorno e ovunque si trovino i campioni, sia con perseveranza che in un luogo di stoccaggio temporaneo.

Dopo di che, il piano rimane lo stesso. I campioni verranno caricati in un container posizionato sul Mars Ascent Rover progettato dalla NASA e portati in orbita. Lì, il container sarà trasportato all’Earth Return Orbiter, costruito dall’Agenzia spaziale europea, che lo riporterà sulla Terra nel 2033, a quel punto cadrà nell’atmosfera per il recupero e lo studio.

Il prossimo passo sarà l’approvazione dell’ESA, dopo di che entrambe le agenzie inizieranno la fase di progettazione iniziale, che si occuperà di tutti i dettagli dei diversi veicoli che saranno richiesti. Nel frattempo, Perseverance ha già raccolto decine di campioni dalla superficie del Pianeta Rosso.

READ  Scoperta chiave alla ricerca dell'origine della vita: gli astronomi scoprono la molecola più grande mai trovata nella "trappola di polvere" cosmica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.